Visualizzazione post con etichetta ffilosofia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ffilosofia. Mostra tutti i post

01/02/15

un nuovo senso delle cose

" Volevo solo dire questo: la miseria che c'è qui è veramente terribile - eppure, la sera tardi, quando il giorno si è inabissato dietro di noi, mi capita spesso di camminare di buon passo lungo il filo spinato, e allora dal mio cuore si innalza sempre una voce " non ci posso far niente, è così, e di una forza elementare", e questa voce dice: la vita è una cosa splendida e grande, più tardi dovremo costruire un mondo completamente nuovo. A ogni nuovo crimine o orrore dovremo opporre un frammento di amore e di bontà che bisognerà conquistare in noi stessi. Possiamo soffrire ma non dobbiamo soccombere "
                                   Etty Hillesumy
             (Middelburg, 15 gennaio 1914 – Auschwitz, 30 novembre 1943)
        

04/07/13

Aglientu lancia i seminari estivi. Tema centrale sarà il linguaggio della politica La filosofia sotto l’ombrellone.



AGLIENTU Filosofare sotto l’ombrellone o all’interno di un bel chiostro è ormai una delle trovate più accattivanti per un’estate da vivere all’insegna della cultura. Un’idea che si sta facendo strada anche nell’isola e, da qualche anno, anche in Gallura, grazie all'Associazione Inshibboleth e alle amministrazioni comunali e alle agenzie culturali del territorio che hanno deciso di sostenerla. Così, tra il 10 e il 12 luglio, ad Aglientu, si terrà la prima tranche della summer school di filosofia che culminerà, pochi giorni dopo, nei seminari finali di Castelsardo. Ospiti della summer school di Aglientu saranno i filosofi Miguel Abensour, dell’Université Paris-Diderot, e Gianfranco Dalmasso, dell’Università di Bergamo. In tutto questo c’è lo zampino creativo dell’Istituto Cossu e del suo presidente Luigi Agus. «A due anni dalla fondazione dell'Istituto – dichiara Agus – e a un anno esatto dall'apertura della struttura museale di Aglientu, grazie alla fattiva collaborazione con l'amministrazione comunale passata e al contributo della presente, abbiamo potuto organizzare un evento culturale di grande portata, coinvolgendo l'Università di Sassari e la Diderot di Parigi, oltre all'Associazione Inshibboleth, che sta curando la parte della segreteria dei corsi e la logistica. È quindi giusto ringraziare l'ex sindaco dottoressa Battino e l'attuale sindaco, geometra Tirotto, per l'interesse e la fattiva collaborazione in questo e in altri progetti che vedranno il Mud'à protagonista dell'estate aglientese». Incontri e lezioni con i due filosofi si terranno, infatti, nella struttura del Mud'à. Tema della scuola di alta filosofia sarà il rapporto tra metapolitica e politica, vale a dire una riflessione sul linguaggio e le categorie che aiutano a comprendere le forme e le teorie della politica. L’11 luglio è in programma la lezione di Dalmasso, mentre il 10 e il 12 toccherà ad Abensour, specialista della scuola francofortese, in particolare di Walter Benjamin, Hannah Arendt e Levinas. Dal ’74 dirige la collana “Critique de la Politique” per l’editore Payot. (g.pu.)

05/11/12

le regole della navigazione di selene lungarellae

a tutti i naviganti   eccovi  una bussola per orientarvi

 dalla stupenda   di  Selene  Lungarella  che  ha  fatto la scelta  di  iniziare con la gavetta senza  andare in tv ( x factor   , amici della de filippi , ecc )








Regole della Navigazione
Testo: A. Michisanti – Musica: A. Michisanti/F. Servilio


Cerco un modo per sentirmi vera
Cerco un modo per cambiare,giuro
Mille facce ho lasciato cadere
per ritrovare questo mio respiro

Fogli di carta gettati al vento
L’illusione di questi anni miei
E guardare a lungo il cielo immenso
senza capire dove sei

E poi senti che la vita ti regala tutti i sogni suoi
se provi a navigare questo mare e ti ascolti dentro…

1 fissa la tua meta, se ti perdi, se non sai più navigare
2 fissa la tua rotta, cerca poi una stella, lasciati guidare
3 abbandona la pretesa ad ogni costo, e la stella poi riappare
4 con lo sguardo attento scruta il Firmamento, non lasciarti andare
Odio, verità, dolore, amore, opposti da riunificare
5 quale posizione, quale direzione in questo naufragare?

In quest’ Oceano dell’Esistenza,
che quant’è grande lo sa solo Dio,
mille domande, poche le risposte…
Quando nasco Io?

6 alza gli occhi al cielo, aggrappati alle stelle nella notte scura
7 accogli l’Universo, senti che la Vita…è lì, ti aspetta ancora
8 lascia posto a un cuore che non mente, che non rifiuta e non distrugge
9 affronta la Tempesta con fermezza e se ti vien voglia di gridare,
fallo con tutta la forza che hai nel petto, ma dal cammino non deviare
10 fermati un momento, lanciati nel vuoto per sperare ancora

Accettare questo immenso Mare,
aprire il cuore a un'anima sincera
Ora so che posso navigare
posso rinascere e sentirmi vera




Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget