Visualizzazione post con etichetta addio. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta addio. Mostra tutti i post

05/05/12

addio a al compagno di viaggio Pietro Atzeni

Addio  Oggi   nell'anniversario della morte  di zia  apprendo da facebook questa  triste news  che trovate sotto  .  Un po' lo sospettavo perchè  di solito pietro  interveniva    anche se  saltuariamente ( ma  ogni ha i suoi tempi  )    da me noi   prima nel  vecchio  blog di splinder  poi  qui  .


Sono senza  parole  lascio  le parlare   questo scritto trovato  sul suo blog  http://pietroatzeni.wordpress.com/author/pietroatzeni/

Nella notte tra il 14 e il 15 aprile, il nostro Pietro ci ha lasciato improvvisamente per un attacco cardiaco, aveva solo 62 anni. Per alcuni é stato un parente, per altri un amico, per tutti é stato un grande uomo!
Se n’é andato in punta di piedi, in silenzio, quasi non volesse disturbare, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore di tutti noi.
Il pensiero va alla moglie Carmen, al figlio William e al suo adorato nipotino Valery.




Addio   compagnodistrada  amico carissimo   spero di  



31/01/12

splinder addio







« Come è strano essere lontani da casa quando la distanza è un intero continente e non sai neanche più dove sia la casa tua e la casa che ti resta è quella che hai in testa » Jack Kerouac



Come tutti sapete anche se in questa piattaforma ho traslocato  grazie  a http://exportsplinder.altervista.org/   tutto il mio blog dai suoi albori  ben 8 anni  ( eccetto il 2010\11  ch'era  quasi tutto doppioni   ) ciò non toglie che il 31 Splinder si oscurerà....non ho ben capito se sarà già dal 31 stesso o dal 1 febbraio ad ogni modo io voglio oggi fare un post dedicato, senza tante retoriche o smancerie perchè mi sono già espressa a suo tempo, ciò non toglie che mi spiace e voglio così ringraziare gli  amici ed  alcuni\e  per  avermi aiutato contro il fa tangoi e mentelucete   ed  aver condiviso la lotta  insienme ad  ( orta  non esiste  più la redazione di splinder  su  pressioni  '  di  rosso l'aveva cancellato  )  nonscriviamo.splinder.com  contro le  prepotenze  e gli abusi   di  ex  rossovenexiano.splinder.com ora  http://www.rossovenexiano.com/ di  per avermi tenuto compagnia in questi anni: file:///C:/Users/NEGOZIO/Pictures/Organizza%20%20%20Blog.htm


molti di voi continuano a seguirmi da tempo sia su splinder che qui nel nuovo blog, molti si sono già persi da tempo nel web forse inghiottiti da Facebook ( alcuni ritrovati  altri meno )  o forse stufi di blog, mi piacerebbe avere notizia da tutti, chissà che un giorno o l'altro si rifacciano vivi...ad ogni modo io auguro a tutti buona vita, con o senza blog! grazie per avermi accompagnato in questo viaggio, in questi anni, in queste parole, nei sorrisi e nelle lacrime.
Ora proseguirò ugualmente senza di te, ma ti porterò nel cuore, questo è sicuro.
^____^


Ora , Soprattutto in questi ultimi anni i mi sono affezionato tantissimo ad alcuni di voi, blogger, presenti su Splinder, alcuni andati senza  dirmelo , ma  sperando  un giorno  di ritrovarli lungo  la  strada   







.

L'idea di perdervi e perderci mi spiacerebbe un sacco  ma cosi  va  la  vita  . Nonostante io non sia un commentatore di blog nata (avete notato che non commento quasi mai nessuno), ho sempre però il piacere di seguire i vostri post, le vostre vite attraverso le parole dei vostri blog    e  di alcuni \ e  anche su face book  ) , silenzioso, in disparte, mai(  o quasi  )  in maniera invasiva, e comunque sempre presente.

Ho deciso  di fare un sondaggio  tra di voi, TUTTI e chiedere dove finirete, cosa farete, se abbandonerete il mondo del blog in maniera totale o se semplicemente vi trasferirete su un'altra piattaforma, ma soprattutto, vi chiedo, quale sarà la piattaforma?

Vorrei farmi un' idea generale in modo tale da capire dove ritrovarvi, se non tutti, almeno la maggior parte, per continuare a leggerci e sostenerci insieme !   quindi   chi non  l'ha  fatto via  @  di splinder  può  farlo  o  qui  , lasciando  nei commenti o nel contattami   chi  era  (  vecchio  url  e    chi  è addesso  e con nuovo url )   oppure  allo stesso modo  su facebook   nei commenti  o  in privato  a questo account  http://www.facebook.com/redbeppeulisse1 Per fare questo ho bisogno del vostro aiuto. È molto difficile creare qualcosa di importante da soli: i risultati si ottengono lavorando con altre persone. Io ho sempre molte idee, ma le idee contano solo se le realizziamo o  al massimo  se  altri\e raccolgono quello che  abbiamo seminato. E per realizzare ciò abbiamo bisogno di persone che ci aiutino a farlo e che siano, magari più brave di noi nei loro campi.Soprattutto in questi ultimi mesi mi sono affezionata tantissimo ad alcuni di voi, blogger, presenti su Splinder. L'idea di perdervi e perderci mi spiacerebbe un sacco. Nonostante io non sia una commentatrice di blog nata (avete notato che non commento quasi mai nessuno), ho sempre però il piacere di seguire i vostri post, le vostre vite attraverso le parole dei vostri blog, silenziosa, in disparte, mai in maniera invasiva, e comunque sempre presente.Ho deciso perciò, di fare un sondaggio tra di voi, TUTTI e chiedere dove finirete, cosa farete, se abbandonerete il mondo del blog in maniera totale o se semplicemente vi trasferirete su un'altra piattaforma, ma soprattutto, vi chiedo, quale sarà la piattaforma?Vorrei farmmi un' idea generale in modo tale da capire dove ritrovarvi, se non tutti, almeno la maggior parte, per continuare a leggerci e sostenerci insieme  chi c'è c'è  chi non c'è    concludo  con  questa  alatra  canzone dei Mcr 






13/10/09

...l'isola che non c'è !

 

…in questo spazio infinito dove ognuno cerca vita

c’è l’isola che non c’è!

ora c’è perché ci sei tu e mi allarghi gli orizzonti

mi fai vedere il mare e sentire  la voce del tuo cuore

credere che ci possiamo amare e  voler bene

e rispettarci per quello che  noi siamo

per quello che ti do e non ti chiedo nulla

ti darò di più se tu lo vorrai…

 

( ma dove sei? )chi sei?

lascia stare , è solo poesia !

 

…e sembrano parole fatte  queste ,ma è il vero

respiro te sola al chiaro della luna,

ma poi mi accorgo che sto ancora male

 ad occhi aperti vedo ancora il mare

metto i piedi a terra e smetto di sognare….

 

e sento la quieta foglia  che avanza nei corridoi dell’inverno

e nella mia anima non c’è più il sole d’autunno,

e nel vento le foglie fanno nido tra i cespugli

e tra i melograni  il rosso fa fortuna…

 

…l’isola che non c’è sei tu amore mio

ma davvero! ahahahah …mai esistita e mai avuta,

non cercata e nemmeno più desiderata

per aver scoperto il vuoto quanto è ingrato,

ma tu ti nutri di favole e di frivole sciocchezze

e non ti accorgi che un uomo quando  piange,

un fantasma che compare solo tra le righe

scrive poesia e poi se ne fugge …

 

e  te ne vai  lungo quelle spiagge

come se fossi l’ultima  chimera da agguantare

e tu nemmeno te ne accorgi e sei sola

non sai usare l’amo col tiraggio e l’esca dolce  per farlo sempre tuo

mettere il sale sulla coda a un uccellino che vola dal suo nido

carezzarlo e tenerlo in vita…

 

…è in quella isola resti sempre sola

a capelli al vento butti  lo sguardo in mezzo al vuoto,

vedi tramonti fluorescenti e divaghi a perderti nel sonno

fai la gatta morta e nessuno poi ti vede…

 

ho abbandonato quella isola perché non ci sono mai andato

e nemmeno ci andrò mai,

non esiste! perché è un’isola che non c’è,

è solo tra la fantasia di chi crede al vero amore

chi lo cerca trova il suo tesoro…

 

( si lo so

l’amore non si cerca ma arriva quando meno te lo aspetti

ma io non lo cerco e nemmeno me lo aspetto

ho il cuore in pace e faccio il benedetto…

 

poetanarratore.

02/09/09

Luce della città




Pure lei. Addio, Teresa Strada Sarti, moglie di Gino, presidente di Emergency. Pure lei è volata via, in un caldo pomeriggio di questa città grigia, afosa, tumultuante, ventre molle e meccanico che tutto macina, inesorabilmente. Sembra incredibile, ma proprio questa città ha prodotto persone schiette, terse, dal sorriso lucente come l'acqua, primordiale perché non nascondeva nulla. Sì, anche di questo Milano è stata, sa essere capace.


Foto tratta dall'album di Sirena Milonguera

Figure come Teresa non sono mai sole, dietro di esse si scorgono sempre moltitudini, scie umane, di ogni credo, etnia, cultura, età, sesso. Il suo nome non può essere ovviamente slegato da quello di Gino, ma nemmeno da altri che, alcuni anni fa, imparammo a conoscere: Daniele, Adjmal [nel link viene ricordato anche l'episodio dell'abbandono della sede afgana di Emergency a causa dell'intenzionale dabbenaggine dei nostri insigni "statisti", n.d.A.], Rahmatullah, Said.

Adjmal e Said non ce la fecero, Daniele venne liberato, poi su Teresa, Gino e la loro attività è calato pian piano il silenzio. Solo la morte di lei, ora, ricorda di quali figli è capace questa metropoli senz'anima, sotto i lustrini e i vip incivili. Ma basta coi sacrifici estremi, per favore. Basta con questa maledetta ingiustizia.


Daniela Tuscano



 


 


 




29/06/09

Solo l'addio ci tiene ancora uniti

5


Ho assalito
il cielo,
ti ho trovato
racchiuso in favolosi altrove.
Respirarti da lontano inibendo il desiderio
corpo scomposto
arreso
alla necessità.
Come garofano fiorito in tua assenza
nonostante l’acqua che mi porti
cancello ogni traccia
di questa parentesi che sogno:
tutto è qui.
Conservo le zattere di carta,
saranno l’abito
prezioso dello scrigno,
il cibo vero.
Il clown che danza sul filo
dice che non sei tu la  vita
solo l'addio ci tiene ancora uniti.



Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget