Visualizzazione post con etichetta filosofando. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta filosofando. Mostra tutti i post

31/03/17

perchè guardo nonostante sia mediocre e mal fatto Master photografy

http://ulisse-compagnidistrada.blogspot.com/2017/03/il-grande-bluff-di-master-of.html



Vedendo ogni  giovedì sera    con  gli altri  amici \  che dell'associazione fotografica master of photografy  mi  accorgo   che  ,  anche  se  ci sono buone foto  , è uno dei tanti programmi televisivi nati per fare pseudo spettacolo. Ne ho visto una puntata e non mi ha entusiasmato granché , almeno fin ora . Infatti come dicono sia **** : << secondo me, di ogni cosa bisogna prendere quello che ci occorre, la televisione è intrattenimento, ma è ugualmente esperienza, stimolo, spunto per fare qualcosa di nuovo, anche i programmi finti possono insegnare, anche guardare Beautiful, fotograficamente, cercando di capire le inquadrature, le luci, le pose, può insegnare a tutti qualcosa di nuovo, naturalmente rispetto le giuste critiche e la realtà delle cose Comunque, indipendentemente delle cazzate e delle mezze verità, dell'articolo sul blog, ritengo interessante il programma, e giovedì alla stessa ora, verrà proiettata la puntata sul nudo, siete tutti invitati a partecipare, sono sicuro che chi sta seguendo le proiezioni non sta compromettendo le proprie capacità, e sicuramente male non fa, ci vediamo giovedì alla solita ora >>.

Master of Photography: nuova giuria e il via ai casting per la seconda stagione sia ***** << le proiezioni sono soprattutto un motivo per incontrarsi amalgamare il gruppo e sviluppare progetti futuri, come dice Danilo, da tutto ciò che ci circonda prendiamo ciò che vogliamo 😀 >> Infatti la mia   ed  in parte  la   loro    generazione  è direttamente   o indirettamente  (  vedi istruzione  ricevuta  dai fossili 😁 ) allenata   a  saper  distinguere la merda  dalla   cioccolata  e non ha  a differenza di queste nuove generazioni mandato il cervello all'ammasso o defilipilizzato .
Ora  molti   di voi mi diranno  ma  come  prima  lo  smerdi  e  poi  continui  a  guardarlo ? Vero mi  contraddico  con quanto  riportato  e  condiviso  nel post  precedente  (  vedi url  sopra  ) . Ma non capisco il perchè  ( ne  parlerò  prima  o poi con  il mio analista  e ne ripeterò un post in merito )  mi vengono ,  come tutte    le cose   letterarie  e  non  solo , i sensi di colpa   ed i  rimpianti per  non aver  visto \ letto  , anche  se   è mediocre  \  scontato  ,ecc.    fino   alla  fine  
  

29/03/17

C'è differenza tra chi invoca linciaggio e pena di morte e gli assassini in branco?

dopo questa  vicenda  

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS"Un gruppo di albanesi", scriveva ieri il gruppo editoriale de Il Resto del CarlinoLa Nazione e Il Giorno.
Oggi viene comunicato che gli indagati sono nove: 8 italiani e un albanese. Il suffragio universale è messo male, ma anche la libertà di stampa non scherza. #gruppodiitaliani

mi chiedo  come giustament e si chiede  anche la nostra  amica Tina galante





10/02/17

avere paura o non avere paura della morte ? tanto qualunque sia la risposta essa viene e ci prende per mano

Risultati immagini per la morte
 Dopo aver   visto   (  lo recensisco prossimamente   ) il  film   :  k-pax  da un altro mondo mi è venuta  la  rifelessione (  vedere  titolo   e discussione sotto  ). Essa  mi ha  ,   dopo  la perdita  ( ovviamente  in  senso  metaforico   e non  fisico  in  quanto non ho più avuto notizie  di  lui  )  di Danilo Pilato    confondatore del vecchio blog  cdv.splinder , permesso  di trovare  anche  se    su facebook   ( a differenza  di quella  con Danilo . P alias  danny   che  era  avvenuta  online   ) un altra    devo solo chiederli   se  li va   di collaborare  anche  qui  se gli  va  



Risultati immagini per la morte




per  il momento beccatevi questo dialogo avvenuto  fra me  e lei su facebook  






la morte è un qualcosa di cui non abbiamo nessun il controllo , quindi perchè sprecare tempo ed energie ad aspettarla ( tanto quando viene viene ) ed averne paura
Mi piace
Commenta
Commenti
Alessandra Marsilii Viviamo come già risorti 
Mi piaceRispondi118 h
Alessandra Marsilii Caro Giuseppe, la paura della morte è amica, nel senso che ci da uno dei doni più importanti della vita: la prudenza. Quest'altra amica, a sua volta, ci dona l'equilibrio. Lui, grandioso amico, ci dona ciò di cui non dovremmo mai stancarci: miss logica. Logica x logica senza AMORE PER IL BENE noi non potremmo districarci da quelli che amano il Male... Così, "quando viene viene" si spalancano le porte dell'infinito: una x chi andava per la via del Bene, una x chi brama il Male. Insomma, oltre lo spazio ed il tempo, resta il senso: chi sei. La morte ti completa, l' ESSERE è infinito. Ingannare la mente con la "solfa" che non c'è vita dopo la morte è una immensa troijata tirata in mezzo x non fare i conti con se stessi. Esisti oggi? Sei nell'Universo, detto anche "Cosmo" che significa "Ordine". La nostra unica arma è la libertà, o libero arbitrio: possiamo usarla per ubbidire al buon senso o per essergli nemici. Mi spaventa di più mettermi contro il Signor " Cosmo" e preferisco ...vivere ogni momento come se fosse l'ultimo... x restare nell'aere armonica con "Lui" e non stonare da "scarabocchio"!!!!!!! sono già risorta 
Mi piaceRispondi115 h
Giuseppe Scano infatti Alessandra Marsilii è per questo che io dico che non bisogna aver paura della morte . infatti 





28/11/16

quando inizi ad non odiare ciò che detestavi da piccolo vuol dire che stai acquisendo la saggezza della vecchiaia

Leggi  anche 


Lo  so che  dovrei scrivere  un post   usando  cuore  & mente   ma  stavolta  l'istinto  mi  ha  portato  ad  usare solo  il cuore   come  testimonia  il ritornello di  questa  canzone 


(..) Basta una gioia inaspettata

Per guarire ogni ferita
Perché sono le piccole cose a cambiarci la vita
A cambiarci la vita  (...)
                                   (  Deborah Lurato - Piccole  cose  )


N.b   le  foto , come  tutte  quelle metto qui  nel blog  non indicate  e  non inserite  in un articolo  \ post  altrui prese )   sono  mie  



Infatti se   prima mi alzavo  o  di  mal genio  o  in automatico ( essendo abituato  soffrendo fin da piccolo d'ansia ) all'alba . Forse perchè influenzato  dalle storie  di topolino  scritte  fra  gli anni '60\80 di Rodolfo  Cimino   in cui paperone sveglia  il nipotame  all'alba  o in piena notte  per  andare  a cercare  tesori  o viaggi da  fare  
arrivo sul  luogo  di  lavoro
  

adesso con il raggiungimento dei 40  anni 

dal terrazzo  della  cucina   ( non ricordo  se  un giorno  libero  
o prima d''uscire   di casa   per  andare  al lavoro  )

e con l'esperienza fin qui accumulata ho capito che molto Spesso sono le piccole cose quelle che ci lasciano scoprire la bellezza del mondo...ma soprattutto per parafrasare Il singolo di Niccolò Fabi dall' album "Una somma di piccole cose" uscito ad aprile 2016 22 aprile!! che mi è entrato in testa fin da quando l'ho sentito la prima volta . E poi come afferma questo articolo dela rivista donna moderna esse sono curative psicologicamente per le ferite della vita ma sopratutto ad aiutano ad evitare amori malati e \o criminali ma soprattutto Molte piccole cose regalano felicità senza costare quasi nulla. Un improvviso “ti voglio bene”, il profumo del caffè al mattino, il mal di denti che passa, la carbonara della propria moglie, i colori di Van Gogh, il calore avvolgente di un piumone, il risveglio temendo che sia tardi e invece è domenica. Piccole grandi gioie che spesso, a torto, diamo per scontate o per banali \ da bambini 
















    27/11/16

    una persona povera può ritenersi LIBERA? post ispirato da una discussione facebookiana con Tina galante

    L'amica  ed utente  Tina  galante  si chiede, come   dice il titolo stesso     del post ,in questi  due post ( I  II )    su  Facebook  cosa  è la libertà ?

    Ecco  le  mie risposte   alle  domande    del secondo  post

    Dipende  se   uno  è

    • individualista



    •    collettivo 




      a quello del primo    dipende   da come si vuole  vivere   per  capire  meglio   due  film  il  primo   deve  ancor a uscire  (   io  sono riuscito a vederlo in rete   in lingua  originale  con sottotitoli in italiano ) nel nostro paese  infatti


                                                   CAPTAIN  FANTASTIC


    DATA USCITA: 07 dicembre 2016
    GENERE: Drammatico
    ANNO: 2016
    REGIA: Matt Ross
    ATTORI: Viggo MortensenGeorge MacKaySamantha IslerAnnalise BassoKathryn Hahn
    SCENEGGIATURA: Matt Ross
    FOTOGRAFIA: Stéphane Fontaine
    PRODUZIONE: Electric City Entertainment, ShivHans Pictures
    DISTRIBUZIONE: Good Films
    PAESE: USA
    DURATA: 118 Min






    Ben vive con la moglie e i sei figli, isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura. Quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono.

    per  chi  non è  suscettibile  di  SPOILER  cioè   non  gli  fa  ne  caldo ne  freddo se  gli  rilevano la trama    prima  che lo veda    qui   una recensione  dettagliata


      





    La libertà come valore assoluto non esiste nella realtà, nella realtà questo termine ha solo un valore relativo, che può riferirsi al numero ed alla qualità delle possibilità di scelta concreta, che può avere una persona. Se ad un condannato a morte dai la "libertà" di scegliere come morire, avrà molte possibilità tra cui scegliere, ma non può scegliere di non morire. Il problema è che in situazioni meno estreme, la maggior parte della gente è così condizionata mentalmente da non riuscire neanche ad immaginarsi le scelte che di fatto non può fare :D Comunque nel mondo reale potremmo dire che maggiore è il numero delle possibilità di scelta di cui una persona dispone, maggiore è la sua "libertà". La povertà, come l'ignoranza ed altre cose sono situazioni che non ampliano di solito le alternative tra cui scegliere, d'altro canto anche la mancanza di immaginazione e la povertà critica ed ideativa riducono moltissimo le possibilità di scelta: in questi casi anche ad avere tanti soldi, più che riprodurre i modelli consumistici correnti non si riesce a fare. Bisognerebbe chiarire cosa si intende per libertà e cosa per povertà. Marx sosteneva che è necessario liberarsi dal bisogno (quello materiale presumo) per essere liberi: lui lo era forse, anche perché si faceva mantenere da Engels quindi non aveva bisogno di lavorare :D a volte a filosofia è una affascinante trappola,












    01/01/16

    avere dei punti di riferimento anche musicali ed artistici ti aiuta a non soffermarsi sulle elucubrazioni più ricorrenti [ perchè festeggiamo il capodanno ]




    Meno male che ho certezze ed riesco a allontanare subito , senza adagiarmi a cercare la risposta , le consuete elucubrazioni di fine anno .
    Ma andiamo con ordine 
    Ogni anno, all'avvicinarsi del 31 dicembre, si accende il dibattito tra chi è propenso a lasciarsi trascinare dall'entusiasmo della massa e decide di trascorrere una notte di follie e chi vuole invece distaccarsi dall'oppressione del "divertimento a tutti i costi" e opta persoluzioni più pacate e intime.Se avete voglia di un'argomentazione un po'più autorevole rispetto ai consueti dibattiti sul veglione, provate a leggere la riflessione  sul Capodanno di Antonio Gramsci, riproposta da   questo articolo  di http://www.curioctopus.it/



    L'intellettuale sardo, considerato uno dei più importanti pensatori del XX secolo, considera il Capodanno come l'ennesimo giogo messo al collo della massa, costretta a festeggiare alimentando una macchina consumistica enorme e adagiandosi sulla convinzione che l'anno prossimo sarà diverso.Il suo augurio è invece quello di abbandonare le scadenze, considerando ogni giorno come utile per fare un bilancio dei propri traguardi e porsi nuovi obiettivi.

    "Ogni mattino, quando mi risveglio ancora sotto la cappa del cielo, sento che per me è capodanno.Perciò odio questi capodanni a scadenza fissa che fanno della vita e dello spirito umano un’azienda commerciale col suo bravo consuntivo, e il suo bilancio e il preventivo per la nuova gestione. Essi fanno perdere il senso della continuità della vita e dello spirito. Si finisce per credere sul serio che tra anno e anno ci sia una soluzione di continuità e che incominci una novella istoria, e si fanno propositi e ci si pente degli spropositi, ecc. ecc. È un torto in genere delle date.Dicono che la cronologia è l’ossatura della storia; e si può ammettere. Ma bisogna anche ammettere che ci sono quattro o cinque date fondamentali, che ogni persona per bene conserva conficcate nel cervello, che hanno giocato dei brutti tiri alla storia. Sono anch’essi capodanni. Il capodanno della storia romana, o del Medioevo, o dell’età moderna.
    E sono diventati così invadenti e così fossilizzanti che ci sorprendiamo noi stessi a pensare talvolta che la vita in Italia sia incominciata nel 752, e che il 1490 0 il 1492 siano come montagne che l’umanità ha valicato di colpo ritrovandosi in un nuovo mondo, entrando in una nuova vita. Così la data diventa un ingombro, un parapetto che impedisce di vedere che la storia continua a svolgersi con la stessa linea fondamentale immutata, senza bruschi arresti, come quando al cinematografo si strappa il film e si ha un intervallo di luce abbarbagliante.
    Perciò odio il capodanno. Voglio che ogni mattino sia per me un capodanno. Ogni giorno voglio fare i conti con me stesso, e rinnovarmi ogni giorno. Nessun giorno preventivato per il riposo. Le soste me le scelgo da me, quando mi sento ubriaco di vita intensa e voglio fare un tuffo nell’animalità per ritrarne nuovo vigore.
    Nessun travettismo spirituale. Ogni ora della mia vita vorrei fosse nuova, pur riallacciandosi a quelle trascorse. Nessun giorno di tripudio a rime obbligate collettive, da spartire con tutti gli estranei che non mi interessano. Perché hanno tripudiato i nonni dei nostri nonni ecc., dovremmo anche noi sentire il bisogno del tripudio. Tutto ciò stomaca.
    Aspetto il socialismo anche per questa ragione. Perché scaraventerà nell’immondezzaio tutte queste date che ormai non hanno più nessuna risonanza nel nostro spirito e, se ne creerà delle altre, saranno almeno le nostre, e non quelle che dobbiamo accettare senza beneficio d’inventario dai nostri sciocchissimi antenati."



      Infatti ogni anno ,  da un po'  di tempo ,  mi chiedo  con  insistenza  (    sarà l'avvicinarsi della vecchia   visto che    quest'anno  a febbraio compio 40 )  tutti vogliono disperatamente divertirsi, cercando di festeggiare in qualche misera patetica maniera! Festeggiare che cosa?.... Un altro passo verso la tomba? .
    Ma  a poi trovo la risposta in : 1) questa strofa  finale    di ..... una  famosa canzone ( non vi dico il titolo perchè ve la propongo ogni anno ma  chi  volesse la trova  qui )

    (....) "cosa si deve inventare
    per poterci ridere sopra,

    per continuare a sperare?

    E se quest'anno poi passasse in un istante,
    vedi amico mio
    come diventa importante
    che in questo istante ci sia anch'io.
    L'anno che sta arrivando tra un anno passerà
    io mi sto preparando..è questa la novità."


    ma soprattutto da 2) il monologo Monologo finale di Boris   uno dei  protagonisti   del   film di Woody Allen Basta che funzioni






    non so  che altro dire  buon anno  :-)  


    23/07/15

    memoria delle persone che non ci sono più nelle memorie del cellulari e su i social

    morte  per  un amica  \  in morte di S.f  -  Guccini -Nomandi 

    Oggi cercando un nunero sul cell , ho trovato un numero di un carissimo amico morto  e mi è ritornato alla mente


    Non so se vi capita pure a voi.
    Di scorrere la rubrica del telefono e ci sono persone, nella rubrica, che in realtà non ci sono più.
    Morte.
    Per davvero.
    Io non le cancello mai. Mi sembra un torto che non si meritano. Anche se un po', 'sta cosa, mi spaventa.
    Metti che chiamino.
    Un giorno.

    Anch'io vivo come lui   situazioni del genere  non solo nel celll  ma  anche su facebook   ,. Unica differenza  che  io  lo faccio  oltre  che per  sbadataggine  per  mantenerne vivo il ricordo e fare come i sepolcri di Foscolo   cioè ricordarli  . ma  sopratutto  forse ho paura di scordarli e di scordare chi ero e cosa sono oggi anche grazie a loro.



    21/01/15

    incubi , fantasmi e il ruolo riparatore della modalità

      Musica   in sottofondo
     ti vengo a cercare  - Battiato   ( religiosa  )
     ti vengo a cercare  -  Csi  ( più laica  )
    ma  la mia poreferita è questa   qua    che le unisce entrambe

     Proprio    queta  frase   :
    Picchia duro. Riascoltata un anno dopo la registrazione della serata ci ha turbato. Abbiamo deciso di fermarla, trasformarla in un disco. Un disco eccessivo che non si può tenere nascosto né si può consumare a cuore leggero. Difficile da gestire.( (Giovanni Lindo Ferretti)
      ch  trovate nell'introduzione   della  prima edizione  dell'opera   La  terra ,la  guerra ,una
    questione privata    cuioè   del concerto    dedicato alla memoria e all'opera di Beppe Fenoglio tenutosi il 5 ottobre 1996 ad Alba, nella chiesa di San Domenico  ( lo potete  vedere qui su youtube ) e la  rilettura    del bellissimo  ,  se  lo  hanno chimato  a Dylan Dog  un motivo  c'è  , romanzo  -fumetto   Stria  di Giovanni Simeoni 

    Ecco la mia risposta ai  miei  fantasmi (  che   poi  sono quelli    che si nascondono  dentro  di noi  )
    http://www.busonero.it/
    cioè le mie colpe  alcune  d'esse diventate   indefiniti abissi    di vuoto  nella  memoria e  che  devono  ancora  risalire   altre  lo  fanno , ai miei  fantasmi    che  hanno un nome  ed  un volto . Il resto  è  , come   suggerisce  Il  tenente  \  colonello Spadaro  del romanzo di  Simeoni ,  il resto  è casualità  .
    Ed  è proprio  grazie ad essa  e ad  al tempo   che  sono riuscito  a  ritrovare  e  recuperare  D.F e M.B  con la   prima è andata  benissimo  in quanto    lei   non ricordava  del nostro litigio ed  io che  volevo  oltre  a volerle  chiedere scusa  e riappacificarmi  ancora  mi tormentavo ( mi spiace  non parlarne  , ma  è  una wquestione troppo personale  o per  parafrasare   Fenoglio è  una questione privata   e non mi  va  di riaprire   vecchie ferite  )  ma  poi ... ho risolto e ....  be lo potete leggere dalllacorrispondenza   sotto   riportata 

    • Giuseppe Scano
      Grazie non
      Ops solo grazie . Il fatto é che non sono abituato ai tac screen
    • D F
      come stai? è una vita che non ci sentiamo, ti ricordi di me?
    • Giuseppe Scano
      Giuseppe Scano

      Certo . Discretamente . Sono laureato . Lavoro azienda da mio padre . Ho fatto una mostra con delle mie foto . E altre cose . Sé mi ridai la tua email o il tuo n di cellulare ti racconto . E tu cosa mi racconti
    • D.F

      lavoro x una cooperativa di pulizia industriale, sono tornata ad abitare con mia madre dopo la convivenza e ho un "bambino" pelosetto
    • Giuseppe Scano
      Giuseppe Scano

      Ora vado a a nanna che sono in piedi dalle 6 . Grazie della fiducia credevo fossi ancora arrabbiata x quella storia . Mi sei mancata . notte e grazie d'esistere . Quando vuoi sms il mio numero lo hai notte . Un abbraccio
    • D F

      non mi ricordo nemmeno perchè non ci sentivamo più
      buonanotte a presto
    • Giuseppe Scano
      Giuseppe Scano

      Meglio cosi non riapriamo vecchie ferite . L'importante che ci siamo ritrovati e i miei incubi e rimorsi siano finiti grazie al tuo aver  accettato  (   di avermi dato una seconda possibilità  )  il contatto . Notte compagna di strada
    • Giuseppe Scano
      Giuseppe Scano

      rieccoti i mio numero 3286849962 quando vuoi e ti serve aiuto io ci sono




      Con il secondo compagno di strada \ o di viaggio la colpa è stata di entrambi Mia in quanto Lui ( M.B ) rapressentante del gruppo https://www.facebook.com/ecumenici,qualche tempo aveva la madre , poi morta , in coma ed io stupido ( forse perchè credevo , visto l'ottimo dibattito tra i pro e i contro testamento biologico che c'era in qujel gruppo che lui fosse fra quei religiosi a favore del testamento biologico ) mi ero messo a fargli una battuta << spero che abbia fatto testamento biologico >> e mi ha scritto mandami anche a Fncl dicendomi ti cancelli tu o ti cancello io . Io polemizzai sul gruppo con frasi tipo << come predica il perdono , il rispetto , e poi mi cancella , ecc >> tanto da farmi escludere . Poi per qualche anno , fino al'anno scorso , riusci aleggere ciò che scriveva e scrivevano grazie a degli amici comuni ( poi o cancellati da fb o cancellatesi da db e o dai miei contatti ) . Ed ecco che incuriosito lo cercai sul primo account di fb ma niente , provai con il secondo account è lo trovato . ecco qui la nostra corrispondenza ( quella sui wzp , mi mordo le amni , l'ho rimossa e quindi non posso proporvela e mi ricordo solo il suo messaggio in cui mi diceva che mi aveva cancellato )



      IO
      Ciao Carissimo come va Fose ho scoperto l'origine di problema con l'account principale ( fb . tempo fa , avevamo avuto una discussione abbastanza accesa sul testamento bioogico e sulla volonta di rispettare i pazienti ormai giunti al capolinea che avessero fato tale scelta . Tu mi bloccasti , ma io nonostante non potevo ne comentare ne mettere mi piace ai tuoi interessanti post , ti ho seguito tramite un contatto comune . Poi avendomelo bruciato , un temporale ho dvovuto cambiare pc e reinstellare tutto ho scoperto che quella persona non era più fra i mie contatti . forse cmi ha cancellatolui o forse si è cancellato da fb o come succede lo cancellato fb Ed eccoci a qualache giorno fa , che ho ritrovato la tua pagina ., Non trovandoti dall'account principale , ma da quiello secondario di cui tu mi hai chiesto l'amicizia .
      Ora mi farebbe piacere , se vuoi che tu mi sblocchi e mi riconceda il contatto anche su quello principale .
      P.s se tutta questa vicenda ti dovesse dare fastidio o ti dovessi sentire ingannato puoi, non ne faro un dramma ( o almeno ci provo ) rimuovere dai tuoi contatti anche il mio account secondario e non accettare quanto ti chiedo . con la presente. Grazie omunque per aver attraversato la mia strada



      M. B su Wzp << ti ho rimosso>>


      fino alla sua cancellazione ( ma non bloccaggio )


      IO
      28 minuti fa
      http://youtu.be/RbI5CQ6X5rQ mi farebbe piacere riaverti come amico e rincominciare se ti va ?

      C.C.C.P. Curami
      youtu.be




      Ora  se   questo   tentativo se fallisce anche questo chi ... lo lascero perdere vorra dire che recuperare compagni di strada e    che il metodo  della casualità  non sempre  funziona  e rimette  tutto a posto  e  ci fa  tornare  a dormire sereni   .  Ma  pazienza  è  la vita  mica  tutto  può sempre  andare benme  , altrimenti sarebbe una  vitra monotona e piatta 



    Archivio blog

    Si è verificato un errore nel gadget