Visualizzazione post con etichetta clienti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta clienti. Mostra tutti i post

15/05/13

il cliente è sempre un cliente ma... non sempre ha ragione

il titolo ed il post  d'oggi    sono ispirati ad  una discussione  avuta (  chi  ha  facebook  in quanto i miei post  sono visibili e commentabili  anche  da  tutti\e     quelli  che non sono fra i miei utenti ,può come i miei utenti saltare  tale  discussione e passare  ala 2  parte  del post  ) avuta  su facebook


  
Il cliente  ha ragione  (  lista   ripresa  con aggiunte  in base  alla mia esperienza personale  dal sito   citato sopra  )  



Se non ci fa perdere tempo 
se  è ( o quasi )  puntuale 
Se non ha pretese assurde
Se ha rispetto per il nostro lavoro
se non ci considera suoi servi
Se ha la nostra stessa pazienza
Se ha la nostra stessa cortesia
Se non chiede ( insistentemente  ) sconti
 sopratutto se. . . PAGA possibilmente   IN CONTANTI O  E' PUNTUALE  NEI PAGAMENTI  .


  Le   analizzo punto per  punto   aggiungendovi la mia esperienza personale  

 1-2 ) 
Quando vai in un negozio   : cerchi possibilmwente  di  non arrivare   quando sta  chiudendo   o  se  ti capita   scegli  in fretta  o  se devi fareti  fare  un qualcosa  (  nel  caso della mia attività una confenzione i  un mazzo di  fiori  )   dici orientativamente  il prezzo che  vuoi  spendere  e  i  commessi    non vedendo l'ora  di  finire  saranno più  contenti nell'accomntentarti  . Evitaperò che  qusto  si ripetà tutte le volte  . 
3) se una cosa  è troppo costosa per  le  tue tasche  o non la compri  oppure  la  compri  se  è necessaria   , ma poi non ci ritorni più , ma   non è  che ti metti a  fare  storie  come   è sucesso   ad  un cliente  del mio negozio 
http://ulisse-compagnidistrada.blogspot.it/2012/03/pazienza-questa-mia-sconosciuta-figure.html
4)  nel senso che pendono le cose   senza  che  nessuno gli abbia detto  di farlo ( come nel mio caso ) oo perchè ne  hano preso  troppe  , capita --- è capitato anche  una vota    andando a fare la spesa   ---- poi che  i sold non ti bastino     e poi  non le rimetti al suo posto  ma dove  capita *
5-6)   esempio successomi da poco  . Delle clienti  avevano  preso   diverse piante  in più  serre    anzichè scendere in macchina  per  caricarsele   sia  prima di prenderne altre  ,( o magarti  dopo   )  hanno preteso  con la scusa che  : <<  che poi  viene  male  a contarle  ( nonostantre  avessi  il block notes  e d  una penna )  per  fare il conto  e  che  biosognava   caricarle  duie   volte  >>  di  portarglierle  con la  carriola  . Non le  ho  mandate  a  .....  perchè   era più grandi  me   ( otevano avere l'età dei miei   genitori  )  , perchè non m'abbasso al loro  livello  e  non voglio sembrare  caffone   anche  se  volte  certa  gentge  se  lo merita  . Ma  soprattutto  perchè  , come  ho già detto  , alll'inizio del ost  , c'è crisi , ed  ogno  cliente  è prezioso 
 Gli altri due   sono talmente lamapanti   che non vole la pena  spiegarli \  commentarli  .  Posso solo  dire  è  da  caffoni  : 1)   chiiedere lo sconto  specie   se acquisti poco e niente   o  quando  certe  cose  sono o già scontante  o  a  prezzi bassi  . 2)  idem  ritardare  nei pagamenti  .

Un fatto non citato   sia  nella "  regole   da me  riportate  all'inizio post  , almeno  io non ho trovato  niente  , nei vari  articoli posst  , ecc . sul rapporto  fra negoziante  \  commesso   è  quello   del cellulare  . Mi spiego meglio  . In negozio   al volte  capita   che  certe persone  entrano  o che  chiamano  o ricevono  chiamate  ( ok può capitare , ma un conto  è  dire    ti richiakmo  o chiudere la chiamata  )  invece  :  anziché   come  si dovrebbe  fare   non lo    si spegne o  si mette  silenzio \  vibrazione   .E  si entra parlando  al cellulare. ed  indicando  a   gesti  alle commesse   quello che  vuoi o  non  vuoi  o  quanto costa  . E  poi quando  essa  ti prepara quello che ha  chiesto continuare  a parlare   ed  uscire sempre parlando  , senza  neppure  salutare  . Ed  è  per  questo che   non biasimo questa  iniziativa   di quattro ani fa  : 
 da  http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/  del  19 ottobre 2009(ultima modifica: 20 ottobre 2009)

PIAZZA SANTA MARIA NOVELLA
Entri nel negozio e parli al cellulare?
E il tabaccaio non ti serve più
Nelle tabaccherie di piazza Santa Maria Novella e piazza Ottaviani, dietro al banco della cassa c’è un cartello con una scritta insolita: «Non serviamo persone al cellulare»


FIRENZE 

Bando alla maleducazione, a quelli che entrano nei negozi e neanche ti guardano, a chi ti chiede di essere servito e parla al cellulare. Da qualche settimana, nelle tabaccherie di piazza Santa Maria Novella e piazza Ottaviani nel centro di Firenze, dietro al banco della cassa c’è un cartello con una scritta «SIAMO STANCHI DELLA MALEDUCAZIONE» - «Lo abbiamo fatto - spiega la commessa della tabaccheria di Santa Maria Novella - perchè siamo stanchi della maleducazione di certi clienti che vogliono essere serviti mentre parlano e a volte litigano al cellulare. È una forma di mancanza di rispetto che non sopportiamo». Insieme alla lotta alla maleducazione, al degrado e alla crisi col fai-da-te, una curiosità arriva sempre da un locale del centro di Firenze.  insolita: «Non serviamo persone al cellulare».( ..... )  


   con questo  è tutto  

06/03/12

pazienza questa mia sconosciuta \ figure di .. con i clienti


 nei  giorni scorsi  in azienda   mi stava per  capitare   qualcosa  di  simile  con dei clienti ,




fortunamente   senza  neanche il bisogno  di contar.te  fino a  10   è venuto  mio  padre  ch'era  nei pressi .
 Ciò mi ha ricordato  una vicenda  successa due  anni fà in negozio  con una cliente .... ma  andiamo con ordine  .  Prima d'iniziare  il post  , per  chi   mi segue da poco  o per la prima volta .




Noi  abbiamo due  vivai  il primo  (  vedere  cartina  a sinistra  e  foto     sotto   al centro  mi  scuso  se   è  foto di una foto ma  non sono riuscito  a trovare  nè i negativi    nè l'originale  , ma  solo un  ingrandimento  ,  messo in cornice  appeso   nel negozio  )  che  si trova  sulla   SS127, Km. 48,600  07029 Tempio Pausania Olbia-Tempio   ( per  maggiori dettagli   cartina  )  . Dove   si vende  a  fioristi della  zona   e ai privati  ( gente  che vuole piante da  frutto o da  giardino  o  piante  in grosse quantità ) 






IL  secondo  a Santa Teresa di Gallura in cui vengono allevate piante indicate per il clima litoraneo  e che  lavora  fisso  in primavera - estate (  marzo\aprile - settembre\ottobre  )  e si occupa dei giardini   nei   villaggi turistici  della  zona  e  delle ville  di  portorafael  e portobello  di Gallura
E  il negozio   giardino   in paese (  via  G.marconi n7   foto  sotto  le altre  le  trovate  :  qui se  siete fra i miei  contatti di  facebook  oppure    qui  sul mio album  di flickr  )





Dopo  questa  premessa  ritorniamo  al post   .


Avevo appena finito   di scaricare  il carico pomeridiano   e di salutare  il collega  che  riportava ilmezzo in azienda  per  poi  ritornarsene a casa   , quando  la commessa mi chiama , per  chiedere  in modo da  rispondere  ad una richiesta  di una cliente  fattagli la mattinma   se  giù in vivaio   ci sono  delle piante  di  susine  e di  ciliegio . 
Io , avendo voglia  di rientrare  a casa e  farmi  una doccia   rilassante  , ch'è  a pochi passi , sbuffando accettai . 
Ma mentre  cerca l'appunto venero dei clienti  . Un po'  titubante  ed  indeciso  sul tipo  di fiori da mettere  nel boquet  \  mazzo  , ma   con le idee  chiare   alla  domanda  della collega  : <<  quanto  vuole  spendere  approssiomamente  ? >> .  E  fin qui niente  di  male  , sfido chiunque    che deve prendere un regalo   che  sia  subito deciso  . La  seconda  più indecisa del precedente  (  e  va beh si sopporta perchè  i clienti ci  danno dfa mangiare  ) , chiede  di mostrarle  una pianta bella grande  da regalare  , gliela  mostriamo . Lei  appena sente  il prezzo  si mette quasi a sbraitare  :<< è  una esagerazione non ne  ha  di più piccole >>  ?  l'accontentiamo  ,   ma  non le  va bene  :  << ma è piccola e spoglia .... >>, e altro che nonricordo . La commessa ne  mostra  un altra  stressa  storia  ,  che continua  per  altre  2\3  volte  e  clienti  che  entravano    se  andavano spazientiti  e  dalle  loro espressioni  si capiva    <<  torneròà  più  tardi  , ma   come  fate a spopportare una    maleducata  >> . Infatti la commessa  da  dientro mi  faceva tipo ezio greggio di striscia nla notizia  cioè  si metteva  la  mano  sotto il mento  e  poi  l'allungava  verso  il  basso , come  a  dire     che  .... . Poi  ad un certo punto  stava  continuando , infatti  ha  detto molto acidatamente  : << prendo questa  , però voglio  lo  sconto  >>  e continuava  ad  insistere nonostante  la  commessa  gli dicesse  di  no  . 
Ed io  come  fantozzi  ( mitica  scena della partita  a biliardo     specialmente   dal  3.21  in poi   ) o  mi sono imballato  stancato     )   e  gli ho detto  :<<  se  non loe  va bene  se  ne  vada    se  mai  trova  in zona   quqalcun'altro  che  autoproduc e il  70  %    delel painte    che ci  sono qui  in negozio  >>   .  E  se  n'è andata   con espressione sul viso  che  sembrava quella  dei balloons \ nuvole  dei  fumetti  pieni di segni ( vedere  foto  a destra  )    grafici  per  coprire   le parolacce    proprio  coemm  nel caso di paperino   quando  a causata    del sua  cosmica  sfortuna la  giornata  è un disastro  o zio paperone  o paperina  lo sfruttano . 

Vi lascio immaginare  il predicozzo    sia  della  collega   (  e poi delle altre  quando gli lo  abbiamo raccontato  )   sia  dei miei vecchi  . Hanno si ragione , come  non biasimarli  , perché un  cliente  una  volta perso  è  perso .
Lo  so che  dovrei  smetterla    di fare  il tafazzi  ( personaggio della  trasmissione   mai dire  goal  ) 




 ed   avere pazienza     ma  certi clienti sono come quelli descritti   dal film Clerks - Commessi   ( 1994 )  ne  trovate  sotto  un estratto   video  sono  difficili  e  ci  vuole  (  non so come  facciano  le   colleghe    che  si occupano del negozio  ) determinazione  e pazienza  

e poi  sfatiamo il mito   del cliente  ha  sempre ragione perchè possono esserci anche dei casi  in cui  il cliente  ha  torto  .Trovate   sotto  a destra  quando  ha  ragione  . E poi nella vita  ogni tanto



 Infatti  un sito di marketing  << << (....) "I reclami dei vostri dipendenti sui clienti sono una fonte di innovazione e ispirazione? O segnalano qualcosa di disturbante e malsano sulla vostra cultura organizzativa?"Insomma, ascoltiamo i reclami dei clienti, ma anche i reclami dei "nostri ragazzi" A PROPOSITO dei clienti. E prendiamo in mano i conti: il cliente ci fa guadagnare o ci fa perdere? Alla fine, i profitti sono la cosa più importante, non il fatturato o il numero di clienti.E di quel cliente così "strategico" forse, a conti fatti, potremmo benissimo farne a meno. >> qui  l'articolo  completo  ) . 
Mi farebbe  piacere  sentire oltre  le  vostre opinioni  anche le vostre esperienze  in merito    con questo  è  tutto a presto gente 

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget