Visualizzazione post con etichetta BARRIERE MENTALI. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta BARRIERE MENTALI. Mostra tutti i post

15/01/16

Iacopo Melio critica Salvini e sui social scoppia il finimondo L'ideatore della campagna #vorreiprendereiltreno commenta un post del leader della Lega dopo gli attentati di Instanbul e su Facebook viene sommerso da (pesanti) offese.

I soliti   coglioni  ,   scusate ma stavolta  non  ce la  faccio a  definirli imbecilli , Salvinisti  .
Hanno   paura   delle  critiche   . Posso capire  che  ti  definiscono  comunista  o  altre  amenità varie  tipiche  del vecchio retaggio  della destra  fascista  . Ma    quasi manca  di rispetto    cosa  che non dovrebbe mancare mai    nè   da una parte  e dell'altra  , ma  questo    non  si capisce  o non lo si vuole  capire  .


ti potrebbero interessare

LA BATTAGLIA DI IACOPO: #VORREIPRENDEREILTRENO.
L'ARMA DELL'IRONIA: #CANTOANCHIO
TUTTE LE INIZIATIVE DI IACOPO MELIO

  da  http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca  del  14 gennaio 2016


Iacopo Melio critica Salvini e sui social scoppia il finimondo
L'ideatore della campagna #vorreiprendereiltreno commenta un post del leader della Lega dopo gli attentati di Instanbul e su Facebook viene sommerso da (pesanti) offese. Poi arrivano anche tanti messaggi di solidarietà



                                         Iacopo Melio durante la "skarrozzata"
                                   in centro a Empoli (foto agenzia Carlo Sestini)

CERRETO GUIDI. Stavolta le barriere architettoniche non c'entrano. O almeno sono sempre barriere, ma altre. Quelle contro le quali Iacopo Melio, il ragazzo diversamente abile che ha scosso l'Italia con la sua campagna#vorreiprendereiltreno, si è scontrato e si sta scontrando sui social network, in particolare Facebook, dove è praticamente sotto attacco.
Tutto nasce da un commento che Melio ha lasciato su un post di Matteo Salvini dopo l'attentanto di Instanbul. Il leader della Lega ha posto l'accento sul fatto che l'autore fosse un profugo siriano lamentando come in Italia sia troppo facile entrare. Melio ha replicato che si tratta di follia umana e che non è ammissibile fare campagna elettorale su certi avvenimenti. Apriti cielo.

I
                                    Il post di Salvini col commento di Iacopo Melio




Da quel momento, infatti, il post e la pagina Facebook di Melio sono stati letteralmente presi d'assalto dai sostenitori di Salvini. Il problema, però, è che molti dei commenti hanno veramente oltrepassato il segno (e non solo del buongusto). "Il signore doveva paralizarti le mani e non le gambe" oppure “trovati un lavoro anche se sei storpio”, o ancora "spero che questo Iacopo muoia" sono solo alcuni degli interventi (ma ce ne sono anche di peggiori) affidati al web e ai social.
Fortunatamente, però, a Iacopo Melio stanno arrivando anche tantissimi attestati di stima e di solidarietà da parte delle persone che sono state conquistate dalle sue iniziative, ma anche da chi si è semplicemente imbattuto in tanta cattiveria e ha voluto mandargli un segnale

Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget