Visualizzazione post con etichetta anti Allevi ? Nuovo Allevi ?. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta anti Allevi ? Nuovo Allevi ?. Mostra tutti i post

29/08/13

GIULIA MAZZONI UN NUOVO O UN ANTI ALLEVI ?

 ti potrebbe interessare  anche  :
 http://www.melodicamente.com/giulia-mazzoni-giocando-con-i-bottoni-recensione/


Ieri notte  mentre sfogliavo un po'  di news  , essendo.n stato fuori tutto il giorno ,    sul corriere  e  su reèpubblica  ho trovato  questa  nuova pianista  Giulia Mazzoni  .Ora Sentendo   , almeno quello che sono riuscito a trovare in rete  ,  questi due  suoi pezzi 
il primo è il video ufficiale , proveniente dal suo sito  ( www.giuliamazzoni.com da  cui proviene  anche la  foto  a sinistra ) ., il secondo da Panorama Unplugged più precisamente PanoramaWebTv
 Devo dire  che ,  non avendo ascotato l'intero cd  ( non so  se lo compro devo risparmiare se voglio andare  a novembnre  a sentirmi bob dylan a milano  )  , e  da quel  che   ho letto e sentito da  sue interviste   che non mi sembra  ne  vanagloriosa  nè una  che  cerca  il centro dell'attenzione a  tutti i costi ma  soprattutto non si da  etichette  :  « Non amo definire la mia musica, penso che debbano essere gli altri a definirla. No, non è musica classica. È una musica contemporanea, nel senso che è dei nostri tempi. Non vorrei metterle un’etichetta perché amo la libertà che è presente nella musica. Vorrei semplicemente raccontare me stessa con diversi linguaggi che mi rappresentano e fanno parte di me. Se domani mi andasse di scrivere un ragtime perché non farlo? Insomma … ascolto Mozart, Chopin e altri compositori che fanno parte della mia formazione accademica, ma essendo una ragazza giovane ascolto anche gruppi come i Daft Punk, i Bastille, Florence and the Machine, Skrillex, Swedish House Mafia e molti altri ». Promette  promette bene leggendo anche  i contenuti   delle sue canzoni dal suo sito uffcciale più precisamente qui  sia quanto di lei  : <<  MARIO GARUTI, docente e coordinatore del dipartimento di composizione del Conservatorio “G.Verdi” di Milano, commenta così l’album “Giocando con i bottoni”:«È un disco onirico, che risveglia mondi e ricordi antichi con immagini proprie del sogno, attraverso un linguaggio semplice, fresco e istintivo. Ricorda il primo Satie. È un bellissimo prodotto, curato nei minimi dettagli, e di cui mi hanno colpito molto la bella esecuzione, il suono ed il metodo di registrazione». >>




Ovviamente  e solo un giudizio parziale  e sommario  , per  uno  definitivo e globale   aspetterò  o  di comprare  più in la il cd  o  di sentirle qualcos'altro in rete   ( critiche comprese  )   specie   dopo che avrà tenuto  il concerto  del  16 ottobre  il 16 ottobre al Blue Note di Milano. Oltre a presentare i brani del suo album d'esordio 'Giocando con i bottoni', Giulia si esibirà in un inedito esperimento sonoro che combina in un unico brano la hit planetaria dei Daft Punk 'Get Lucky' e la composizione Valzer op. 69 n.1 di Chopin.




 La  critica   ( specie  quelle negative    )  la parogona ad  un nuovo Alllevi  al femminile . Da  quel poco   che ne capisco : 1) non avendone  le basi  tecniche  ., 2)  problemi d'udito , secondo me non lo è  ed i media  gonfiano spesso  le cose o dicono  delle  fesserie  prendendo  delle cantonate paragonanbdo  la merda  all coccolata  e viceversa . Infatti  : << (..)  Da Giovanni Allevi, al contrario, c'è qualche distanza in più: «I primi dischi li ascoltavo volentieri, poi ha preso altre strade e non sono più tanto affascinata dalla sua musica», confessa con la sincerità negli occhi che spuntano da un ciuffo di capelli biondo platino. E probabilmente si è allontanata da Allevi anche perché a lei non piace che un certo tipo di musica venga definita classica a tutti i costi: «Alcuni artisti hanno paura di non essere accettati in ambito accademico e perciò si ostinano a mettere un'etichetta di classicità alle loro composizioni». Lei, invece, non ha di questi timori e parla della sua musica come una sintesi «fra tradizione e modernità. Ci sono influenze romantiche, minimaliste e impressioniste. Ma non mancano le contaminazioni pop e rock. Diciamo che Mozart o Chopin fanno parte della mia formazione, ma essendo una ragazza seguo anche gruppi come Bastille, Florence and the Machine, Swedish House Mafia e molti altri. Insomma, il mio è un repertorio contemporaneo, nel senso che è dei nostri tempi».(..)   >> (  corriere  della sera  13  giugno  2013   qui  l'intero  articolo  ) .  . Qui se  proprio si vogliono fare dei paragoni   , mi sembra  (  almeno da  quel poco che ho ascoltato fin 'ora  )  un Einaudi al femminile  

 Comunque poichè Allevi , almeno per me  , insegna  

quindi  Voi critici, voi personaggi austeri, militanti severi o  pseudo  ed  affrettati scopritori di talenti    aspettate  ( anzi aspettiamo    )   il secondo disco  o alcuni suoi concerti  per  dare un giudizio globale  . Sarà il tempo a  darci  torto o ragione, se è una copia  o un qualche cosa  d'originale  

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget