Visualizzazione post con etichetta clematis. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta clematis. Mostra tutti i post

11/01/14

Clematide in fiore in pieno inverno

molti mi chiedono  di mettere foto della mia attività  eccone   alcune prese dal blog  di mio padre http://costasmeraldagarden.blogspot.it/ il quale  si  prefigge lo scopo  di promuovere,diffondere , discutere le problematiche del verde pubblico e privato in Gallura ed in Sardegna.Ma  alo stesso tempo  di uscire   dal localismo  . Infatti : <<  Questo ambito oggi mi appare troppo ristretto. La mia tesi iniziale era che la Sardegna è un giardino Sardinia is a garden , questo è vero ove il paesaggio della Sardegna non è stato irrimediabilmente alterato, ma i giardini fatti dall'uomo non sono quasi mai il giardino di Sardegna. >>  Nel rispetto   della biodiversità : <<  Non lo sono i grandi prati artificiali nè l'uso di piante esotiche solo per rendere lussuoso e pretenzioso il giardino. No può esserlo il tanto decantato giardino berlusconiano in cui esibire ricchezza è l'anima del progetto e le piante sono lì a questo scopo,come le Audi o le BMW dei ministri o la cartapesta nella scenografia di regime.Il giardino di Sardegna ho cercato di rappresentarlo con le foto dei paesaggi dell'interno o delle coste ancora intatte, come  ad esempio  con le rocce e le torri di pietra nel post  http://tinyurl.com/nn5hqrr . La creazione di spazi verdi artificiali non dovrebbe prescindere da questa autentica scenografia in cui l'intervento umano poco ha alterato.>>  Prende  , sempre  nel manifestro del  suo blog  , Un altro aspetto da prendere in considerazione è la tecnica culturale. Molti arrivano a questo blog per sapere come potare una pianta, quanto e come irrigarla e quindi anche molto sommariamente ci vorranno delle indicazioni o anche dei link a siti specialistici.


da  il suo blog  

                          Clematide in fiore in pieno inverno






Cresce arrampicata sui cespugli sul bordo della strada che conduce al mare. In gennaio, incurante del maestrale che spesso la flagella.



Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget