Visualizzazione post con etichetta cosa ti posso regalare?. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cosa ti posso regalare?. Mostra tutti i post

09/12/12

come sopravvivere al natale e alle sue feste 7 puntata come evitare un regalo indesiderato

Questo aggiornamento   \  ripresa  della  III puntata  della  guida  del natale  2012\13  sara un articolo ovvio e magari  e banale  , ma  purtroppo  visto  l'alto numero di regali riciclati o messi in vendita  ,  è sempre  attuale  e  ripeterlo  \ non darlo per  scontato  non fa male




Come fare di fronte ad una amica che ha dei gusti terribili e sapete già che a Natale vi porterà qualcosa che non vi piace? Come comportarsi se si ha bisogno di qualcosa e si farebbe volentieri a cambio con qualunque prodotto hanno in mente di mettere sotto l’albero per voi i familiari? La soluzione è una sola: iniziare a mettere in atto qualche settimana o mese prima una strategia che possa indurre i propri cari ad azzeccare i doni. Certo, se non volete fare una magra figura dovete essere proprio bravi e cercare di far cadere il discorso in maniera quasi indifferente.
Mi raccomando, non pensateci certo dieci giorni prima, potrebbero già aver provveduto e nemmeno con troppo anticipo, perché lo dimenticheranno. Spero per voi che non siano i tipi che scelgono i doni di Natale durante l’anno a seconda delle cose che trovano in giro, per evitare la ressa nel periodo di festa. In ogni caso, ogni tanto riprendere il discorso non fa male, ma a questo punto calcolate che magari chi è con voi inizierà a fare la stessa cosa. Preferite davvero non rischiare di ricevere qualcosa di brutto, oppure forse è meglio comunque optare per l’effetto sorpresa? Un’altra possibilità è quello di uscire insieme e casualmente finire di fronte alla vetrina dove si trova l’oggetto dei desideri. Di fronte al vostro viso da “Bambi abbandonato” come si fa a resistere? Certo evitate di essere troppo sfrontati ed esagerare con il prezzo, soprattutto con la crisi economica che c’è in giro. Se poi non ce la fate proprio ad aspettare e siete in confidenza con la persona in questione, forse è il caso di essere diretti. Parlatevi e dite che preferireste ricevere e fare un dono utile e che proprio perché i risparmi latitano è meglio dirsi chiaro che cosa serve. La vostra sincerità sarà premiata e l’albero sarà arricchito dal dono che volevate.

Ecco Un altro " trucco  " ( sempre   consigliato  dallo stesso sito citato prima  ) che conoscono tutti  ma quasi nessuno lo mette in pratica , Il motivo è legato in parte alla pigrizia e alla convinzione che tanto all'arrivo delle feste c’è tempo , è  quello  di   comprare i regali durante  l'anno  o al massimo  negli ultimi mesi dell'anno . 
Questo è verissimo in effetti, ma pensarci prima permette non solo di poter scegliere senza la ressa degli ultimi giorni dell’anno, ma anche di conservare qualche euro in più nel portafoglio. Infatti poichè  ,  sbadato ( le perdo o me  le  faccio rubare  ) , disattento  oltre  a  problemi  d'equilibrio le  rompo e\o le  rovino , o  non ho soldi per  comprarmi  quello che mi piace realmente   spono uno spendaccione   a  Natale mi serve qualcosa, applico le strategie sopra  descritte  dall'articolo . Ecco   che  mi muovo strategicamente e, casualmente, lascio cadere il discorso su ciò che potrebbe piacermi. Diciamoci la verità, sono convinta che gli altri lo capiscono ma mi vogliono bene e la prendono a ridere. Il più delle volte, tra l’altro, anche loro magari  fanno così e alla fine non sarà una sorpresa, ma almeno avremmo scongiurato il dono riciclato o non gradito. Si va avanti in questo modo di Natale in Natale, ma stavolta con la crisi economica in corso e i portafogli di tutti completamente vuoti non sarà facile per niente. Le strategie familiari non mancheranno, ma ci accontenteremo tutti di fare ciò che si può. L’importante è davvero stare insieme.


Con questo  è tutto  alla  prossima puntata  che sarà   come  anticipato nelle ultime righe la  famiglia 

03/12/12

[ come sopravvivere al natale e alle sue feste ] 3 puntata i regali

 
 E  anche   quest'anno .... ci risiamo! Fra un mese è Natale e, come tutti gli altri anni, incominciano le corse forsennate alla ricerca dei regali. Anche stavolta non si sa più che cosa inventarsi per regalare qualcosa di utile e 
divertente agli amici. Tutti gli anni è la stessa storia. Mentre le strade e le vetrine si riempiono di luci, dappertutto spuntano alberi di Natale e nell’aria si diffondono canzoncine a tema, eccomi affannata in giro per il centro alla ricerca della strenna più adatta a ciascuno  (  ......  lo riprendo  a fine post  )  . Infatti  è proprio a  causa  dei regali   e del loro forsennato acquisto  che  La parola “sopravvivenza”, quasi sempre, è legata a fatti come calamità naturali, gravi malattie ed eventi bellici. Pertanto mai la si penserebbe correlata ad una festa, men che meno a quella natalizia. Eppure vi sono fondati timori per ritenere che anche l’arrivo del Bambino Gesù, sia pure indirettamente, esponga a rischi, inconvenienti, insomma alla necessità, per l’appunto, di “sopravvivere”. << (  ... )  C’è poi la questione natalizia per eccellenza: quella dei regali. Con il correlato rischio, come si sa, di vedersi donare qualcosa che non piace assolutamente. In quel caso, la tecnica di sopravvivenza rimane quella classica: sorriso a trentadue denti e la consolazione, tutta interiore, che in realtà non si tratti di un vero e proprio regalo, bensì di un “pensiero”, paravento lessicale dietro al quale siamo soliti nascondere la più cocente delusione. E la promessa, alla prossima occasione, di ricambiare l’autore di siffatta delusione con un regalo altrettanto insignificante che doneremo premettendo, molto educatamente, che si tratta, per l’appunto, di un semplice “pensiero”.  >>  dall'articolo  di  www.libertaepersona.org/wordpress/  che ha  appunto per  titolo  come sopravvivere al natale istruzioni per l'uso
E per questo  che Un altro fattore di ansia è causato dalla questione dei regali. Pochissime idee, pochissimo tempo a disposizione e pochissimi soldi da spendere. Il consiglio per stressarsi il meno possibile è di cercare di terminare la maggior parte dei regali entro la prima settimana di dicembre. Questo vi consentirà di andare in giro per negozi non ancora presi d’assalto dalla folla, di avere più scelta e di risparmiare.Infatti  ogni anno decido  di  pensare   in tempo ai regali   natalizi evitando l’inutile stress delle compere last minute… ma  soprattutto per  trovare occasioni tipo sconti o  oggetti  (  quando lo faccio nella bottega del commercio equo  ) o alimentari o d'artigianato    che si sà andranno  via  subito  . Ma anche   perchè  la fretta è cattiva consigliera . Cosi ho  il tempo per farmi (  o  almeno provarci ) le idee giuste per i regali di Natale. È sempre difficile stabilire quali regali di Natale possano essere utili. I regali di Natale devono piacere, divertire e soprattutto devono  : 1) portare l'emozione desiderata.2) essere utile in modo  da  evitare   falsi sorrisi   e  riciclo inutile o  speculazione ed  una  eventuale  rivendita  sul web (  ebay e simili )  o  agli ambulanti  di mercanzie  che girano  per le sagre  e feste   di paese , ecc  con il rischio che  venga  o scoperto  da chi ti  ha  fatto il regalo  o che  te lo  ridiano a te   come  in questa  vignetta  tratta  da smemoranda di qualche anno fa


Ora poichè io considero positivamente ,se fatto con il cuore ed  è spontaneo (  come  suggerisce  questo   articolo   http://tinyurl.com/d3jxlgl )  il riciclo  ecco  la  puntata  della  guida   dell'anno scorso anno 
Per  chi non sa  come scegliere il regalo  ecco   come  fare  ., per  chi  volesse  fare   i regali tradizionali   qui  trova  alcuni suggerimenti  http://www.ideeregaloblog.it/ ed  ecco  sempre  da questo  sito proposte  interessanti   1  2 3 4 


per  chi vuole fare invece regali solidali  o  ecologici  o  fai da  te  ed in sicurezza o  avesse  dei bambini  , nipotini  ,  figli\e  d'amici\che  di parenti , o  degli ex   qui sotto  troverete  dei link  in merito 


Se nel caso deciate  di regalare   tecnologia  ecco alcuni  consigli (  utili anche al di  fuori  dal periodo dele festività  ) in un periodo  in cui   aumentano  i volantini pubblicitari delle grandi catene commerciali .  
Il prezzo che prendiamo come riferimento è lo street price medio dei negozi online, considerando ovviamente incluse le spese di spedizione. Sottolineiamo che non siamo mai alla ricerca del prezzo più basso, ma valutiamo esclusivamente i più affidabili negozi online, che hanno alle spalle anni di vita e con feedback positivi da parte degli utenti.Inoltre, visto che comprare in un negozio fisico ha dei vantaggi innegabili (si può toccare con mano e provare il prodotto, si può chiedere il consiglio di un commesso e, non da ultimo, non si hanno tempi di attesa e non c’è l’incognita della spedizione) abbiamo dato un margine di ricavi in più al negozio fisico.Ecco come potete leggere le nuove indicazioni sul prezzo:
= “Affare!”, in questo caso il prodotto ha un prezzo inferiore o al massimo allineato con le migliori offerte dei negozi online. Se il prodotto risponde alle vostre esigenze, passate pure all’acquisto.
= “Il giusto prezzo”, in questo caso il prodotto ha un prezzo superiore (fino al 10%) rispetto ai più bassi prezzi dell’online. Considerando i costi di gestione di un negozio (dalla struttura fisica al personale, dal magazzino alla gestioni dei resi), è questo il caso più comune. Acquistare online o in negozio è, in questo caso, solo una vostra scelta.
= “Online si risparmia”, in questo caso il prodotto pubblicizzato ha un prezzo ben superiore (fino al 20%) rispetto alle migliore offerte online. Acquistare in Rete è più conveniente, ma molto dipende anche dalla cifra in gioco. Per esempio, la fotocamera che in negozio pagate 115 euro contro i 100 euro dell’online non ha lo stesso peso del notebook o del desktop che costa oltre mille euro.
= “Prezzo fuori mercato”, in questo caso il prodotto ha un prezzo eccessivamente superiore (oltre il 20%) rispetto all’online. non capita spesso, ma nei volantini potete trovare anche prodotti eccessivamente costosi. Non vuol dire che il negoziante sia disonesto (spesso applica semplicemente il prezzo di listino), ma che online potete risparmiare davvero molto. Il nostro consiglio, in questo caso, è di optare per l’online, prestando sempre bene attenzione a scegliere non il prezzo più basso, ma “il prezzo più basso tra i negozi online affidabili”.
Oppure   c'è la mia preferita  in in tempo  di crisi e  uno stato sempre  più incapace  di resistere  ai gruppi di pressione   e  che tassa   sempre  i soliti  e taglia  sulle cose utili  e non sugli sprechi ed  i  privilegi   quest'anno  ho deciso  di  seguire   una cartena  degli amici  di facebook 

Quest'anno  Proponiamoci di comprare i regali di Natale da piccoli imprenditori, piccoli artigiani, piccole librerie indipendenti, oppure  da  chi ( magari puo' essere  un'amica\  un amico   o un  conoscente  ) realizza gioielli con materiali riciclati, da  chi   ha un agriturismo (  e non )   che produce marmellate 





e conserve , dalle  botteghe   del commercio equo e  solidale    e negozi del biologico  o di frutta    e verdura  che  abbiano roba  locale  ... Facciamo in modo che i nostri soldi arrivino a gente comune, che lavora seriamente e che ha bisogno di essere sostenuta e non alle multinazionali, così facendo saremo NOI a dare una mano alla nostra ripresa e molte più persone potranno vivere un Natale Sereno.
Io quest'anno ( come faccio da  due  anni a questa  parte  )  ho, oltre  che  riciclato cose doppie  o che non mi piacevano  acquistato  oltre che la libreria  anche   nella bottega  del  commercio equo e solidale  cittadina in cui faccio il volontario  

                                                   da  http://bio.tuttogreen.it


per   chi  vuole  venire  o è  zona  essa  si trova  qui  Via Settembrini n°1 a  Tempio Pausania oppure  (   è    fatto  da poco  )  http://www.labottegadelmondo.it  oppure  scriveteci una  email  a   questo  indirizzo  nord-sud@labottegadelmondo.it
E sempre  dello stesso tenore   pero occhio  che sia  seria  e  non truffaldina , ma soprattutto  non facciamolo solo a natale  per lavarci la coscienza  ,  ci sarebbe  questa  soluzione , con  ho iniziato  , le  prime righe  di quest  post   , d'oggi  , suggerita  dai  blog  della redazione di  www.topolino.it



28/11/2012
Pubblicato da CLARABELLA

 E ANCHE QUEST'ANNO...

… ci risiamo! Fra un mese è Natale e, come tutti gli altri anni, incominciano le corse forsennate alla ricerca dei regali. Anche stavolta non si sa più che cosa inventarsi per regalare qualcosa di utile e 
divertente agli amici. Tutti gli anni è la stessa storia. Mentre le strade e le vetrine si riempiono di luci, dappertutto spuntano alberi di Natale e nell’aria si diffondono canzoncine a tema, eccomi affannata in giro per il centro alla ricerca della strenna più adatta a ciascuno: il profumo preferito di Minni; una sciarpa di seta coloratissima per Doribel; un nuovo libro di ricette di cucina per Maggie; quella magnifica collana luccicante di perline per Cleo. E per Debbie? Non ci sono dubbi, per lei ci vuole proprio quel favoloso set di cacciaviti che mi ha mostrato ieri Orazio! Quasi quasi lo regalo anche a Topolino. E a proposito di Orazio: per il mio tenerone è pronto un morbido e caldo pullover che ho lavorato a ferri per tutta l’estate. Non vedo l’ora di vedere come gli sta. Compilo e ricompilo complicate liste di nomi da abbinare ad altrettanti oggetti: già immagino il luccichio dei pacchetti sotto l’albero e l’allegro fruscio dei regali scartati… che saranno più o meno gli stessi dell’anno scorso e dell’anno ancora prima. Che forse non saranno nemmeno così utili. Che forse si potevano evitare del tutto, devolvendo invece il denaro che avevo pensato di spendere per comprarli a qualche associazione che si occupa di chi ha meno di noi. Forse di cani randagi. Oppure di gatti senza fissa dimora. Forse per il Natale di quest’anno potrebbe essere un’idea. Forse vale la pena di pensarci.
non so che altro dirvi buon regalo

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget