Visualizzazione post con etichetta alternative ai petardi e botti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta alternative ai petardi e botti. Mostra tutti i post

09/12/16

come superare le festività natalizie VII ° animali regalare o non un cane -gatto o altro animale a natale ? ed animali davanti ai petardi





Di solito  nelle guide  degli altri anni ,ma  anche  no , facevo  un post  su  regalare  o non regalare  cuccioli  a natale  ? o    botti   \  petardi  e Cani e  gatti    qualche  giorno  prima di natale  . Ma  leggo   su  http://www.galluranews.org/ del 7\12\2016
questa  toccantissima lettera  di       Gian Mario Sanna    responsabile delle Guardie Eco zoofile   Sezione staccata di Tempio Pausania su l'abbandono , di solito  era  dopo le feste  , ora   è prima  delle feste  . La  gente   ,  o almeno  certa  gente  ,  non  ha
                                                                                               



L'immagine può contenere: cane e sMS




Tempio Pausania, “Arrivano le feste, si abbandonano gli animali”. Scrivono le Guardie Zoofile











“Caro Direttore di Galluranews, in veste di Responsabile delle Guardie Zooflie Ambientali di Tempio Pausania ho rilevato che con l’avvicinarsi delle feste Natalizie e di fine anno, come ormai consuetudineun aumento di abbandono di cani e gatti, solo negli ultimi quindici giorni siamo stati chiamati perben N° 6 cani senza microchip e naturalmente senza padrone. La cosa strana è che alcuni di questi cani sono ben tenuti ed abituati a stare in appartamento, verrebbe da pensare che persone senza scrupoli cambino in cagnolino con l’arrivare del nuovo anno.La informo con piacere che tutti i cagniolini sono stati felicemente adottati da splendide persone e anagrafati dai veterinari della ASL N°2T
 La stessa situazione si ripete per i piccoli micetti abbandonati in questi giorni gelidi senza pietà. Perché prendere un animale in casa se non lo si può tenere? Certo sarebbe bello avere una risposta a tale domanda, spesso sentiamo dire devo prendere un cucciolo per mia figlia per le feste, e poi? A volte finite le feste il povero animale diventa un peso ed ecco la sua misera fine, l’abbandono in strada.Caro Antonio io penso che a volte prima di prendere in casa un animale sarebbe bene pensare per qualche giorno alle problematiche che creano, si perchè le feste finiscono, le ferie finiscono e arrivano puntualmente le sofferenze per i nostri piccoli amici a quattro zampe. So che anche tu sei un grande difensore degli animali quindi direi che qualche consiglio potresti darlo e far sentire la voce di questi animali indifesi.

Ora  Aggiungere qualcosa a quanto espresso dal comandante Gianni Sanna, è  come sfondare  una porta  aperta . Tuttavia  voglio  ribadire , ne parlo  spesso  con storie   e  foto   qui sul  blog  e  sui miei  social  che gli animali sono membri della famiglia, che portano il nostro cognome nell'anagrafe canina, che sono capaci di sconvolgerci la vita nel senso migliore, la rendono semplice perché la loro vita è semplice. L’esempio  e l’insegnamento che ogni giorno ci donano è un sentimento di gratitudine vera, a loro basta e avanza che gli dedichiamo una porzione della nostra dolcezza per farli sentire ancor più i nostri migliori e fedeli amici. Considerare un cagnolino un peluche   è cosa successa a tutti, chi non si è intenerito vedendo un cucciolo che ti guarda con occhioni dimessi e languidi ? Pensiamoci bene a prenderli in casa ( ma  anche non )   se non siamo pronti a seguirne la crescita e una maggiore attenzione. Abbandonare o peggio lasciarlo incustodito   un animale è reato, molto meglio evitare di incorrere in questo sfregio che resta come una condanna per quel povero animale. Prendiamo un cane o un gatto solo se il nostro desiderio di possederne uno è legato a vero amore. Altrimenti  lasciamolo dov'è  .

Ma  allora  non regalare o  regalare un  animale  a natale  ?  
 molti  siti (  e non )  " animalisti" sconsigliano  di non regalare   animali a natale . Infatti questo articolo 

(...) ma un profumo? Una sciarpa? Regaliamo qualcosa che, in questi tempi di crisi, possa essere riciclato se non gradito. È poi mia opinione (ma sono un'estremista, si sa) che, se il regalo è per un bambino, sia una cosa davvero diseducativa presentare un animale come un regalo. Insomma, si è mai sentito un "mamma, mi fai un fratellino?" "Sì, a Natale"? L'animale è un membro della famiglia, e il bambino deve capire da subito che non è un "subalterno", una suppellettile. Un pacco con un fiocco. È un essere vivente di cui prendersi cura, che va coinvolto nella vita familiare. Adottare è bellissimo, ve lo dice una gattara recidiva. Ma i presupposti contano più dell'adozione stessa, perché ne pregiudicano il risultato. A Natale, regalate un libro.

 di http://www.petsblog.it/ lo sconsiglia .
Ora   ribadisco per   chi non  mi conosce  ed  legge    la  mia  guida  (senza  leggere  quelle precedenti) ,la mia   posizione  .Non  biasimo    questa  posizione   estremista  in quanto  contiene  un  fondo  di verità  . Infatti  non regalate  (  se non potete  fare  a meno   fatelo    con  giudizio  ) animali   a natale  . 
Nessun testo alternativo automatico disponibile.ecco come 
1)   responsabilizzare  il bambino\a (  o la persona  a  cui si vuole regalare  un animale  , regalandolise  ha  più di  110\12  anni  un libro su come  educarlo  e , curarlo , ecc   ecco come
 
altri ne  trovate sfogliando    qui per i cani  e  qui per  i gatti se   è d'eta  infeeriore  qualche  racconto  od  opera letteraria     riguardante i rapporti uomo animale  
2)  un adozione  da  un canile  o   rifugi   sconsiglio ( salvo che non se  ne trovi uno serio e certificato  ) di prendere i cani  d'allevamento  perchè  

 (....)  Lì si alleva spregiudicatamente e in economia, sono frequenti le consanguineità che causano tare fisiche e caratteriali. I cuccioli sono sottratti alle madri troppo presto, con serie conseguenze comportamentali. Vengono sottoposti a viaggi spaventosi; raggruppati nei camion passano una prima selezione innaturale. Molti, infatti, così muoiono. Altri, si ammalano una volta acquistati. Altri ancora sono sofferenti, manifestano disturbi psichici difficili da gestire, soprattutto per proprietari inesperti.  (  da   http://www.corriere.it/animali/10_dicembre_06/cuccioli-regalo-natale_6097fa16-010f-11e0-96e9-00144f02aabc.shtml
3)   solo  dopo    ( o prima  dipende    dall'educazione  che avete  e date   ai vostri figli\e ) 
bimbo cane

Infatti "Un cucciolo può insegnare al bambino il senso di responsabilità e diventare una meravigliosa parte della famiglia, oppure trasformarsi in un fardello. Tutto sta ai genitori"... 🐶👶🐱.Ecco cosa valutare prima di adottare un cane o un gatto 👉http://bit.ly/bimboCane  cioè   capire  a subito che i  gatti o  cani  non sono   un "subalterno", una suppellettile. Un pacco con un fiocco. Ma un essere vivente di cui prendersi cura, che 
va coinvolto nella vita familiare, curato , nutrito , coccolato ( a meno che non siate cacciatori ) educato a stare in casa ( a meno che non abbiate un giardino o una campagna ), sacrificarti . Se  deci   di regalare  o far  regalare  un cane    ai  tuoi  figli o nipoti o figliocci   eccoti  un decalogo   di  come    educarlo insieme o responsabilizzarlo  https://www.petpassion.tv/blog/cura-cane-bambino-40293.
Infatti  si dovrebbe  sapere che è un'ottima pratica insegnare ai bambini  specie  quelli con handicap  ed  autismo   a prendersi cura del proprio cane  Ma attenzione : la supervisione dei genitori è fondamentale! 👫👶🐶
  Infatti Se non sei disposto a rinunciare a un natale o  un  capodanno caciarone,)
NON prendere o  non regolare    o regala un cucciolo a Natale.Non te l’ha ordinato il dottore, dopotutto.Puoi tranquillamente portarlo a casa dopo il 3 gennaio…a parte il fatto che… se non sei disposto a rinunciare neppure a una serata di festa per il tuo cane, sei DAVVERO sicuro di meritarne uno ? a  voi stabilirlo  
Ulteriori informazioni sul primo dei siti che trovate sopra .
 Passiamo ora a come fare in caso di botti e petardi . Infatti anche   se  , almeno  qui nel mio paese,scoppiano di meno  sia  prima   di capodanno     che a capodanno  , essi costituiscono sempre  un problema  per  gli animali  gatti  e  cani in particolare  . 



Ora  che  dire  rispetto  a quianto  ho detto nele precedenti guide  e  negli url ad  inizio post  ? Che  si possono fare fuochi d'artificio senza il botto e senza rumore che nulla hanno da invidiare a quelli tradizionali dal punto di vista spettacolare e  che nulla hanno da invidiare a quelli tradizionali dal punto di vista spettacolare e   sono senza le note controindicazioni legate al rumore degli scoppi" come dimostra il confronto fra     questi due video 





tratto da questo articolo  di   https://www.greenme.it  ma sono senza le note controindicazioni legate al rumore degli scoppi"E  quindi ,Lo spettacolo è garantito anche quando la festa è nel rispetto di tutti. Lo dimostrano queste spettacolari immagini della Setti Fireworks, con due grandi gigli di fuoco e la voce di Freddie Mercurya fondersi con le coreografie di fuoco. O le immagini della Notte di San Giovanni 2014 di Torino.Anche sempre  in un commento  dell'articolo  sopracitato prima 


Ospite - Stefano il Mercoledì, 30 Settembre 2015 10:28
Facciamo chiarezzaAll'atto pratico,i fuochi "senza botti",come vengono citati,sono realizzabili solamente da professionisti che abbiano l'abilitazione e la strumentazione adeguata:pertanto alcune informazioni che girano sul web,sono totalmente frammentarie.
I fuochi da divertimento a marchio CE(esempio fontane,razzetti),hanno subito negli ultimi anni,un forte depotenziamento,che ne ha limitati i decibel e quindi il polverino esplodente.
Pertanto,quando molti animalisti dicono "vietiamo i botti di capodanno",si stanno riferendo a grossi petardi prodotti illegalmente,dato che in commercio "regolare" non esistono ormai da qualche anno.
Si smetta quindi di demonizzare l'utilizzo dei fuochi artificiali da divertimento con regolare documentazione,ciò danneggia solamente i rivenditori autorizzati alimentando il mercato illegale,con tutte le conseguenze che ogni anno sentiamo il 1 Gennaio

Secondo me , da quel poco che ne capisco , l'autore di questo commento d'essere una persona che lavora in qualche ditta di fuochi con botti è quindi non la da informazioni complete Infatti ecco cosa dice  una ditta  che  li produce  più precisamente  la http://francopozzi.com/it/fuochi-d-artificio-silenziosi

Molti clienti però ci chiedono:“l’effetto scenografico dei fuochi d’artificio silenziosi è paragonabile a quello di un classico spettacolo pirotecnico?”Assolutamente si!
fuochi d’artificio coreografici non hanno nulla da invidiare rispetto ai tradizionali spettacoli, in quanto sono in grado di garantire tanti effetti speciali come:
  • Cascate;
  • Fontane;
  • Sbruffi;
  • Girandole.

L’atmosfera magica è garantita dall’aggiunta della componente musicale, in un affascinante tripudio di luci e note.
Veri e propri fuochi danzanti, che riescono immediatamente a far vibrare le corde del cuore come sanno fare soltanto le migliori performance artistiche.
Tutti i prodotti utilizzati da Franco Pozzi hanno la marcatura CE, che confermano che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza verso il pubblico e l’ambiente previsti dalle normative europee circa la qualità delle materie prime utilizzate e di tutte le fasi di lavorazione.
fuochi d’artificio silenziosi rappresentano la scelta ideale per tutte le Associazioni, i centri ecclesiastici, o gli Enti Pubblici, che sono alla ricerca di uno spettacolo pirotecnico per le loro festività a basso impatto ambientale ma ad altissimo impatto emozionale.
  • a  voi decidere  



27/12/15

La mia guida al natale e alle festività 205\2016 [ come sopravvivere alle festività ] parte 2 II° capodanno alternative ai botti d capodanno e come proteggersi e proteggere gli animali da essi




Molti mi dicono  , il solito post   sui petardi   . Ma    davanti a simili  bestialità


Leggo - Il sito ufficiale
Sito Web di notizie/mediaPiace a 712.978 persone
18 h

+++CONDIVIDIAMO TUTTI+++
La cagnetta ‪#‎Fiamma‬ viva per miracolo. Taglia di 5mila euro sui colpevoli


 non ci riesco    e continuerò a farlo  
Ma  ora   veniamo a  al  post  
Durante  le  feste natalizie  specie   soprattutto a  capodanno , come  del resto dell'anno   si  è  buoni a  fare le ordinanze ma  poi  a farle rispettare  ce  ne passa ,   ovviamente  dipende    da zona  e  zona   e   dall'umore  di chi deve  far rispettare le leggi ,     si scoppiano lo stesso petardi & affini più o meno  proibiti .  Oltre  alla puntata   sui  petardi  a  cui  rimando      ecco  vi  altri consigli su   come  eventualmente scoppiarli in sicurezza . 
Infatti Prodotti all’apparenza innocui possono provocare lesioni varie in chi li usa, soprattutto se minori. Attenzione nella scelta, prudenza nell'acquisto, giudizio nell'utilizzo. L’Age pubblica i consigli dei medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma a genitori e ragazzi per divertirsi in sicurezza la notte di San Silvestro.“Il 50% delle lesioni dei piccoli pazienti è rappresentato daustioni, seguite da danni agli occhi, ai i timpani e agli arti (amputazioni)”. Arrivano direttamente dai medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma l’appello a genitori, nonni e ragazzi al buon senso nella scelta, l’acquisto e l’utilizzo dei botti di Capodanno. Proprio durante le festività di fine anno aumentano gli incidenti gravi legati all’uso improprio dei fuochi artificiali o, peggio, dell’utilizzo di prodotti pirotecnici illegali. Spesso a finire in ospedale sono i bambini: lo scorso anno 89 dei 350 feriti registrati a Capodanno sono stati minori, di cui 43 avevano meno di 12 anni di età. Napoli la provincia più colpita con 50 feriti, seguita da Bari con 26 e Roma con 23

images
.
Di qui la priorità per genitori e ragazzi di rispettare alcuni norme di comportamento fin dalla vendita di botti e giochi pirotecnici, ma anche in caso di lesioni da scoppio. I pediatri del Bambino Gesù li spiegano in questo manuale per una notte di San Silvestro sicura che l’Age pubblica. Perché “i botti, anche quelli apparentemente più innocui – sottolineano i medici -, come le stelline, le micette e i petardi, sono pericolosi e devono essere innescati solo in presenza di adulti”.  ( continua     su  http://www.age.it/botti-di-capodanno-si-ma-con-prudenza/ )
Io    sono per  la non esplosione   dei fuochi   . lo sono diventato dopo che vedevo
video
                                            


il mio gatto ( vedere   foto sopra  a sinistra  )  spaventato , morto sic , quasi 10 anni fa , spaventato dai fuochi d'artificio del martedì grasso di carnevale sia quelli della festa di maria bambina ) .  Dico  lo ai sindaci   oltre  a vietarli e fare ordinanze  contro  l'uso   di non essere repressivi   , ma  piuttosto d'incentivare le  alternative  . Infatti   <<   i divieti, da soli, rischiano   --- come  giustamente  dice   questo articolo  di qualche tempo  fa  di aostasera.it    ----  di servire a poco, Legambiente invita i cittadini “ad assumere in prima persona un comportamento responsabile, astenendosi dall’utilizzo di botti e fuochi d’artificio. I danni derivati da questo modo di salutare l’anno nuovo sono, come tutti sanno, notevoli, ma le resistenze al cambiamento sono difficili da superare”. >>

I Comuni stessi, in alcuni casi, festeggiano il Capodanno offrendo a cittadini e turisti uno spettacolo pirotecnico. “Pochi sanno che questi spettacoli possono essere realizzati anche senza il rumore dei botti, - spiega ancora Legambiente - bensì con l’accompagnamento di musiche piacevoli e più amiche degli animali, con costi inferiori a quelli tradizionali. Non si tratta quindi di non festeggiare, ma di farlo responsabilmente”.
"Consapevoli che   ----  continua  il  giornale  --- il problema è culturale – chiude la presidente del CircoloAlessandra Piccioni - e che maturerà progressivamente negli anni a venire, ci portiamo avanti con il nostro appello. Mancano ormai pochi giorni al Capodanno: se ne hanno la volontà, enti e cittadini possono fin da subito imprimere una svolta di civiltà ai festeggiamenti."

Infatti le alternative ci sono .
da http://www.bambinopoli.it/feste/alternativa-ai-botti-di-capodanno/2589/



Da qualche anno, infatti, nei cieli di tutta Italia, nella notte di capodanno, ma anche in occasione di feste, matrimoni, sagre di paese, hanno preso a volare le splendide lanterne cinesi,vere e proprie piccole mongolfiere realizzate in carta di riso e sostenute da una struttura rigida al cui interno è collocata una fonte di calore in cera combustibile. Il meccanismo di funzionamento è molto semplice: si accendono. Il calore scalda l'aria all'interno facendone diminuire la densità e in questo modo le lanterne si alzano in volo con un effetto scenografico davvero spettacolare. 
La tradizione vuole anche che al momento di accenderle ciascuno possa esprimere un desiderio per ogni lanterna fatta volare. Il desiderio, portato in alto nel cielo, si avvera entro l'anno.





Esistono, poi, giochi di fuoco silenziosi, usati in particolare in Estremo Oriente dove l'arte pirotecnica è piuttosto consolidata anche se, appunto, molto spesso ripulita dal fastidioso 'botto'.
Si tratta di fuochi d'artificio a tutti gli effetti che consentono di realizzare meravigliosi giochi di luce, privati, però, della parte rumorosa. Ad accompagnarli, generalmente, e renderli unici effetti sonori, giochi di luce, veri e propri spettacoli coreografici.
Se state, infine, festeggiando capodanno con un gruppo di bambini, anziché mettere nelle loro mani pericolose miccette o petardi, orientatevi sulle stelline di capodanno. Assolutamente innocue, belle da vedere e adatte anche ai più piccini.

  ecco una ditta  che    fa i fuochi artificiali senza  il  botto

quindi  si a :  spettacoli  piromusicali , ai  fuochi   senza detonazione,   giochi  di  luce   luce.o  altre manifestazioni simili  a  quelle   descritte  nella puntata sui petardi


Veniamo ora  a   come fare  per   gli animali  .



Infatti i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno sono spesso un incubo per gli animali: il rumore di petardi e fuochi d’artificio, spesso fatti scoppiare anche nei giorni immediatamente precedenti il capodanno, terrorizzano i quattro zampe che possono essere colpiti da veri e proprio attacchi di panico. E’ importante ricordare infatti, che gli animali hanno una diversa percezione dei rumori, nei cani, ad esempio, il senso dell’udito e’ notevolmente superiore a quello umano. Oltre a sentire vibrazioni comprese tra 20 mila e 40 mila Hz (l’uomo non sente quelle che superano i 20 mila) sentono ad un volume doppio del nostro. Inoltre, una componente dei fuochi per noi marginale, quella olfattiva, e’ particolarmente rilevante per i cani che sono in grado di sentire odori ad una concentrazione un milione di volte inferiore a quella percepita dall’uomo e ad una distanza per noi inimmaginabile. E’ quindi facile intuire quale sia lo stato di ansia e terrore che anticipa e accompagna lo scoppio simultaneo di migliaia di petardi, mortaretti e fuochi artificiali. I fuochi d’artificio rientrano tra gli stimoli che provocano sensibilizzazione, ovvero un progressivo aumento della risposta di paura poiche’ sono stimoli di forte intensita’, non sono prevedibili, compaiono a intervalli irregolari e non c’e’ possibilita’ di fuga.Essi   oltre a sentire vibrazioni comprese tra 20 mila e 40 mila Hz sentono ad un volume doppio del nostro Alcuni soggetti piu’ sensibili, oltre allo stato fobico quando sentono i fuochi, sviluppano anche uno stato ansioso per tutto il periodo che precede e segue la fine dell’anno. Cosa possiamo fare per aiutarli? deliberatamente  tratto da 
  1. teniamo gli animali il piu’ lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi 
  2. Non lasciamoli soli. Gli animali fobici potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi, quindi e’ necessario stare loro vicino, senza esagerare con coccole e carezze.Non lasciamoli in giardino o all'aperto non teneteli legati alla catena perché potrebbero strangolarsi;- non lasciateli sul balcone perché potrebbero gettarsi nel vuoto
  3. E’ necessario mostrarsi tranquilli e felici, cercando di distrarli, se possibile, con coccole  ed  abbracci  con giochi e bocconcini, mostrando che non c’e’ nulla di cui preoccuparsi.
  4. imporre consigliare a i vostri ospiti o non andare da ospiti che fanno uso di botti e petardi . o lasciarlo a qualche associazione o amico \a o familiare che non festeggi il capodanno dopo la mezzanotte 
  5. rinunciare per chi è     è  coraggioso   al veglione o  nel momento  in cui   ci sono  "dei botti" .
  6.  Se   come il punto 5  non potete  o non volete    rinunciarvi  portate   animali in una zona tranquilla della casa, anche se normalmente vivono all'esterno;- cercate di minimizzare l'effetto dei botti tenendo accese radio o TV, soprattutto se l'animale resterà solo in modo che venga attutito il rumore dei botti proveniente dall’esterno, chiudendo le finestre e abbassando persiane.
  7. - se portate a spasso il vostro cane, non slegatelo mai dal guinzaglio;
  8. se vi doveste fuggire dotateli di tutti gli elementi identificativi possibili (microchip, medaglietta identificativa con indirizzo e telefoni validi);e presentate subito una denuncia di smarrimento;
  9. Lasciamo che si rifugi dove preferisce, anche se si tratta di un luogo che normalmente gli e’ “vietato”.
  10. Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando anche di liberarli nelle aree per gli animali per evitare fughe dettate dalla paura.e se è possibile è fondamentale non portarli fuori a mezzanotte o nelle ore immediatamente precedenti perche’ spesso gli scoppi iniziano con anticipo  e spesso avvengono anche  nei giorni prima di capodanno 
  11. Nei mesi precedenti facciamo visitare l’animale da un veterinario comportamentalista che prescrivera’ la terapia da seguire, sia comportamentale che, nel caso si necessario, farmacologica o  un processo graduale di desensibilizzazione, esponendo l’animale allo stimolo ad un’intensita’ progressivamente aumentata quando si trova in uno stato di rilassamento emozionale.
  12. Evitiamo soluzioni fai-da-te somministrando tranquillanti, che usiammo noi alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico o hanno effetti di durata diversi da queli che usiamo noi
  13. Sensibilizziamo l’opinione pubblica, e soprattutto i bambini, su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per i quattro zampe. “Ogni anno i botti fanno vittime sia umane che animali – ricorda Massimo Comparotto, Presidente OIPA Italia – Nel periodo che va dalla meta’ di dicembre ai primi giorni di gennaio riceviamo moltissime segnalazioni di animali domestici smarriti, feriti o morti a causa dei botti: e’ importante che tutti comprendano quanto un momento di festa per alcuni diventi motivo di sgomento e terrore per altri. Chi ama gli animali non spara botti”.


altre  guide  

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget