Visualizzazione post con etichetta film commedia recensione videorecensione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta film commedia recensione videorecensione. Mostra tutti i post

01/02/12

consigli cinematografici emotivi anonimi , idi di marzo , terraferma . NO SPOILER


                                                         emotivi anonimi





un film intenso  che ricorda  il magico momndo d'amelie  .  ottime le interpretazioni dei protagonisti . per parafrasare una frase  del film , non esistono cattive  idee   ma idee  . Un film  che  a  chocolat diretto dal regista Lasse Hallström con Juliette Binoche e Johnny Depp.  gli fa il baffo  . Una  storia  d'amore  non melensa  e  troppo sdolcinato  da essere stucchevole  .
Commedia tanto emotiva quanto anonima nello spirito e nella struttura, la fiaba di Jean-Pierre Améris che  ricorda  le atmosfere  de Il favoloso mondo di Amélie (Le fabuleux destin d'Amélie Poulain)  scritto e diretto da Jean-Pierre Jeunet ed interpretato da Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz. In emotivi anonimi   è come se soffrisse di quello stesso eccesso di timidezza che attaglia i suoi protagonisti e avesse continuamente paura di deludere le aspettative di quel tipo di spettatore in cerca solo di addolcirsi la bocca dopo troppe amarezze. Fortuna che i suoi due pasticceri sono meglio della qualità degli ingredienti.


                                                                  idi  di marzo


Senza infamia e senza lode . scontato  . ma  allo stesso tempo  un buono film sulla politica vista come una partita a poker dove conta solo saper bluffare, mentre valori come la lealtà e lo spirito di squadra ti possono solo danneggiare, Clooney continua la sua riflessione sul rapporto fra comunicazione e potere, su come la prima generi e allo stesso tempo controlli e determini il secondo. Con una scrittura lineare e dialoghi efficaci (anche grazie alla pièce teatrale da cui il film è tratto), la vicenda si prepara la strada per giungere ad un finale drammatico dotato della necessaria intensità. Ed è anche un percorso di maturazione che trasforma un giovane rampante con una fede certa nei sani valori americani in un perfido Jago che impara a tessere le sue tele mortali. Con il gran pregio, che va riconosciuto agli autori e attori del film, di non dividere i personaggi in buoni e cattivi, ma di lasciare allo spettatore la possibilità di decidere chi sia alla fine il traditore e chi il tradito.Poteva  essere migliore , ma  va bene   lo stesso  c'è di  peggio

                                                                     terraferma

Senza  parole . All'inizio sembra  banale  , ma poi  ... beh  lascio  parlare  questo  video qui    , di cui condivido  parola per parola  quello che dice il filmato sopra  riportato

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget