Visualizzazione post con etichetta feste in famiglia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta feste in famiglia. Mostra tutti i post

09/04/12

mio menu di pasqua 2012

quest'anno  vuoi  per  la  crisi  vuoi  che mio  cugino   con moglie  e figlia  e  mio zio   che stanno per  lavoro  a Cono   fanno una pasqua Si (  quest'anno è  quella  si )  e  una No   sono rimasto   a casa  anzichè andare   come ogni anno  al mare   ed  in pineta  con amici  . Ecco  il menu




zuppa gallurese 







Panada Grande   


nella versione nel nuorese-oristanese ( con carciofi , olive , piselline e carote ) la   zona di mia  madre   e  dei miei nonni materni . Nel video   sotto    trovate  la versione campidanese fatta la  variante   con agnello e patate 





Ma   come dice  http://www.sardiniapoint.it/6984.html



Ingredienti per 4 persone:

  • per la pasta sfoglia- 1kg di farina, meglio di grano duro
    - un bicchiere di olio d'oliva
    - sale e acqua tiepida.



  • panada di carne:
    - 750g di carne d' agnello
    - 750g di piselli
    - 250g di sugo
    - prezzemolo
    cottura 2 ore e 30'

  • panada di anguille:
    - 1 kg di anguille
    - pepe
    - 3 etti di pomodori secchi
    - prezzemolo
    cottura 45 minuti


Come preparare la pasta sfoglia
Versate in una terrina la farina e l'olio d'oliva, impastate con acqua tiepida e leggermente salata.

Dopo aver lavorato l'amalgama in modo energico  per circa un'ora, lasciatela riposare per un'altra ora.

Il condimento interno.
Per la panada di anguille: tagliate i pomodori secchi a pezzetti piccoli e tritate il prezzemolo; pulite le anguille prima di intaccarle in tre parti.

Per la panada di carne: passate i piselli nell'acqua e tagliate a cubetti la carne d'agnello.
A questo punto stendete la pasta formando due sfoglie circolari dal diametro di circa 35 cm e dallo spessore di mezzo cm: la prima servirà come fondo e la seconda, un po' più sottile, come "coperchio".
Posate la sfoglia per il fondo in una teglia a bordi alti e riempitela con prezzemolo, pomodori secchi e anguille, ripetendo la sequenza per almeno due strati. Seguite la stessa procedura per la panada di carne d'agnello, partendo dai piselli.
Ultimato il ripieno con una generosa spolverata di sale, chiudete con il "coperchio" e unite le sfoglie formando un bordo simile ad una treccia.
VarizioniSia nella panada di anguille che in quella di carne non è raro aggiungere le patate al ripieno: in entrambi i casi le patate si tagliano a dischi sottili. 

Un grazie speciale a zia Odilia



                                                          da / http://www.gennarino.org/

La    ricetta  è la stessa   anche per  quelle  piccole    foto a   sinistra  tipiche  ( ma   diffuse  anche  nelle altre parti dell'isola     con varie  varianti  del Sassarese e  della  Gallura  \ Monte  acuto  )   d'Assemini ma  oggi diffuse  ovunque
                                                                                                                                   






  • uova di pasqua ( quello vinto sabato alla lotteria del bar , vedere foto  sotto  a centro     ) 






  • . varie ed eventuali  in particolare  le formagelle   fatte  da mamma  eccovi  la  ricetta  la mia  foto  e la  ricetta presa  da questo  blog  http://manimpasta.blogspot.it

Il dolce tipico della Pasqua in Sardegna sono le formagelle, altrimenti chiamate "Parduas".L'ingrediente principale è il formaggio pecorino fresco, fatto al massimo da qualche giorno. Si possono fare sia solo di formaggio che formaggio e ricotta pecorina op solo di quest'ultimo  .

Ingredienti:
800 gr di formaggio pecorino fresco
200 gr di ricotta pecorina freschissima
tre rossi d'uovo
due bustine di zafferano 
200 gr di zucchero
200 gr di farina
la buccia grattugiata di tre arance
Per la sfoglia:
400 gr farina 00
un cucchiaio di strutto
acqua tiepieda
Per la decorazione:
miele e diavolini colorati
Preparazione:
La sera prima passate il formaggio nel mixer e grattugiatelo molto fine così: 
 
mettete la ricotta, il formaggio, la buccia grattugiata dell'arancio, i rossi d'uovo, lo zafferano in una conca o un grosso insalatiere e impastate con le mani, fino a ottenere un impasto omogeneo e di colore giallo, così:
 
mettete a riposo in frigo per una notte.
Impastate la farina con lo strutto e l'acqua per la sfoglia stendetela con il rullo e con un bicchiere fate una forma tonda sopra posatevi una pallina di impasto così:
 
Piegate i bordi così
 
riempite la teglia e infornate a 180° per circa un ora, devono essere ben dorate:

Andate fino a esaurimento ingredienti

Per  chi volesse altre ricette di dolci sardi  eccovi  un buon sito  con un ebook in pdf
http://www.manuscritto.it/ebook/Dolci_di_Sardegna.pdf

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget