Visualizzazione post con etichetta a zonzo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta a zonzo. Mostra tutti i post

01/04/14

gite di primavera 23.3.014 giornata Fai a Perfugas

Con il post   d'oggi  , cercando ulteriormente    di   : ridurre  e  d  incanalare  in qualcosa  di costruttivo la mia logorrea e  prolissità  ,  di  provare  ad essere più sintetico  . Riassumo  almen con  le foto  fatte  con il cellulare  , in quanto come mio solito  , mi lascio   nel pc la scheda della macchina digitale  . 

le news  sono tratte  da  
Mentre le  foto  sono del sottoscritto

Visto  l'incertezza  del tempo  , la fissazione (  ma   bisogna   capirlo   sono  vecchi  70 mamma 73 babbo  )  non volevano   andare  in greffa  o  lo cose  organizzate  , siamo andati di  sera  quindi abbiamo visto  le visite  guidate   a  :



CHIESA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI – RETABLO DI SAN GIORGIO




Il Retablo di San Giorgio è il più grande della Sardegna ben cinquantadue tavole. E’ stato dipinto da un anonimo nel XVI secolo, costituisce la quinta di sfondo delle opere esposte nel Museo Diocesano di Arte Sacra, allestito nella cappella del Retablo di San Giorgio, nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria degli Angeli a Perfugas.



POZZO SACRO DI PREDIO CANOPOLI

 databile alla fine del Bronzo medio, Bronzo recente, Bronzo finale, età del Ferro; è ubicato nel centro storico di Perfugas, nell’area antistante la chiesa di Santa Maria degli Angeli. Il pozzo sacro deve il nome al proprietario dell'orto nel quale nel 1924 venne ritrovato: tale a Domenico Canopoli.


al Il museo, realizzato grazie all’attività di censimento e scavo di siti archeologici del territorio di Perfugas, si compone di una sezione paleobotanica e una archeologica.Ma Abbiamo perso l'evento collegato la Mostra di arte grafica “la Sardegna di Giuseppe Biasi”; mostre su cultura e tradizioni locali


per conto nostro , abbiano visto l'antica parrocchiale di S. Maria de Foras,con relativo porta  santa   \  portale delle    indulgenze   chiesa romanica originariamente mono navata restaurata di recente. La sua costruzione è attestata da un'epigrafe del 1160. Di particolare pregio è il monumentale portale dicromo, costruito con blocchi bianchi e rossi disposti a scacchiera, che è il più antico dell'isola. Da questa chiesa proviene l'altare ligneo del 1750 attualmente collocato nel presbiterio della chiesa parrocchiale. ma abbiamo trovato una guida della Società “Sa Rundine” mentre le altre due Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Scuola Media statale “Sebastiano Satta”










Il bellissimo museo archeologico .Il museo, realizzato grazie all'attività di censimento e scavo di siti archeologici del territorio di Perfugas, si compone di una sezione paleobotanica e una archeologica. E quato  èsolo una parte  dei reperti  viosto che  ci sono ancora  quasi  5 mila casse in magazzino non esposte  per mancanza  di spazio e di fondi per  allargare il museo  .  Poiché avevo poca  batteria nel cellulare e le teche da fotograre erano molte preferisco riassumerlo cosi : Affinché il tempo non cancelli il lavoro degli uomini e che i grandi risultati raggiunti non cadano nell'oblo ( erodoto )

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget