Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta eventi. Mostra tutti i post

12/03/15

CANTO DI PRIMAVERA - A Trezzano s/Naviglio musica, arte e spiritualità sulle note di Renato Zero

Renato Zero e il sacro: binomio possibile? Madre Maria Vittoria Longhitano, presbitera della comunità episcopale "Gesù Buon Pastore" e prima donna sacerdote in Italia, è convinta di sì; e il 21 marzo 2015, a Trezzano sul Naviglio (Milano) propone un "momento di riflessione e passione" sul tema "Renato Zero: la ricerca del divino dietro le maschere della carne" (c/o Ri-MAFLOW, via
Boccaccio 1, ore 17.30). Madre Vittoria dialogherà assieme a Daniela Tuscano, autrice con Cristian Porcino del libro "Chiedi di lui - Viaggio nell'universo musicale di Renato Zero". L'evento sarà allietato dal violino di Jacopo Ciammarughi e si concluderà con un ricco buffet. Un modo diverso e stimolante per salutare l'arrivo della primavera.




                                                   Giulio Mezzanotti (DiTuttiColori, 11/3/2015)

10/11/13

intervista a Corben Sofia di www.psicotaxi.it





 Musica  consigliata   preda  dal  suo blog  e  non  : 1) Bill Withers - Ain't No Sunshine  :,  2)  Five blind boys of Alabama - Sins forgiven  .,  3)  Five blind boys of Alabama - Sins forgiven

 Inizio  questa  post  citando l'incipit o quanto meno  un pezzo del libro  in questione

libreria Feltrinelli di Milano   .  foto dalla bacheca di facebok dell''autrice


Appartengo a un'antica dinastia di stronze. La reincarnazione esiste. Sono la somma delle generazioni di vipere che mi hanno preceduto. Ero cattiva ancor prima di nascere." dal libro Psicotaxi - Ed. Unicopli di Sofia Corben ;)



Ora cazzeggiando in  rete   e su facebook  scopro   che  la mia amica  del blog  psicotaxi.it di  lei avevo    già  parlato  ( me  n'ero  anche  dimenticato    )  .  Colmoquesta mia lacuna  con   url   qui sotto   del mio vecchio  post

Ora  apprendendo  dal suo   facebook Psicotaxi Story e dal  suo sito  

Psicotaxi diventa un libro in una collana di narrativa: Metropolis per le Ed. Universitarie Unicopli. Nella stessa scrittori del 900, come Massimo Bontempell (http://it.wikipedia.org/wiki/Massimo_Bontempelli ) giornalista di guerra, amante del Surrealismo, scrisse sulle principali testate italiane e Saggi per La Terza, Mondadori, ecc.... Per me è una gioia pubblicare nella stessa collana, accanto a uomini che hanno amato la parola, vissuto e sofferto, quando ancora neppure esistevo. Mi dà il senso della memoria. Per me, che non ho una grande fiducia in me, insomma è un grande piacere. Ne sono felice sorridente
e ci  ho trovato anche questo articolo  (  vedere  foto  sopra ) quest'articolo di repubblica edizione milano del 17\4\2013









ma soprattutto , mentre cercavo ispirazione per l'intervista , trovo   non ricordo  se  da lei o in giro per la rete  la trama del suo libro . Un taxi di notte entra nelle vite delle persone. È lo Psicotaxi, ovvero la tentazione di alleggerire il bagaglio dei segreti con un compagno di viaggio incontrato per caso. Succede quando i clienti scoprono che il loro autista è una donna con una laurea in Filosofia. È il viado che una notte viene ritrovato morto, strangolato e, secondo la polizia, la tassista c'entra qualcosa..."Eppure, mi bastava la patente",dice Sofia Corben, che solitaria percorre le trame della città e delle vite dei passeggeri, come quella di vecchio cinese, con una lunga treccia bianca e sfilacciata, che stringe al petto un misterioso fagotto, o, come Monica, unghie laccate, polpacci da ciclista e una quarta di seno. 
dopo questa premessa ecco l'intervista rilasciatami    dalla  gentilissima  e solare ( anche se  solo  via email   visto le distanze   , lei sta  sulla terraferma io  su un isola  ) autrice 




In questa   tua foto hai scritto come didascalia : << Non lavoro di   domenica, è contrario alla mia religione! E il fatto che sia atea è un dettaglio. Sono una non cattolica praticante. ->> di che religione sei allora   ? 

da http://www.psicotaxi.it/le-mie-foto/

Nessuna. Essere atei significa proprio questo, però, non sono anticlericale. Ho un grande rispetto per chi ha fede. Conosco parroci in prima linea, come Don Vittorio dell'Ospedale Niguarda di Milano, che con la raccolta di tappi di plastica costruisce pozzi in Kenya, in Tanzania. Ne ha già raccolti 615 tonnellate. Inoltre ho amiche Arabe, anche loro sono molto religiose ma c'è sempre un confronto che parte da una reciproca accettazione. La tolleranza è una scelta, si può imparare a non giudicare. 

E' per quello che hai detto a maxgazetta.it  l'anno scorso , che preferisci continuare a fare la taxista e non hai scelto di fare concorsi per insegnare o simili ? oppure c'è dell'altro ? 
potrei anche farli, mi sono laureata tardi. Sono sempre stata un pessimo studente. Mi ha sorpreso che un editore che collabora con l'Università e pubblica Docenti Universitari mi abbia proposto di pubblicare. A volte i cattivi studenti funzionano! 


come ci si sente a fare , almeno da q quelle poche volte che ho preso il taxi , visto che generalmente anche nelle grandi città vado a piedi , un lavoro maschile ?
 non credo ci sia un lavoro maschile o femminile. Il lavoro è lavoro, diciamo che storicamente è stato svolto da uomini ma, purtroppo, per ogni professione è così 

il'episodio più brutto 
quando vedo gli incidenti. Mi mette sempre una tensione sgradevole, soprattutto il piacere macabro di quelli che si fermano a guardare. Ricordo una nonna con due bambini rimase ore, io ero imbottigliata nel traffico, prima di andarsene disse ai bimbi che non era giusto fermarsi a guardare!

l'episodio più bello  
 Il più bello con una persona molto creativa e intelligente. Sono felice di averla aiutata ad entrare in contatto con un Editore. Sono molto generosa quando riconosco negli altri la bellezza del talento e poi mi piacciono le persone sincere, è una questione di sintonia...
 quello più curioso


 che ne pensi delle liberalizzazioni dei taxi ?

L'argomento richiederebbe una discussione articolata. In generale, non sono per il liberismo sfrenato ma per una politica al servizio del mercato, invece avviene il contrario. Se vogliamo liberalizzare dobbiamo tutelare i lavoratori e non creare nuove forme di sfruttamento ma questa è solo la mia opinione. Ognuno ha la propria e le rispetto tutte, quello che però detesto è la superficialità dei dibattito politico, ormai è solo una rissa da bar che promuove la guerra tra poveri, vale per ogni argomento ed è svilente. Diffido da chi vuole salvare il mondo ma credo che ognuno di noi dovrebbe cercare di essere migliore. Siamo tutti un ingranaggio del sistema.

lavori solo di notte oppure qualche volta ti è capitato anche di giorno ? Se si ci hai trovato qualche differenza ?

Faccio volontariato con le donne straniere, le aiuto a prendere la patente ma sono una solitaria, non faccio testo nella mia Categoria, è il bello di questo lavoro: non accollarsi i colleghi rompi scatole o un capo ma c'è pur sempre il traffico e lo stress, anche per questo mi piace la notte.


hai mai portato vip o politici ( politicanti ) ?
ti rispondo con una riga del mio libro: "I tribunali sono come i taxi, riempiti dell'umanità più varia" [Psicotaxi Ed. Unicopli]

mandatami via  @  dall'autrice stessa 

Ma Ora basta , non vorrei annoiarti o finire per farti domande banali e scontate , parlare di lavoro parliamo del tuo salto di  da taxista a scrittrice . 
è solo il primo libro. Avevo già delle pubblicazioni alle spalle, per lo più racconti su riviste e quotidiani. Ovviamente vorrei continuare. Vedremo...

come mai Sofia Corben ? e da dove nasce questo 

pseudonimo ?

Voglio scrivere di ciò che conoscono, il mio personaggio è una tassista ma non volevo l'autobiografia, non sono mica così importante. Allora ho usato ho creato trame e avventure per un alter ego, ecco perchè uno pseudonimo. Ho una formazione filosofia Sofia, la cui etimologia è correlata alla Filosofia. 

come è avvenuto il salto dal blog al cartaceo ?
 è stato l'editore a contattarmi, anche per i giornali, per la mia partecipazione ad incontri e dibattiti, l'anno scorso sono stata ospite come blogger al Festival del Giornalismo Internazionale, un evento molto prestigioso. Mi hanno invitato loro. Non ho santi in Paradiso, vengo dal basso e ho solo fatto un grandino in più. Una volta ero ambiziosa e tormentata, oggi, voglio divertirmi mentre faccio ciò che amo: è questa la mia ambizione.


Non è che qualche cliente si riconosca nei tuoi racconti visto che : << Ha iniziato ad ascoltare, e a raccontare, a partire dal 2007, quando ha aperto il blog: uno spazio in cui «spiffera» al mondo i nipotina di Scerbanenco,«mezza donna e mezza macchina»segreti inconfessabili che ha raccolto, archiviato, romanzato.>>   da (  http://www.psicotaxi.it/rassegna-stampa/ )

Non è una cronaca, sarebbe noiosa... M'ispiro alla realtà ma il resto lo fa la fantasia, altrimenti come potrei costruire un delitto, un colpevole una trama, come ho fatto in questo libro.

colonna  sonora  del  tuo lavoro  ?
nessuna risposta  . Evidentemente  le  vanno bene  le canzoni citate  all'inizio   di questo  post  intervista
qualche cosa  da rettificare   \  d'aggiungere

 non risponde   e  partita  con  il  suo taxi verso l'isola  che non c'è

concludo andando ad ascoltarmi il cd doppioThe Bootleg Series Vol. 7: No Direction Home: The Soundtrack. colonna sonora  del film omonimo ( no direction home   )  di  Martin scortzese  

29/04/12

come passa il tempo il gruppo www.testedatagliare.it fa 10 anni



come miele per le api

Tutto è nato da un appuntamento già fissato per festeggiare i 10 anni di conoscenza di un gruppo di amici di tutta Italia (ovvero noi, testedatagliare, che ci siamo incontrati grazie all'ascolto di Jack Folla nella trasmissione radiofonica Alcatraz - Un uomo nel braccio della morte, ideata da Diego Cugiae andata in onda su Radio 2 Rai)... ma essendo tali amici da sempre sensibili alle tematiche ambientali, sociali, ecc. (in ciò probabilmente hanno a suo tempo trovato il “collante” di questa intensa unione ideale ed è con questo spirito che, in gran parte, hanno costruito e vissuto le proprie vite in questi anni) abbiamo pensato di farne un evento pubblico dedicato al tema della decrescita felice, per estendere a più persone quella che noi crediamo possa essere non solo una buona, ma anche una necessaria pratica di vita.

Da quando abbiamo incominciato a intessere contatti chiedendo la collaborazione di diverse realtà, siamo improvvisamente diventati come miele per le api ricevendo telefonate da persone che hanno chiesto di poter partecipare. E’ evidente che in questo tempo la tematica è fortemente sentita e per noi è un grande piacere pensare ad un momento di confronto e crescita su questo tema da condividere il più possibile.

Una specie di “m'illumino di meno” in versione primaverile quindi, organizzato per crescere ancora assieme nella felicità di riabbracciarci dopo tanto e condividendo questa esperienza con altre persone per uno stimolo ad uno stile vita più consapevole (e anche per far conoscere Montecarotto e le realtà locali).

Se nel caso non leggeste bene o cliccandoci sopra non vi si apre , Il programma dell'evento, pressoché definitivo, è scaricabile qui.

A breve verranno inserite altre pagine utili ai contatti con i b&b e agriturismi della zona e un forum di contatto per il mercato del baratto e per organizzarsi in car pooling.

A prestissimo!!

Per info e indicazioni:
info@testedatagliare.it - 3394092848

23/02/09

l'ultima gaffe (? ) di Silvio dìsi è già dimenticata ?

Dal  cdv  www.youtube.com/user/vlang61



 


CARO BERLUSCONI NON SI PUO' SCHERZARE SU' CRIMINI PERPETRATI SULL'UMANITA', IN ARGENTINA HANNO VERAMENTE APERTO GLI SPORTELLI DEGLI AEROPLANI E HANNO DAVVERO BUTTATO GIU' I DISSIDENTI, QUALE SARA' LA PROSSIMA BATTUTA  CHE NTIRERA'  FUORI   NEI SUI SPETACOLI 
CON GLI EBREI HANNO FATTO IL SAPONE ! CON I NEGRI HANNO FATTO LA CARTA CARBONE!
NON SE NE PUO' VERAMENTE PIU' DI SENTIRE CERTE  CAZZATE[  PAZZESCHE AGGIUNGO IO  ]  DA IGNORANTE PERCHE' IGNORA   BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! .

Ma  soprattutto  cambia  scusa   e e smettuiloa di  dire  << si tratta di «un attacco calunnioso e assolutamente ingiustificato su un finto caso che provoca indignazione >>  e  o pensa  prima di sparare  le  tue  solite  fessetrie  che ormai  non fanno più ridere   nessuno (  se  fossi un comico  ti  tirebbero  pomidoro )  o    cerca  d'essere  comprensibile  quando  fai battute  pitrali (  da cimitero     come dsi dic e dale mie parti  ) oppure     che  è meglio  kmetti a tacere la  tuia becera  ironia 



Approfondimenti

  P2 e  licio  gelli 



Argentina   e desaparesidos 

in  argentina  www.storiain.net/arret/num84/artic3.asp

it.wikipedia.org/wiki/Desaparecidos
(con varie news  perchè  non  è  un fenomeno solo argentino ma  di tutta  l'america latrina     )      dalal stessa pagina  ecccovi uklgteriori apprpfondimenti


Film 


Fra i numerosi film che trattano il tema dei desaparecidos:




Narrativa 


Romanzi e racconti che trattano, ricordano o sono legati all'argomento:




Musica 


(in ordine cronologico)



22/02/09

oligopolio mediatico in sardegna

 a chi mi dice , lo so che non dovrei neppure  replicare   e a  gente  che ha  il prosciutto  sugli occhi  e  si beve  tutto quello  che  dice la  tv  e i media del padrone   e del potere  , ma   sono testardo  e  utopista  oltre che donchisciottiano    oltre  che per  un a corretta  informazione   (  non importa se a  destra  o  a sinistra  )    nel post    su renato soru   sono stato   fazioso      vedete questo video   girato  dalla  tv  pandora   di  Giulietto chiesa    e   poi ditemi voi  .





L'oligopolio in Sardegna
from Pandora TV on Vimeo.


--- (....)  Ecco  ciò che  non mi piace  dei giornali  [  e  tg e i suoi approfondimenti e rubriche  ] , non sai mai  chi    dic ela verità  .
 ---  forse  nessuno nessuno
---Meglio non leggerli allora
--- e  rinuiciare  all'informazione  allora  '
-----Per me potrebbero anche chiuderli tutti se  chi m'informa dice solo bugie  è meglio che stia zitto
----  e  chi stabilisce  qual'è la verità ?
-----la verità  è nei fatti e non nelle congetture  ma  per  raccontare i fatti ci vuole  obbiettività
---- senza  obbiettività  non c'è buona informazione    e senza  buona  informazione non c'è libertà di stampa  e neppure [ vera ] democrazia
------Non è  pèroprio cosi che stanno le cose  (..)
------e questo è male  (....) 
-----molto male
---- che cosa  c'è più importante dell'obbiettività ? sentiamo 
--- La pluuralità 
----. che  i gornali  [  e  le televisioni ]   sia  obbiettivi  o faziosi   non contaq  . l'importante  e che nessuno   sin erga  garante dela obbiettività    dell'informazione  e che  ogni uno  possa  dire  [ e scrivere  ]  ciò che ritiene più  giuisto  ed  opportuno  .
--- anche se non è vro  ?^
---- dev'essere chi legge[ e  ascolta  ]   a stabilirlo n  , magatri dopoi   dopo aver consultato più  di una  fonte  . D'altra parte  distinguiere   tra  verità  e mistificazione  ? 
(..)

 Dylan Dog   "  i professionisti  "  n  269 pag   5-7


12/02/09

Senza titolo 1259


 Parigi,5 Feb


Duecento anni fa nasceva in Inghilterra uno degli uomini che piu' ha rivoluzionato la storia del mondo. Armato solo di una penna, Charles Darwin riusci' a forgiare una nuova concezione della natura e dell'umanita, suscitando un dibattito che ancora oggi appassiona milioni di persone: l'evoluzione e l'origine della specie. Il bicentenario del 12 febbraio (1809-2009) sara' festeggiato in tutto il mondo con dibattiti, spettacoli e cerimonie ai quali parteciperanno i piu' grandi scienziati e studiosi contemporanei che continuano a studiare quell'"Origine delle specie" che fu la principale opera di Darwin (1859). Nel libro lo scienziato esponeva la sua idea di evoluzione attraverso la cosiddetta "selezione naturale": la mutazione delle specie e' guidata da individui che hanno ereditato caratteristiche che permettano loro di dominare, di sconfiggere i piu' deboli che inevitabilmente si estingueranno. "Nella lotta per la sopravvivenza", scriveva Darwin, "i piu' forti vincono a discapito dei loro rivali, poiche' riescono ad adattarsi meglio all'ambiente" in cui vivono. Diversi scienziati di quell'epoca descrissero le parole di Darwin come un raggio di luce, una semplice ma brillante illuminazione.
  Nella sua seconda opera, Darwin affronto' la teoria dell'origine e dell'evoluzione dell'uomo decrivendolo come una particolare specie animale, piuttosto che una creatura creata a immagine e somiglianza di Dio. Affermazioni che gli costarono diverse critiche in ambienti ecclesiastici.


Lo studio di Charles Darwin


 


Quello che vedete in alto è lo studio di Charles Darwin, così come fedelmente ricostruito da Angelo Cucchi per la mostra Darwin,1809-2009 al Palazzo delle esposizioni di Roma per i duecento anni dalla nascita, che appunto cadono domani e visitabile fino al 3 maggio (dal 4 giugno al 25 ottobre sarà a Milano e dal novembre 2009 al marzo 2010 a Bari) .Si chiama semplicemente Darwin 1809-2009 la mostra organizzata in collaborazione con Codice Cultura (gli stessi del Festival della Scienza di Genova) che ricalca quella allestita dall’American Museum of Natural History di New York. La sua biografia, lo sfondo dell’Inghilterra dell’epoca, il suo viaggio intorno al mondo di cinque anni, la sua avventura umana e i suoi legami familiari sono il filo conduttore che accompagna lo spettatore nel racconto della “nascita di un’idea rivoluzionaria”, come affermano gli organizzatori.A Milano dal 13 febbraio al 13 marzo a villa Lonati si tiene la mostra “Darwin: orchidee in evoluzione”, (qui il file pdf con la brochure dell’iniziativa) che affronta la tematica dell’evoluzione attraverso le orchidee, fiori oggetto degli studi di Darwin. Intanto al Piccolo Teatro, fino al 27 Febbraio, va in scena Darwin… tra le nuvole, spettacolo nato da un’idea dell’epistemologo Giulio Giorello e di Luca Boschi, professore di Fumetto e Cinema d’Animazione, che narra “la storia vera di un uomo fuori dal comune”.Ricchissimo il programma del Darwin Year di Ferrara nella sede del Museo Civico di storia naturale ospita, a partire dal 12 febbraio e fino a fine anno, feste, conferenze, mostre e dibattiti sullo scienziato inglese. Per altre date, eventi e città si può consultare Pikaia, il portale dell’evoluzione, che offre un calendario degli appuntamenti aggiornato in tempo reale.



Londra celebra il bicentenario della nascita di Darwin


Una copia di una prima edizione del libro Sull’origine delle specie (Copyright Natural History Museum)


Celebrazioni, eventi, commemorazioni, feste e mostre di tengono in tutto il mondo, dalla Grecia al Guatemala, dalle Filippine alla Germania, dal Canada al Messico. Un evento sicuramente di rilievo è costituito dalla mostra, la più grande mai dedicata a Charles Darwin, del Museo di Storia Naturale di Londra dal titolo Big Idea. Il viaggio sul brigantino Beagle e lo studio in cui lavorò per decenni a Down House, la residenza dei Darwin nel Kent a un’ora dalla capitale, sono ricostruiti meticolosamente e in mostra c’è anche una preziosissima prima edizione dell’Origine delle specie. Se andate a Londra non ve la perdete: chiude il 19 aprile.

10/02/09

Tra foglio e matita...

Trascinatore di folleIl bello del disegno è che libera la mente e spazia tra temi vari senza difficoltà e costrizioni...


La punta di una matita passa dove il dito non riesce...e TRA FOGLIO E MATITA...esistono infiniti mondi...


 


Venite a trovarmi...


 


VI ASPETTO!!!

28/12/08

Senza titolo 1127

Image and video hosting by TinyPic


COMPLEANNO CENTENARIO


Oggi, 27/12/2008 in Barcellona P.G. (ME),
è stato festeggiato il compleanno centenario della Sig.na GRAZIA MAIMONE.
I festeggiamenti si sono aperti con la celebrazione della S. Messa, svoltasi presso la chiesa dell'Immacolata Concezione.
La S. Messa è stata celebrata da don Agostino Irlandese, un prete Salesiano unico nelle celebrazioni, in quanto ci mette il cuore, sì perchè a differenza di molti altri, la Messa non la legge o recita, ma la dice proprio col cuore, coinvolgendo tutta la comunità.
Erano presenti tutti i nipoti, pronipoti , cugini e la sorella Giovanna della veneranda età di 92 anni.
Dopo, tutti i partecipanti hanno continuato i festeggiamenti con un banchetto presso il ristorante "Conca d'Oro", dove sono anche sopraggiunti il Sindaco dott. Candeloro Nania ed il vicesindaco, che hanno regalato alla festeggiata, Sig.na Grazia Maimone, una targa in ricordo del bellissimo e raro evento.


E' stata un'esperienza bellissima, anche perchè la festeggiata ha partecipato cosciente.


Nonostante l'età e considerando che il suo udito non è più molto funzionante, ha seguito benissimo tutta la funzione  religiosa.


E' stato molto emozionate.  


Tantissimi AUGURI ancora a GRAZIA MAIMONE e.......altri 100 anni ancora!!!


 

10/08/08

Le guerre nel Mondo. Iraq: per non dimenticare mai!

La guerra in Iraq continua senza sosta.

I morti fra civili inermi innocentie e le varie armate che combattono, non si contano più. I media, le informazioni sono celate, nascoste dai "potenti della terra". Si muore ancora, si muore in tanti con l'indifferenza quasi totale dal resto del mondo.

Questo video che ho realizzato è un piccolo contributo "per non dimenticare".

Sensibilizzare i politici del nostro strano Paese? Certo! ma penso che la teatralità mediatica messa in campo in questi anni, abbia portato molta parte degli italiani a seguire in modo più menefreghista, con le trasmissioni "prendi tempo e non dici nulla", come "il grande fratello", "l'isola dei famosi", "buona domenica", e le tante soop o trasmissioni della coppia De Filippi-Costanzo.

Grazie Amici per la Gentile attenzione e... abbiate sempre presente che "i ricchi e potenti con le mani sporche di sangue", non stanno dando nessuna tregua. La prossima potrebbe essere la nostra nazione, ancora peggio un conflitto con giochi d'interessi da portare alla terza guerra mondiale. Non è fantascienza, basta pensare all'abbattimento delle "Torri Gemelle" e alle reali responsabilità... ma tutto tace perchè il denaro compra tutto. Tutto!? Guardatevi le Olimpiadi... meglio non pensare al brutto che ci circonda, all'orrendo che capita in Cina... meglio comportarsi con il gioco che ci hanno insegnato i potenti: fare come gli Struzzi.

Con Amicizia e Rispetto

Gentleman (Morris)


30/07/08

Addio oro e travertino. Ecco la chiesa gonfiabile!

Messe volanti sulle spiagge, prima esperienza a Cagliari

Ma non tutti sono d'accordo e sul sito della diocesi fioccano le proteste

Addio oro e travertino

Ecco la chiesa gonfiabile













Addio oro e travertino Ecco la chiesa gonfiabile

La costruzione di una chiesa sulla spiaggia di Bibione nell'estate dello scorso anno



dal nostro inviato JENNER MELETTI :

CAGLIARI - Sono emozionate, le Sentinelle del mattino. «Ragazzi, è bellissima. L'abbiamo appena ritirata dalla ditta che ce l'ha costruita. È un capolavoro». Sono emozionate, queste Sentinelle (chiamate così da papa Wojtyla che disse loro: «Giovani, voi stessi siate gli apostoli degli altri giovani»). Sulla spiaggia del Poetto a Cagliari stanno per montare la prima chiesa gonfiabile poggiata sul suolo italiano. Lunga trenta metri, larga quindici, colori nero e fucsia che non ricordano certo le cattedrali romaniche. È completa di altare, abside, confessionali. Cinque compressori, in cinque minuti, permetteranno di "costruire" una chiesa che nei secoli passati richiedeva decenni, se non secoli, di lavoro.

Una domanda è d'obbligo. Era proprio necessaria? "Ci serviva - risponde don Andrea Brugnoli, il prete delle Sentinelle, da anni impegnato a evangelizzare in luoghi insoliti come gli autogrill, le spiagge, le discoteche - un luogo sacro dove poter accogliere i giovani che la notte sono alla ricerca di Dio. Non sempre c'è una chiesa, accanto ai luoghi del divertimento e della movida. E allora abbiamo fatto questo investimento, con la chiesa gonfiabile. Ci costa tanto, decine di migliaia di euro, perché è stata progettata e costruita esclusivamente per noi. Ma non sarà usata solo in Sardegna: dopo Cagliari, andremo su altre spiagge: a Campomarino di Tremoli, a Bibione, a Ravenna. Sì, lo so che c'è qualche polemica. Qualcuno ha detto che dopo la chiesa gonfiabile arriveranno anche i cristiani gonfiabili, ma noi questa scelta l'abbiamo fatta con serenità. L'abbiamo deciso l'anno scorso, a Bibione. Anche là, durante l'opera di evangelizzazione, non c'era una chiesa vicina e allora l'abbiamo costruita, con i tubi in ferro, legno, teli. È stata una vera fatica ma in una sola sera in quella chiesa improvvisata sono entrati più di mille giovani".

Ancor prima che la chiesa sia gonfiata, c'è già chi parla di degrado della liturgia. Nello stesso sito ufficiale della diocesi di Cagliari - il cui arcivescovo, Giuseppe Mani, ha chiamato le Sentinelle - c'è chi si scatena contro questa cattedrale di plastica. "Terribilis est locus iste: hic domus Dei est, et porta caeli". Il fedele che si firma L. J. C. ricorda "l'introito della S. Messa per la dedicazione di una chiesa". "Terribile, o importante, è questo luogo. Questa è la casa di Dio e la porta dei cieli...Queste parole ci spiegano cosa si debba intendere per chiesa. Oggi invece si propone questa chiesa gonfiabile, piazzata in mezzo a ombrelloni, materassini e annesse nudità varie... Se i bagnanti vogliono andare a messa, si vestano da fedeli e vadano nella chiesa più vicina che spesso - è anche il caso della spiaggia del Poetto - non dista certo centinaia di chilometri". A L. J. C. fa eco, "con fraternità", Caterina. "Passare dall'Arca tutta d'oro, con cherubini e tabernacolo, a una plastica gonfiabile dove tenere l'Eucarestia, il mistero dei misteri, lo trovo veramente squallido".

Il sacerdote delle Sentinelle non si scompone. "La messa - dice -non è prevista, l'adorazione del Santissimo sì. La nostra chiesa sarà aperta dalle 23 alle 3 della notte e come tetto avrà la luna e le stelle. Non c'è copertura, infatti, nel nostro luogo sacro. Noi crediamo di avere fatto una cosa bella che speriamo sia gradita al Signore, il quale merita sempre il meglio". Per "favorire l'incontro fra Gesù e i giovani" le Sentinelle della notte le hanno provate tutte. Hanno celebrato messe negli autogrill, hanno costruito cappelle per l'Adorazione sulle spiagge e nei viali della movida. "Per fortuna - dice don Brugnoli - nella fede non c'è il copyright". E allora dagli Anglicani ha preso l'idea degli "inviti a cena con Gesù", dove si mangia gratis e alla fine c'è un prete che parla di Cristo, del diavolo, del peccato e della conversione. "Le parole più importanti Gesù le ha pronunciate a tavola", sottolinea.

Dall'Inghilterra arriva anche l'idea della chiesa gonfiabile. Oltre la Manica è ormai una moda, per chi ad esempio non vuole costringere gli invitati a un matrimonio a spostarsi dalla chiesa al luogo del ricevimento. Si affitta la chiesa, si monta sul prato della villa, chiama un sacerdote. Ci sono anche tariffe precise: per un giorno, 3 mila euro. Per 2 giorni, 4.200. Per un weekend, 7.850 euro. Ma là - e anche in Spagna - i "gonfiabili" sono diventati quasi una mania. Ci sono non solo le chiese, ma anche le discoteche, i night club, le sale da gioco. In pochi minuti, in occasione di feste o sagre, si può allestire un mezzo paese.

Per ora, in Italia, è arrivata la prima chiesa. Chi rimpiange le pietre e i marmi, durante la preghiera avrà comunque una chance. Non ci sono tegole, nella chiesa di plastica, nemmeno finte. Guardando in alto, si potranno ammirare le stelle.

(26 luglio 2008)

Fonte articolo e immagine: Repubblica.it




 


Le mie considerazini sono molto brevi: attendo che dopo la realizzazione del Cristo morto in croce (ovviamente da gonfiare tipo ciambella per coloro che non sanno nuotare), dove metteranno il punto per soffiarci dentro??? Beh! vi sembra poco!? potrebbero scatenarsi tutti i moralisti teologi che stanno in Vaticano! Dovranno disporre di un cerimoniale solo per quello. Ma se il punto per gonfiare il Cristo fosse??? Insomma... non voglio sbilanciarmi indicando quale potrebbe essere "IL POSTO DOVE METTERE LA BOCCA E GONFIARE CRISTO". Qualunque sia il luogo di entrata o di uscita, sono convinto che scoppierà un puttiferio teologico.

A VOI AMICI LA SENTENZA... O MEGLIO IL VOSTRO PARERE RIGUARDO QUESTA INIZIATIVA

Con Amicizia e Rispetto

Gentleman -  (Morris) =^-^=

24/04/08

V - DAY MILANO 25 APRILE

http://www.tuttovday.com/


 


DOMANI A MILANO IN PIAZZA CAIROLI SECONDO V - DAY


dalle 18 alle 21


LIBERA INFORMAZIONE IN


LIBERO STATO!!!!


ho letto che ci sarà la musica di De Andrè.... sarà spettacolare sicuramen

30/06/07

aiutiamo www.ammazzatectutti.org

ricevo ed  inoltro questo drammatico SOS dagli amici di Locri ( vedere l'approfondimento sotto per saperne  di più )  che sono la dimostrazione  diun antimafia dal basso e di quanto  si gridava dopo  l'eccidi di Falcone  e Borsellino  : <<

NON LI AVETE UCCISI - LE LORO IDEE CAMMINANO SULLE NOSTRE GAMBE." "LA MIAFIA UCCIDE IL SILENZIO PURE  >>

Carissime amiche, carissimi amici,


se un anno e mezzo fa, quando scendevamo a manifestare per la prima volta pubblicamente contro i mafiosi per le strade di Locri, ci avessero detto che oggi saremmo diventati quello che effettivamente siamo, non ci avremmo mai creduto. Ed invece siamo qui, ad aver costruito mattone su mattone, passo dopo passo, un grande Movimento antimafia che oramai ha varcato i confini sia della semplice mobilitazione, sia della Calabria.
Siamo passati, seppur con mille difficoltà ed insidie, dalla fase della protesta a quella della proposta. E per questo veniamo oggi a scriverti questo messaggio nella bottiglia, questo appello a sostenerci, ad aiutarci a continuare ad esistere e diventare sempre più incisivi nelle nostre lotte di civiltà.Essere persone libere paga, ma la libertà ha un costo, ovviamente, e la nostra scelta di non legarci politicamente ed economicamente a nessun carro per poter essere veramente liberi di dire,fare e denunciare ci vincola all'autofinanziamento.
L'impegno contro tutte le mafie di tutti noi ragazzi e ragazze del Movimento Ammazzateci tutti è volontariato sociale (per sapere qualcosa in più su quello che è Ammazzateci tutti puoi dare un'occhiata in fondo a questa e-mail), ma il sito internet, il forum, uniti alle centinaia di biglietti del treno per incontrare i ragazzi nelle scuole di tutta Italia, nel momento in cui abbiamo deciso di non bussare alla porta di nessuna regione, provincia o comune per avere alcun contributo o finanziamento, diventano un impegno per il quale è fondamentale l'aiuto ed il sostegno di più gente possibile.Pertanto chiediamo, non tanto ai ragazzi quanto agli adulti, un piccolo contributo economico per poter continuare liberamente la nostra missione di cittadinanza. Perchè un Paese fatto di silenzi ed omertà non è un Paese democratico. A noi, a voi il compito di rompere, di scegliere, di impegnarsi, spendersi.Vorremo strutturarci, stampare e diffondere gratuitamente materiale informativo sulle mafie in tutte le scuole d'Italia. Vorremmo far sì che il maggior numero possibile di quelli che oggi sono bambini e ragazzi e domani la futira classe dirigente di questo Paese sappia scegliere: se stare dalla parte della legalità e dell'onestà, o dall'altra.Ma questa rivoluzione culturale non possiamo vincerla certamente armati solo di belle parole e buone intenzioni.
Vogliamo, dobbiamo fare crescere il Movimento in tutt'Italia, non solo nei cuori della gente, ma nelle strade, nelle città, con dei veri presidi di legalità. Ecco il perchè perchè dell'autofinanziamento, perchè siamo convinti che con l'aiuto ed il sostegno di tutte le persone che, per dirla con il giudice Giovani Falcone "fanno il tifo per noi", questa partita possiamo davvero vincerla.



                     Non lasciaMOci soli!

 








13/06/07

Per comprendere cos'è un'emergenza.

venerdì 15 giugno 2007 ore 18
Napoli la Feltrinelli
via San Tommaso D'Aquino 70-76


Immagine1

Il sistema dei rifiuti in Campania


a partire dal libro-inchiesta di
Alessandro Iacuelli, Le vie infinite dei rifiuti. Il sistema campano
ne discutono:
Francesco Bassini un blogger attento ai problemi della città
Antonio Risi urbanista, esperto di questioni ambientali
partecipano: Marco Rossi-Doria (decidiamo insieme); Massimo Mendia (operatore del settore); Sabina Laddaga (rete campana salute e ambiente).

sarà presente l'autore.


L'inquinamento costante e sistematico dell'ambiente e dei suoi abitanti sta cambiando la morfologia del paesaggio, rendendolo ormai molto simile ad una grande discarica. Ciò che è visibile ad occhio nudo, tuttavia, non basta per comprendere un fenomeno molto più complesso, il cosiddetto "business dei rifiuti".

Nel desolante paesaggio generale emerge Napoli, che agonizza soffocata dalle esalazioni dei rifiuti urbani, e la Campania, che muore avvelenata da materiali tossici, dalla politica compiacente e dalla criminalità che la assedia.
"Le vie infinite dei rifiuti" è un'inchiesta giornalistica che ricostruisce il viaggio e lo smaltimento dei materiali tossici verso la Campania e le motivazioni concrete dell'ormai cronica "emergenza rifiuti" della regione.



dalla IV di copertina
Iacuelli ha scavato nelle radici di questa imbarazzante pagina della storia del nostro Paese ricostruendo nei dettagli il percorso che le ecomafie hanno fatto in quindici anni per conquistare il "potere" sul territorio e garantirsi introiti stratosferici attraverso traffici illegali che avvengono sotto gli occhi di tutti e senza che nessuno muova un dito per fermarli. Soprattutto quelli che avrebbero il dovere di farlo. Perchè la soluzione - anzi, le soluzioni - ci sono eccome. E Iacuelli non le tace, così come non manca di ricordare nomi, circostanze, luoghi e omertà che inchiodano i responsabili di questo scempio davanti all'opinione pubblica senza possibilità di sconti. Un'inchiesta, dunque, che consente a chiunque di vedere lucidamente i contorni del problema ed arrivare a capire qual è oggi il vero "oro di Napoli". E poter guardare negli occhi gli autori di questa vergogna senza alcun timore. Elena G. Polidori (La Nazione)



l'autore
Alessandro Iacuelli è giornalista free lance. Fa parte della redazione della testata on-line Altrenotizie, per la quale ha curato tra l'altro, inchieste sull'emergenza gas dell'inverno 2005/2006, sul nucleare in Italia e sui rifiuti tossici e le ecomafie in Italia meridionale.
Di origine napoletana e laureato in Fisica, da anni si sta occupando a tempo pieno della particolare "emergenza" che vive la Campania da quasi 15 anni, tornando a seguire la "sua" terra, il commissariamento straordinario dei rifiuti, le attività ecomafiose legate alla presenza camorristica, e l'aspetto sanitario che sta provocando un aumento dei casi di cancro nella regione.



il libro
Titolo Le vie infinite dei rifiuti. Il sistema campano
Autore Alessandro Iacuelli
Anno 2007
Editore Altrenotizie.org / Lulu
ISBN 978-1-84753-184-1
altre info http://rifiuti.alessandroiacuelli.net

16/05/07

Senza titolo 1829


Passiamo a cose più allegre   che  è meglio và

Iniziamo con un video commento  sulla  prima tappa a cronometro quella di Caprera-maddalena    preso dallo spazio  youtube  di Mario Pischedda  alias  PIXEL1mariopischedda che trovate qui non capisco il perchè non mi riesce  a metterlo  qui  su splinder 


Eccovi il mio reportage sulla vigilia fra la prima e la seconda tappa e la 2 tappa del 90 giro d'italia .







Sabato 12



La Notte Rosa , manifestazione clou delle iniziative di preparazione alla data di domenica . Oltre a tutte le vetrine dei negozi e di bar palloncini e altri oggetti diore rosa , compreso il nostro , allestite durante la settimana , c'è stata l'apertura di tutti i negozi del centro cittadino fino alle 02.00 di notte . Inoltre c'erano : uno stand con i prodotti delle poste e per l'annullo speciale, bancarelle sia delle varie associazioni di volontariato compresa la nostra bottega del commercio equo e solidale ( vedere foto al centro )








sia dei vari venditori di prodotti tipici ( formaggi , salumi , pane carasau , fresa , panadas , bottarga --- bottariga come diciamo dalle nostre parti ---, conserve alimentari , ecc ) provenienti dalla Gallura , dal sassarese , e dall'alta provincia di Nuoro . Oltre alle fiorierenei balconi e nelle piazze  ( di solito trascurate dall'amministrazione e dal vandalismo della gente ) e ai balconi spogli o pieni d'erbacce  salvo eccezioni durante il resto dell'anno , riempiti con gerani e altre piante di color rosa in quanto tempio come dice lo speciale online redatto  dalla  gazzetta sul giro d'Italia : << ( ...) Ospitano per la prima volta una partenza del Giro: Caprera, Tempio Pausania, Barumini, Teano, Barberino di Mugello, Serravalle Scrivia, Scalenghe, Cantù, Agordo, Bardolino, Vestone >> . Inoltre ci sono stati mostre sul sughero e sull'artigiano locale , sulla storia della brigata Sassari ( il cui , il 152° Fanteria uno dei due  reggimenti è nato proprio a tempio ) ---- incompleta in quanto esaltava solo le glorie della 1 guerra mondiale e sulla difesa di Roma dai tedeschi al 8 settembre del'43 e sulle “ missioni umanitarie “ dai Balcani all'Afghanistan,mentre ha taciuto : sulle torture vere o presunte  l'indagine  è stata archiviata  e  chi le  ha denunciate  è stato ucciso ( come la  giornalista  ILaria Alpi  o  stramnnamente promesso  )  in Somalia nel 90\92 , i massacri e gli eccidi fatti nei Balcani  tra il 40-43 , sulla partecipazione alla resistenza greca e balcanica di alcuni suoi elementi ---- esibizioni di cori cittadini e provinciali ,l'esibizione della banda della brigata Sassari , che si esibivano per le vie cittadine riporto qui a destra  una  foto  ( le altre  o erano tropo distanti da dove   tenevamo il banchetto o sono venute male da nonpoter essere riportate  nè nei miei media ne nei due album fotografici oinline  e neppure  essere messe su questo sito   sia per  probelmi di  luci troppo forti  , sia   a causa della  fiumana  di gente   che  c'era  visto l'evento in questione che si sarebbe tenuto l'indomani  mattina )







Domenica 13




L'affollamento della gente è iniziato fin dala mattina presto intorno alle 08.30\09.00 . Io avendo un pass per la tribuna riservata alle autorità ( ma che poi salvo pochissimi ) non si sono presentati , e sono riusciti ad entrare anche la gente comune passandosi il pass , in quanto lo appreso con ritardo, quando ero già dentro l'area riservata  e vista  la fiumana di gente  non riusciov ad  uscire   e  avevo paura di non trovare  altro posto  visto che ormai   c'era  già un  casino di gente   , al parco c'era solo una passerella e la “ chiama “ dei ciclisti , la vera partenza era all'uscita dal paese , ma questo lo saputo tardi .
Essendo la zona palco , quella su cui salivano i ciclisti dopo il passaggio con le bici , destinata alla stampa nazionale ed internazionale , non ho sia per la lontananza dal palco  sia  per la  fiumana  che  di  gente che  c'era   , come dimostra questo video da me fatto prima che iniziassero a vedersi i ciclisti



questa  foto sfocata  quando alcuni  ciclisti  fra cui anche  la maglia rosa della tappa  di Caprera  era salita  sul podio della chiama per lo schiacciamento di gente dalla posizione in cui ero , e la lontananza del palco dala mia posizione  e la una digitale  di 4.6 pixel  . Per chi volesse vedere anche  gli altri video oltre quello qui riportato,li trova qui  sul mio spazio di  yotube più precisamente qui .
Mi scuso  per la pessima qualità dei video   e  se nei video manca  l'audio  in sottofondo della  gente  e  dei cronisti  del giro , ma  avendo  pochissimi  € (   anche per il fatto  che   non m'importa granchè  spendere una cifra  per  l'ultimo moello quando poi l'anno   dopo sarà supertato  e   quello che hai puoi trovarlo a prezzo più basso  )  ho potuto comprarmi una  digitale  vecchio modello  e quindi  Sic   per questo  e  per i  problemi di cui parlavo prima non ho potuto  prendere  i  campioni




ecco le  foto  riuscite meglio  e più  suggestive  per le  altre le  trovate  nel mio album fotografico di  picasaweb.google.it/redbeppe





       una delle tante ragazze che  distruevano  giornali ,e gaget
             degli sponsor


 




 Una  vecchia  gloria del Giro  e  che  ancora  corre  Francesco Moser  intervistato  da un Tv giapponese
 


 




 


Moser  che  firma  autografi su  fogli  , cappellini  e  presenta  ai fotogrgfi  " ufficiali  " e non   prima di mettersi in sella


 



Per concludere ecco le  foto  fatte dal compagno di strada  ops  compare come prefrisce  essere chiamato Mario Pischedda  qui il suo blog  da cui ho preso queste bellissime  foto 



 


 






 



per le altre  durante  il percorso cittadino  e forse anche  della  partenza   vera  e propria ch mi sono state concesse  gentilemte  dai concittadini  Antonio Tamponi e Giuseppe Pirinu . le riporterò prossimamente sempre su questo sito



12/05/07

Senza titolo 1821





Savino Pezzotta portavoce del family day


ROMA, venerdì, 11 maggio 2007 (ZENIT.org).- Per il Family Day, che si svolgerà a Roma il 12 maggio a Piazza San Giovanni in Laterano, gli organizzatori continuano a parlare di 100.000 presenze, sebbene i dati provenienti dalle prenotazioni vadano ben oltre le previsioni.

Daniele Nardi, dell'’ufficio stampa del Forum delle Associazioni familiari, in occasione della conferenza stampa di presentazione tenutasi questo venerdì, ha fornito alcune cifre riguardo la manifestazione: 3.000 i pullman e otto i treni charter provenienti da altrettanti regioni italiane.

A quattro di questi treni sono state raddoppiate le carrozze per l’alto numero di richieste; 400 sono i giornalisti accreditati; 450 le associazioni che hanno aderito; 30 milioni i volantini stampati e distribuiti; e 1.500 i volontari.

A tutto questo bisogna aggiungere la partecipazione delle famiglie romane, il cui numero è imprecisabile.

Per dare una idea di come il mondo cattolico sia pieno di risorse, Nardi ha raccontato di un pensionato di Napoli che ha chiamato giorni fa l’ufficio organizzativo di Roma, dicendo che voleva venire alla manifestazione con alcuni amici e parenti del quartiere, riuscendo alla fine a riempire ben 8 pullman.

Giovanni Giacobbe, Presidente del Forum delle Associazioni familiari, ha ribadito che si tratta di “una manifestazione popolare e laica intesa a testimoniare i valori della famiglia”.

“Ci rammarichiamo – ha precisato Giacobbe – per qualche voce dissonante, non intendiamo discriminare nessuno, anzi intendiamo accogliere chi ha interesse ad ascoltare quanto diremo”.

Eugenia Roccella, portavoce del Family Day, ha tenuto a precisare che “la manifestazione non è contro la politica né contro il governo, ma è chiaro che noi ci opponiamo fermamente alla proposta legislativa dei 'Dico'. Ci opponiamo non solo nel merito ma anche nel metodo”.

“La nostra manifestazione intende sottolineare la necessità di misure urgenti per difendere sostenere la famiglia – ha continuato Roccella –. Adesso che il provvedimento è stato affidato dal governo al parlamento, ci rivolgiamo al Parlamento perché ascolti le nostre voci”.

In conclusone, la Roccella ha sottolineato: “Siamo molto preoccupati della situazione di grave denatalità ed è evidente che in Italia non ci potrà essere nessuna riforma adeguata delle pensioni con un tasso di natalità così basso”.

Alessandro Zaccuri, giornalista di “Avvenire” e di “Sat 2000” e Paola Rivetta, conduttrice del TG5, saranno i presentatori del Family Day.

Durante la conferenza stampa Zaccuri ha spiegato che il pezzo forte di tutta la festa saranno le famiglie. Gli spettacoli musicali, l’intrattenimento, i comici, i monologhi e i clown, si intersecheranno con testimonianze dal palco e dalla piazza di bambini, bambine, mamme, papà, nonni e nonne.

“La famiglia sarà veramente al centro di tutta la festa”, ha sostenuto Zaccuri, rassicurando anche i genitori dei bambini piccoli, perché saranno molte le occasioni per l’'intrattenimento, con clown, trampolieri, una banda musicale che gira per la piazza ecc.

Dal punto i vista dell'’organizzazione, Daniele Nardi ha fatto sapere, inoltre, che in tutta la piazza ci saranno i gazebo dove sarà possibile avere a disposizione l’acqua, i luoghi per cambiare i pannolini, l’'assistenza per ogni evenienza.

L'’intera manifestazione non vedrà il coinvolgimento di nessun politico, “non perché non stimiamo la politica”, ha spiegato Giacobbe, “ma per non togliere attenzione alla famiglia”. I politici che prenderanno parte al Family Day non parleranno dal palco.

Vasta e capillare la copertura televisiva. Due canali della Rai, Ski tg24, La7, Mediaset, Radio Rai, ecc. copriranno la manifestazione sia con collegamento diretto, che con servizi giornalistici su tutte le radio e i telegiornali.

La copertura più accurata sarà garantita da Sat2000 le cui immagini e servizi saranno presenti anche sul digitale terrestre, sul satellite e in streaming sul sito internet: www.sat2000.it.

La manifestazione verrà ripresa anche in Francia, Spagna, Germania e Belgio.

30/04/07

“Family Day”

“Bloggers uniti in difesa dei diritti delle minoranze
e della laicità dello Stato”.

Accendi, con una candela, la speranza di veder
riconosciuti i diritti di tutte le famiglie,
di tutte le forme di amore.



Sabato 12 maggio parte del mondo cattolico si riunirà a Roma per il “Family Day”. Una manifestazione, nata chiaramente come risposta alla proposta governativa dei Dico, che vuole promuovere un unico modello di famiglia: quello descritto nel manifesto della CEI.


Il “Family Day” è figlio dei “Non possumus”, di una concezione atavica di famiglia che non comprende le famiglie di fatto, e cioè le coppie  non coniugate che convivono stabilmente, con o senza prole, od anche i nuclei familiari composti da coppie omosessuali o costituiti dal singolo genitore e dai figli riconosciuti.


Noi crediamo che anche a queste altre famiglie vadano riconosciuti i diritti già acquisiti nella stragrande maggioranza dei paesi europei, nel rispetto soprattutto del sentimento che caratterizza più di tutti queste unioni: e cioè l’amore.


Per questo lanciamo, con la forza del dialogo e del “Possumus", il “Families Night”.


La notte che precede il 12 maggio, l’11 maggio alle ore 21,30, accendiamo una candela nelle finestre delle nostre case, accendiamo la speranza dei diritti per tutte le famiglie, illuminiamo la notte dall’oscurantismo di chi si ostina a non volere considerare uguali tutte le forme di amore.






Prime Adesioni
Franco Grillini, Ivan Scalfarotto, Aurelio MancusoPennarossa, Vanni Piccolo, Andrea Benedino, Paola Concia, Sciltian Gastaldi, ElfoBruno,
Simone Silvi, Francesco Costa, Tisbe, Fiaschi, Davide Martini, Titollo, Macondo83, Labattitura, Moltitudini, La Trudy, Barbara, Roja30cr, Marta Meo, QualcosadiRiformista, Andreas Martini, Joiyce, Andrew, Rosalbas, Samantha, Billo, VareseQueer, troublemaker78, wittyboy, Masumi86, Sergio Rovasio, Spartacus Quirinus, Ofidius, arte82misia,  ...



Per la riuscita dell'iniziativa, vi chiediamo di pubblicizzare l'iniziativa nei vostri blog con dei post dedicati.
Sono altresì a disposizione un bannerino (il codice è nella colonna a destra) e presto metteremo a disposizione un volantino, che potrete utilizzare per coinvolgere i condomini della vostra abitazione.


Inviateci, nei giorni successivi il "Families Night",  le foto delle facciate dei vostri palazzi, illuminati dalle candele, in seguito verranno pubblicate su questo blog come memoria dell'iniziativa.


Lasciate la vostra adesione nei commenti in fondo al blog.
Per contattare gli autori dell'iniziativa scrivi a "Families Night"


 

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget