Visualizzazione post con etichetta daniela loddo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta daniela loddo. Mostra tutti i post

06/12/14

daniela loddo fa Un maxi necrologio per il suo cavallo "Ci giocavo a nascondino tra gli alberi"


 canzoni consigliate
  •  extra terrestre -Eugenio  Finardi
  • assomigliami  - Biagio Antonacci
  • una  piccolla parte  di te  - Fausto leali
  • un giorno credi  - Eduardo Bennato
in sottofonmdo



da www.unionesarda.it   del 5\12\2014




Daniela Loddo ( foto sotto ) la donna che ieri ha usato un'intera pagina de L'Unione Sarda per un necrologio "speciale", racconta il rapporto con il suo cavallo Zeuss, venuto a mancare un mese fa.

Daniela Loddo con Zeus
Zeuss le fu regalato da uno zio 18 anni fa e da quel momento Daniela ha stretto con l'animale un rapporto come tra madre e figlio: ci ha parlato nei momenti di solitudine; ci ha giocato a nascondino fra gli alberi; ci ha raccolto fichi d'India ("lui mi reggeva il secchio con la bocca"); gli ha preparato una torta speciale a ogni compleanno e quando ha avuto uno stipendio, lo ha diviso con lui. Un amore speciale quello che da sempre li ha tenuti legati, e che la donna ha voluto raccontare giorno per giorno in un diario. Zeuss è morto un mese fa. Un attacco di coliche fulminante. Ora, giura Daniela, non potrà esserci nessun altro.


Ma  chi sono io  per  giudicare  ?  l'importante  che  con tale  gesto   non faccia  del male a  gli altri\e  o all'ambiente  .
Lo so  che , come uno dei commenti ,  lasciati all'articolo  originale  (   qui l'url ) , ti  vine  il  nervoso    tipo  : <<  poteva  spendere  tutti  quei soldi in qualcosa   di  più  utile  o  darl  a  chi ne  ha  bisogno ., vabbe che uno con i propri soldi può' farne quello che vuole, ma una carità' invece di sprecare quei soldi per che cosa? Per un cavallo??!! Si posso anche capire che un animale ti possa dare certe
emozioni, ma per favore evitiamo di ridicolizzare il tutto. Persone che instaurano tali tipi di rapporti con gli animali danno segni di una propria difficoltà' ad instaurare dei rapporti affettivi con i propri simili e trovano negli animali quelli amici invisibili che si creano da piccoli. ho forse piu' rispetto io per gli animali che chiunque litratti da "pupazzi" o da esseri "umani" e' chiaro che si debba piangere un amico anche se animale ed e' naturale, ma la storia del comprare pagine di un giornale per il necrologio..e' ridicola..scusa..quando per disgrazia (non sia mai e facciamo gli scongiuri) muore un parente..che fa per due mesi compra la prima pagina del giornale ??? andiamo non esageriamo.. >> , ma  avendo vissuto   una  esperienza   simile alla sua  (  trovate    due  foto una  a  sinistra  e  una  al centro   )


   ,  cioè  ho perso   il mio gatto  persiano   4 anni  fa   , viveva  con noi    da  12\13  anni  ,  questo sfogo   viene meno  anche  perchè non  è detto    chi  non ami   anche i propri simili   .  E'  vero che   ci saranno anche  (  e  desto  questo atteggiamento  ipocrita  ) ,  persone hanno dei problemini di equilibrio neurologico, così come a dei miei conoscenti, sempre pronti a difendere a spada tratta i poveri animali ma altrettanto pronti a prendere a brutte urla la propria figlia perchè non riesce a fare bene i compiti.Ma  non generalizziamo e  rispettiamo  le  scelte  delle persone   specie  quando  non le  conosciamo benissimo e    non   fanno  nessuno  danno  a  gli altri\e  .


 come dice  uno dei commenti più  belli all''articolo  sopra  vedere   anche url 

pulpul
05/12/2014 08:59
meraviglioso
Questo è un esempio di come questi splendidi animali ci riempiono le giornate ma soprattutto il cuore e che ci danno un amore incondizionato.
Purtroppo c'e anche chi ancora preferisce mangiarli....

Infatti  A volte il dolore per la perdita di un animale non viene capito  o viene deriso   Tutti ti ripetono: "pensa a Tizio che gli è morta la moglie, quello sì che ha il diritto di piangere"! Ma perchè non si può piangere il compagno di una vita? Il punto fermo, quell'esserino che ti ama in modo incondizionato, qualsiasi cosa succeda...Il lutto è lutto, per chiunque.

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget