Visualizzazione post con etichetta diete. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta diete. Mostra tutti i post

12/03/13

Diete, il senso di colpa fa ingrassare: "Il rapporto col cibo dev'essere sereno



 

  da  repubblica  online del 4\3\2013

Uno studio olandese afferma che la condizione psicologica è un fattore determinante nei regimi per perdere peso; sentirsi 'trasgressori' ci spinge a consumare alimenti più grassi e fa fallire l'obiettivo del dimagrimento

ROMA - Il senso di colpa fa ingrassare: consumare un pasto come se si stesse commettendo un reato contro la propria linea aumenta le possibilità di fallire nell'obiettivo di dimagrire sul lungo periodo. E' la tesi che conclude uno studio condotto da un team di ricercatori dell'Utrecht University in Olanda. La ricerca, pubblicata sulla rivista Psychology & Health, rivela che non è importante soltanto mangiare in maniera più sana per perdere qualche chilo in più, ma che conta anche lo stato d'animo con il quale ci accostiamo al cibo.


Se dunque ci sentiamo in qualche modo responsabili di una trasgressione quando, in regime di dieta, consumiamo un pasto o mangiamo un alimento in particolare, questa condizione psicologica ostacolerà tutte le nostre buone intenzioni, ribaltando l'esito del nostro progetto: vogliamo dimagrire e invece saremo destinati a veder crescere il nostro peso.
Secondo la ricerca olandese, ciò avviene perché sentirsi colpevoli mentre si mangia induce a mangiare di più e a mangiare cibi più grassi. Questa tendenza all'assunzione di un numero maggiore di calorie, di fatto, aumenta se ci concentriamo sulle potenzialità "ingrassanti" del pasto che ci apprestiamo a consumare e ci sentiamo successivamente colpevoli di aver "remato" contro l'obiettivo dimagrimento. La conclusione della ricerca è semplice: serve equilibrio nell'approccio al cibo, ma ci vuole anche serenità; altrimenti la perdita di peso resterà un miraggio

08/10/12

non mollar michele obama e fregatene se gli studenti americanio si ribelano e gridano basta verdure ridaateci le patitine fritte



Anche  con Regan  Nancy regan ebbe  difficoltà  per il suo piano contro le   droghe  . Ed uso  ( vedere foto  a destra  )   comparendo  come  ospite  di una puntata  la famosa serie tv degli anni '80 Arnold  nota  meglio  al pubblico  italiano  con il famoso titolo  il mio amico  Arnold . 
<< Si trattava >> secondo  il forum di tv-pedia.com/ di   dell'episodio "Colpo giornalistico" ("The Reporter", in originale) appartenente alla categoria dei cosidetti "very special episodes", affermatasi nelle sit-com specialmente negli anni '80 per dare risalto a particolari tematiche sociali (nella serie specifica ce ne furono vari): quest'episodio della quinta stagione (1982/83) era infatti dedicato al problema della droga, come poi ho rammentato andando a reperire informazioni, e la presenza dell'allora First Lady si spiega col fatto di essere lei stessa promotrice di una campagna di prevenzione intitolata "Just Say No".
Quindi  Michelle  dovrebbe  , se realmente  tiene a questa riforma  epocale  ( non si  è mai  visto nessun presidente  Americano  che  si occupasse  ,vedere l'articolo sotto per capire il livello a cui si è arrivati  , geravissimo problema  esportato anche  nei paesi occidentali in particolare nel  nostro paese  del fenomeno  obesità e  di  sovrappeso )    
video


video

partecipare  a programmi tv   di cucina  , di medicina , serie  tv  , ecc  in cui si parla  di Obesità e salute    
E  almeno all'inizio non tenere conto di queste  proteste  , perchè poi  la  gente  s'abituerà  anche se  ci  vorrà del tempo  visto  che  si parla di tale problema in America  da  40  anni ed  è logico   che all'inizio ci  siano  delle  rivolte come queste qua  
  da  REPUBBLICA_DOMENICA, 07 OTTOBRE 2012
Pagina 19 – MONDO






Sciopero contro il cibo a scuola: “Sarà sano ma non ci piace”  I Gian Burrasca d’America dicono basta all’insipido rancio e come la Rita Pavone della tv si organizzano per boicottare i menu preparati con burocratica cura dal Food and Nutrion Service della Casa Bianca: che saranno, finalmente, anche sani per legge, ma volete mettere con i gustosi snack e il junk food di una volta.
ANGELO AQUARO
DAL NOSTRO INVIATO
NEW YORK


dalla rete 
Corsi e ricorsi. Ricordate il Giornalino di Vamba? Lì i ragazzi si ribellavano alla dittatura del magro. E con un vero e proprio attentato, annegandovi le palline di anilina, costrinsero le regie mense a servire l’agognatissima pappa col pomodoro. I tempi naturalmente cambiano e gli studenti di Sharon Springs, Kansas, oggi sono ricorsi a You-Tube per manifestare la loro insofferenza trasformando il successo dei Fun, “We Are Young”, nel più arrabbiato “We Are Hungry”, siamo affamati. Il video già s’invola verso la vetta del milione di clic. Mentre a involarsi letteralmente nei cestini sono i vassoi e le confezioni distribuite in tutt’America inseguendo le disposizioni dell’odiatissima “Healthy, Hungry-Free Kids Act”, la legge cioè che vorrebbe vedere i bambini «sazi e sani».
dall'articolo
A un mese dalle elezioni il New York Times, che sbandiera la rivolta, evita di sottolinearlo: ma la legge è stata voluta proprio dall’amministrazione di Barack Obama e sembra infatti seguire la dieta talebana che ai bambini d’America vorrebbe imporre Lady Michelle con il suo movimento “Let’s Move”. Le nuove disposizioni mettono finalmente un limite alle calorie che hanno fatto di un bimbo americano su tre un obeso: e dunque non più di 650 alle elementari, 700 alle medie e 850 alle superiori. Ma il frugale legislatore ha imbrigliato anche la fantasia degli chef delle scuole. E quindi addio nachos sorgenti dal formaggio: la felicità è uno snack di fagiolini e pesche sciroppate. Addio patatine fritte e irresistibili: ben venga invece la patatona dolce — e sanamente al forno. Neppure il pane è più quello di una volta: anche qui il bianco non va più di moda, l’integrale vada per tutti. E in quest’America dove per far consumare più latte devono chiamare Jennifer Aniston, protagonista di scabrosissimi spot con le labbra bagnate di bianco, ai ragazzi hanno tolto perfino il latte & cacao: solo scremato, please. La rabbia corre su Internet. In New Jersey, gli studenti della Parsipanny High School hanno aperto una pagina Facebook per invitare al boicottaggio. E da Pittsburgh a Milwaukee il boicottaggio ha raggiunto livelli del 70 per cento. Anche perché oltre al danno i ragazzi si sono visti servire la beffa dell’aumento: da 2.50 a 2.60 dollari ogni orrido pasto. Sandra Ford, la presidente dell’assediatissima School Nutrition Association, assicura che le scuole stanno prendendo tutte le misure per far digerire i nuovi menu, coinvolgendo magari gli studenti nella preparazione: e sai che festa. Ma l’impresa è titanica: gli psicologi dell’alimentazione hanno calcolato che i bambini devono essere esposti fino a 10 volte di più a verdura e vegetali per assuefarsi al sapore. Quanti vassoi dovranno ancora finire nei cassonetti prima che i Gian Burrasca d’America riconquistino la loro pappa ?

ora  vado a camminare perchè  anch'io  a causa  di fame nervosa  sono in sovrappeso  

08/01/12

Feste finite si ritorna alla normalità I [ come ritornare in forma ]


da http://www.lerika.net/index.php/son-cose-di-inizio-anno/

Seguendo il consiglio d'amici\che  che  mi chiedevano : << viste le   buon  guide natalizie perchè non n  fai una post  feste  ? >>  .                                                                     Faccio due puntate . La  prima è  riguarda come recuperare  la linea  dopo le feste ., 2) l'altra  sui regali  

.Ma veniamo  all'argomento in questione 

E' innegabile: dopo il periodo festivo moltissimi di noi avranno acquistato qualche chilo. I dolci, i vari brindisi,  i piatti molto sostanziosi e calorici, la scarsa attività fisica e sessuale  ,  il non saper dir  di no  ,  oppure tanto  è festa , ecc  non hanno di certo giovato alla linea, per cui occorre, una volta concluso il periodo di bagordi, smaltire quanto accumulato. Il buon senso  che  trova  d'accordo pensare comune   e  il pare d'esperti ( o pseudo  tali   )chiamati  dai media  (  tv ,portali internet  ,  e  giornali seri o meno  seri  ) suggeriscono di iniziare prima possibile affinché sia più semplice ritrovare in fretta un equilibrio dietetico visto che, sempre secondo gli specialisti del settore, per recuperare possono servire addirittura tre mesi. Se i chili accumulati sono davvero un po' troppi, potrebbe essere utile consultare un medico nutrizionista e farsi suggerire una dieta adatta e personalizzata. In ogni caso i suggerimenti generali più utili del momento sono i seguenti (  che  andrebbero seguiti tutti l'anno ) 


1. muoversi di più, camminare e passeggiare a lungo da  soli  o in compagnia a passo  svlto per  20  \40 al giorno inn particolare in salita  ( salvo ch  non siate troppo avanti  con l'età  o non abbiate problemi di respirazione  o  di cuore  ) 
2. mangiare con lentezza  per facilitare il lavoro del sistema digerente. 
3 Cercate di sostituire i cibi con molti grassi, con alimenti che ne contengono pochi 
4  Evitate pasti abbondanti, cercate di mangiare poco e spesso 
3. ridurre le porzioni  evitate i bis 
5 ridurre  all'osso  o cercare di eliminare gli alimenti grassi e zuccherati
6. mangiare più frutta e verdura. Per assicurare il giusto apporto di vitamine, minerali, oligoelementi e fibre al vostro organismo, mangiate ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e verdura 
7 Per una dieta equilibrata e ricca di nutrienti essenziali, aiutatevi con gli integratori alimentari [  dietro consiglio medico ]
8 Bevete almeno per  due  settimane Oltre ala razione  giornaliera  di 1.5  \ 2  litri al giorno  è  consigliabile  quasi ovvio .Infatti Bere abbondanti liquidi, o introdurli sotto forma di cibi molto acquosi come frutta e verdura, aiuta ad eliminare le tossine e a purificare l’organismo appesantito da troppi bagordi. Infusi e tisane costituiscono un ottimo supporto, piacevolissimo d’inverno.
Anche l’uva è assai utile, sia perché ricchissima d’acqua, sia perché contiene flavoinoidi, antocianine, polifenoli e antiossidanti preziosi che aiutano a combattere i radicali liberi. Un’azione simile l’hanno i carciofi, grazie all’azione che favorisce il funzionamento intestinale. Ottimo l’aiuto del tè verde con potere diuretico e disintossicante e ricco di antiossidanti. Agisce anche riattivando il metabolismo.
Zuppe e minestre, preparate con ricche verdure, sono perfette per reidratare l’organismo favorendo nel contempo la sua depurazione progressiva. Scegliete però quelle da preparare in casa anziché quelle già pronte da scaldare. Favorite tra le verdure spinaci e bietole, ricchissimi di fibre, acqua, vitamina C. Per la stessa ragione dovreste aumentare il consumo di agrumi, specialmente arance e pompelmi, che contengono anche altre vitamine, minerali e antiossidanti e hanno la capacità di rafforzare il sistema immunitario.


Infine, chiedete aiuto alle erbe fresche  come  questa il tè Rooibos, meglio conosciuto come tè rosso  (foto a  destra tratta  da  / http://www.yourself.it/te-rosso-smaltire-abbuffate-natale-capodanno/ )

Gli ultimi a dimostrare le proprietà benefiche del tè rosso sono stati alcuni ricercatori dell’Universitat Rovira i Virgili di Reus, in Spagna, in uno studio pubblicato sulla rivista Phytomedicine. Le sue proprietà benefiche si devono ai più di 25 polifenoli in esso contenuti, che come hanno dimostrato diversi studi scientifici, sono in grado di migliorare il processo digestivo e depurare l’organismo dalle tossine.Questa bevanda, un infuso a base di un arbusto che cresce in Sudafrica, è infatti un toccasana per migliorare la digestione, proteggere il fegato e aiutare a migliorare i disturbi del metabolismo.Infatti  non contiene caffeina) riduceva il colesterolo e gli acidi grassi liberi nel sangue, migliorando la funzione epatica.
I polifenoli in esso contenuti aiutano anche a ritardare l’invecchiamento, perchè combattono i radicali liberi, oltre a stimolare un particolare enzima che riduce il senso d’appetitoe favorisce il senso di sazietà, rendendolo di fatto l’ideale rimedio alle abbuffate post natalizie.
7)  fate l'amore ( sia con il vostro partnr  o  amante  )  prfrendo  le posizioni del kamasutra particolarmente impegnative, così da associare al godimento un dispendio di energie, paragonabile a un’attività sportiva in piena regola e, quindi, in grado, come tale, di bruciare calorie. Assolutamente da bocciare il missionario, sì invece a posizioni da “prestazione”.(  ecco  due  links  utili  I II nell'ultimo  l'ultimo potete cliccare  sulle  singole immagini in alto  per  ripassare  o  conoscere  nuove posizioni


io  qualche idea l'avrei ;-)


Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget