Visualizzazione post con etichetta Banco Sabadell. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Banco Sabadell. Mostra tutti i post

19/12/13

anche le pubblicità dei prodotti d'oppressione come le banche posso essere fatte bene



un video che pubblicizza una banca ....... ma meraviglioso pure io ho pianto... come mi capita tutte le volte che sento questo pezzo . Infatti fra i tre commenti di questo articolo  di  http://ultimahoradiario.com.ar/?p=17577 del 3\12\2013



Una niña pone una moneda a un músico y lo que sucede a quedado en la historia


Una pequeña le da unas monedas a un músico en la calle y lo que recibe a cambio es algo increíble. Este flashmob ha tocado al mundo entero, no hay duda del poder de la música. El propósito fue rendir homenaje a su ciudad con… mira el vídeo.

video
e  da   http://video.repubblica.it


Il flash mob orchestrale della banca, l'inno alla gioia in piazza

Basta una monetina e inizia il concerto. Prima comincia a tratteggiare la melodia una piccola sezione di archi ma, a sorpresa, si aggiungono tutti gli altri elementi, fiati, percussioni e il coro delle voci in una progressione monumentale che culmina nel tema principale della Sinfonia di Ludwig Van Beethoven, il celebre Inno alla gioia. Tra lo stupore e il coinvolgimento emotivo di tutta la piazza, che si affolla attorno all'orchestra. Un "flash mob sinfonico", organizzato dal Banco Sabadell, l'istituto di credito della città catalana, per celebrare i suoi 130 anni, dal titolo "Som Sabadell" (Noi siamo Sabadell)

(a cura di Matteo Marini)



che riporto sotto io mi schiero con quello di Renato







Oli Favero · Seguir · Milano
E' solo un video che pubblicizza una banca. Fatto bene, ma niente più...quale potere della musica...questo è il potere dei soldi.
Responder · 20 · Me gusta · Seguir esta publicación · 15 de diciembre a la(s) 12:18


Lucio Maiorano · Mejor comentarista · Università del Salento
il capitale lo ha messo solo la piccolina
Responder · 2 · Me gusta · 16 de diciembre a la(s) 18:59



Renato Gagliardini · Università di Bologna
e chissenefrega se pubblicizza una banca!!! la cultura costa e sewnza soldi non si può fare, se una banca spende qualche soldo per una cosa di questo tipo, tanto di cappello!!

Responder · 4 · Me gusta · 16 de diciembre a la(s) 19:04.

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget