Visualizzazione post con etichetta fanatismo culturale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta fanatismo culturale. Mostra tutti i post

19/03/14

Parigi, profanato il Sacre Coeur Gli anarchici (? ) imbrattano la basilica

Al di là dell'essere anarchici (  o di altra   forma  di pensiero )   o meno , credenti o non credenti ... é proprio la bestiale stupidità di questi atti, compiuti da pochi reietti, che allontana le persone da qualsiasi confronto     con le idee di questi fanatici miserabili. La vernice ce l'hanno nel cervello. Indelebile. Lo so che   tale articolo  è un concentrato di  luoghi comuni  ed  ostile agli anarchici  , in quanto i veri anarchici  , esperienza  personale  , odiano si  le  chiese   , ma  non  scenderebbero mai   a  livelli del genere  .
Lo riporto sia  perchè non  ne  ho trovati altri   su tale  news ,  e poi ho  subito un intervento ad  un dente   e  sono a dolori    non riesco a trovare la forza   di stare  molto a  pc  e  cercarne altri magari   meno carichi d'odio e di rancore  ,  forse più obbiettivi e  senza  preconcetti   \ pregiudizi  sugli anarchici  .

Indignazione per l'atto vandalico contro uno dei simboli della capitale francese, visitato ogni anno da 10 milioni di turisti.
Choc e indignazione in Francia per la profanazione della Basilica del Sacro Cuore, uno dei momumenti simbolo di Parigi. L'ingresso della celebre basilica di Montmartre, con vista mozzafiato sulla capitale, è
stato imbrattato da anonimi vandali con scritte rosso fuoco. Si tratta di slogan tipici dell'ambiente anarchico: 'Né Dio né Stato", "Fuoco alle cappelle", "Fuck tourism". Un atto vandalico che ha suscitato sdegno e indignazione tra i cittadini e i politici. "E' inaccettabile" ha dichiarato il sindaco uscente della capitale, il socialista Bertrand Delanoe. Il Sacre Coer è uno dei monumenti più famosi di Parigi, con circa 10 milioni di visitatori all'anno.

27/12/13

Giovane malata difende test su animali e riceve augurio di morte su Facebook La studentessa di veterinaria a Bologna: "Grazie alla vera ricerca oggi ho 25 anni". E piovono insulti e minacce: "Se crepavi a 9 anni non fregava a nessuno"




Solidarietà , pur non condividendo la sua scelta pro vivisezione \ sperimentazione sugli animali . Non è con la mancanza di rispetto e di dialettica che s'esprime il proprio dissenso

N.B come si può evidenziare  dal suo  diario su facebook  https://www.facebook.com/caterina.simonsen la  ragazza  è  vegetariana \ vegana  e  ama  gli animali e  Studia Veterinaria presso Università di Bologna

 








fonte   repubblica  online 

 


BOLOGNA -"Per me puoi pure morire domani. Non sacrificherei nemmeno il mio pesce rosso per un'egoista come te", firmato Giovanna. E solo uno degli "oltre 30 auguri di morte e oltre 500 offese" ricevuti su Facebook e denunciati da Caterina Simonsen, studentessa di Veterinaria all'università di Bologna, vegetariana, colpita da 4 malattie genetiche rare, e divenuta il bersaglio di estremisti animalisti sul social network dopo avere pubblicato una foto che la ritrae con il respiratore sulla bocca e un foglio in mano: "Io, Caterina S. - recita la scritta - ho 25 anni grazie alla vera ricerca, che include la sperimentazione animale.
Senza la ricerca sarei morta a 9 anni. Mi avete regalato un futuro".
Il post, rilanciato dalla pagina 'A favore della sperimentazione animale', ha totalizzato fino a questa mattina 2.690 condivisioni e 13.893 'Mi piace'. Ma ha suscitato anche una pioggia di "insulti, apprezzamenti, di tutto e di più", spiega la ragazza che con due video risponde a chi la attacca e lancia un appello a Partito animalista europeo, Lega antivivisezione (Lav) e Michela Vittoria Brambilla, affinchè si dissocino dagli auguri di morte e prendano provvedimenti.
"Se crepavi anche a 9 anni non fregava nulla a nessuno, causare sofferenza ad esseri innocenti non lo trovo giusto", è il messaggio di Valentina. Concorda Mauro: "Per me potevi pure morire a 9 anni, non si fanno esperimenti su nessun animale, razza di bestie schifose".
Insulti anche da Perry: "Magari fosse morta a 9 anni, un essere vivente di m... in meno e più animali su questo pianeta". Materiale che Caterina ha consegnato alla polizia postale, con nomi e cognomi degli autori dei post. "Non capisco


 il perchè di tanta cattiveria", replica la giovane. "Loro non sanno chi sia io, cosa faccia io, e probabilmente sono così ingenui da non sapere che tutti i farmaci che prendono, che danno ai loro figli e che danno ai loro animali sono stati testati sugli animali". Perchè è questo che prevede la legge in attesa di metodi alternativi altrettanto validi, precisa la ragazza prima di raccontare come si convive con le patologie di cui soffre.
 




30/09/13

Milano, non riesce a comprare un biglietto per i One Direction: tenta il suicidio. mma per qualcosa di più serio no :-)

musica consigliata :
you ain't seen nothing yet - Bachman Turner Overdrive e Rebel Rebel- David Bowie



lo so che non << (...) è giusto giudicare la vita degli altri, perché comunque non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri. Credo che per credere, certi momenti ti serve molta energia. Ecco, allora vedete un po' di ricaricare le vostre scorte con questo...>> da





Ma stavolta non ce la faccio .a rimanere indifferente e a non esprimere il mio parere su tale gesto scriteriato dovuto al fanatismo o alla paura d'essere mal vista dagli amici \ che che hanno trovato i biglietti o chissà cos'altro
  da  http://www.newsmusica.com/







Non è riuscita ad acquistare un biglietto per il concerto dei suoi idoli ed ha pensato di compiere un gesto clamoroso. E’ successo in provincia di Milano, dove una quindicenne ha minacciato di suicidarsi ed ha tenuto in apprensione e nel panico mezzo quartiere, tenendosi in bilico sul balcone dell’appartamento in cui vive al secondo piano.Giunti i genitori, in quel momento a lavoro, hanno presto chiamato la vicina stazione dei vigili del fuoco che hanno portato in salvo la ragazza scoprendo che l’atto estremo era dovuto al fatto che non era riuscita ad acquistare un biglietto per il concerto dei suoi idoli, i One Direction, in programma il 28 ed il 29 Giugno allo Stadio San Siro di Milano, i cui tagliandi d’ingresso sono andati letteralmente in sold out in meno di due ore dalla vendita.
unica  cosa  che  mi    sento  di  dire  , ovviamente   in tono sarcastico  , suicidati per cose più serie


Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget