Visualizzazione post con etichetta 2 ottobre 2009. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 2 ottobre 2009. Mostra tutti i post

10/06/09

il viaggio più lungo comincia con un passo



Mentre ascolto in sottofondo  questa  canzone 





mi riviene in mente questa frase dettami più volte da mio padre e letta, non ricordo quale , in uno dei suoi libri << il viaggio più lungo comincia con un passo"   ( ?  Mao  Tse  Sung 1893-1976 ) >> che  poi mi  ha dato la  forza  di condividere  queto mio scritto altrimenti destinato al mio archivio segreto 

Nei miei primi anni di  " prigione  " ho capito che  dovevo accettare  delle modifiche  al mio stato  d'essere  e  compiere  delle   scelte radicali  . Infatti invece  di    di interpretare  un ruolo  blo
ccato   del passato  ho deciso   di riedificare  la mia vita  \ opera  d'arte  e  voltare pagina   (  e dove fosse  possibile  di strapparla )  mantenendomi   il più aderent e possibile  alle variazioni   dele esperienze  che  vado ogni  giorno facendo  . Quindi  eco  che piuttosto farmi divorare    " dalla  prigione   "  ho preferisco  anche soffrire  mangiarla  boccone  dopo  boccone . Infatti  ho deciso   fin dalla creazione di  questo   blog  (  vedere  manifesto ,   faq  aggiornamento  faq    )  che   ho accettato   come  mio " unico  vestito  " la  mia pelle  ed  ho deciso   di applicare  (  a volte  con successo   a  volte  senza  successo  )  di  andare oltre le ideologie  e   Liberare la mente dalle ortodossie    traduzione in italiano dell'intervista Liberating the Mind from Orthodoxies di David Barsamian a Noam Chomsky  )  Ed è proprio in questo contesto  che   si  è  svolto una dele mie  principale  " battaglie  "  nella notte  fra 7\8 giugno  il primo passo  della mia liberazione   dalla  mia pornodipendenza   e  dal smettere   nel  ricorrere  ade  esse per  alimentare le  mie  fantasie  mastrubatorie \onanistiche  , mi sono alzato mi sono messo il pigiama ed  in pantofole  ho attraversato la strada per  andare     nel marciapiede di fronte    per  buttare  nel bidone  dela carta e  cartone   dele riviste hard  che  tenevo nascoste  , non sono riuscito a  trovare i  dvd  e  i dvdx  talmente  gli ho  nascosti ed  occultati  bene ( o forse gettati via  da mia madre  ? )    , ma  lo farò appena  li ritrovo  o mi ricordo dove   gli ho messi o come  gli ho  occultati  , sempre  che  non ci  pensi ( e se lo fa non ne  farò  un dramma  )     .
IL perchè proprio  in piena  notte   ,  non saprei spiegarlo  ,  forse  perchè influenzato   dalla mia  ora   quotidiana  di riflessione  di stampo  siloniano soprattutto quello dell'ultimo periodo e  quello postumo   come

Confessioni    ( riportato   anche  se    riadattato alle mie esigenze  qui  da qualche parte  sul nostro blog )  Pubblicato in occasione del ventennale della morte di Ignazio Silone, avvenuta a Ginevra il 22 agosto 1978, su «Quaderni Siloniani», rassegna internazionale diretta da Luce d’Eramo e Vittoriano Esposito, (Pescina), n. 2, 1998, pp. 3-5.   , o  forse perchè come dice  il libro   che sto leggendo  , Smettila d'incasinarti !  come rendersi la vita meno  complicata   e  essere  più felici   di  Roberto Re  (  foto a  destra  ) : << Il pensiero   di per sè  non produce  risultati  >>  e  qui  ulteriori  news  sul libro.
Forse  è  questo  che   mi ha  bloccato o  reso il mio processo discontinuo  .
Infatti questo mio  gesto , è  il  primo atto  concreto (  almeno spero  , visto che i  precedenti  hanno avuto dele ricadute  )   di quel processo di   dissociativo    deciso    tempo   fa  . Spero adesso di  riuscire  a passare (   stavolta   in maniera definitiva  e  senza  ricadute  )   dalle   parole  ai fatti concreti  .
Le  origini  di questo mio processo  dissociativo  ? Le  figure   di m...  con  A) mia madre  , quando mi  ha  sgamato o guardando youporn o  delle  riviste  .,  B)  con gli amici   ( pornodipendenti  e non )   anche sposati che mi  vogliono   o far  ....   a  tutti   costi perchè  secondo loro   visto che  ancora mi mastrubo  non ho  mai  ciullato  .,  c)  con le  donne delle pulizie  ( una  ex  con il marito pornodipendente  e  una nuova    non )., La  ex  prima di passare le   "cosegne "  ala  nuova  mi ha  fatto una battutina ironica  : <<  mi raccomandfo  evita  di fargli  trovare nei casetti del bagno   o  io del mobile  di camera mia  o  fra le  coperte   e il materasso  quelle riviste  che  guardi   tu >> Ma  soprattutto     1)  la lettura   di  libri  che     trovate  sotto i dettagli biografici  : A  )  come guarire  dalla pornografia  di  Marco distort   un po'  confessionale   e  bigotto  in certi casi , ma  mi è stato  d'aiuto per  le ricadute  e  non perdemi d'animo un questa lotta  .,  B )  Economia canaglia    di loretta  Napoleoni che nel  capitolo  VII , alle  pagine    149-53  in particolare  ,   afferma in sintesi  :   <<  la  prima   attività  d'internet  eè la pornografia  e la  seconda il gioco d'azzardo  , la  terza la  pornografia infantile  . Su questo non c'è dubbio  >> C )  porno romantica  di Carolina  Cutolo   2)  alcuni scritti   del movimento femminista  ( anin  60\80  )  che se  attualizzati   e riadattati   ad oggi sono più attuali che  mai   vedere   sotto  l'url  contenente  dei documenti   , alcunoi post  del  gruppo  di yahoo  no  alla  pornodipendenza   sotto  l'url   , 3)   il documetario  (n se   avevo  già parlato    in un post  precedente )  il corpo  delle  donne     trovate  sotto    gli Url  del video  e  del  blog   e   il  film (  non ha   a che fare direttamente  con la pornografia   , ma   riguarda  la dipendenza  da  droghe e psicofarmaci  )   Quando l'amore brucia l'anima (Walk the Line), film biografico sul cantante Johnny Cash     qui  il promo
 





4)  ed in fine l'sms  di  rispota  ala  mia richiesta d'aiuto    di  mariangela scrufari  mia  amica  prima sullarivista  ( ora  solo online  )  di Sbs  \  smemoranda   e  adesso di facebook  : << Non è semplice  ... ma  ce lampuoi  fare . Devi arrivare  a capire  che  è una    che  non solo   non ti da  niente   ma ti svuota l'anima ,,, [...] >>
Lo  so  che   con quel gesto  mi varà il rimoerso per  averci    gettato dei soldi  (  dato che metà  gli  avevo comprati  )   e  magari  sarebbe  stato meglio se  li avessi regalartio , ma  è meglio cosi  evito (  in quanto    sono  solito  fare  scambi   )  occassione  per  averne altre  o  al massimo dei  dvd  e  dvdx   .  Ma  esso da  quel modo che  ho  avuto modo di provare  direttamente   sono , se  non coltivati effimeri   e passano in fretta  con meno dolore  . Meglio cosi    che  schiavo  e  dipendente  .Ora  la lotta  più  dura  è quella   alle  "  diramazioni  " video  e  internettiane, e  il smettere di ricorre  ad  esse  nelle mie fantasie  erotiche    . Ma  già il primo passo  è stato fatto   . E  come  nella  citazione all'inzio  del post  d'oggi   il viaggio  è iniziato  w  interromperlo    sarebbe  da  stupidi , e poi  continuare  ad essere  schiavo non mi  và   , meglio   essere  soli  è considerato  da  amici fruitori   e dipendenti  comne  snob  ed  intrapendere  una  dura  strada   come   diceva  un poeta  scomparso  fisicamente  10 anni fa  , ma  ma  ancora  vivo nela musica italiana (  di cui  mi vergogno a  citare il nome tanto  è noto   e i cui pensieri sono nusatoi a proposito e  a  sproposito   trovate  qui   di chi si tratta   ) : <<  (...) Certo bisogna farne di strada\da una ginnastica d'obbedienza\fino ad un gesto molto più umano\che ti dia il senso della violenza\però bisogna farne altrettanta\per diventare così coglioni  (...)  >> se  voglio  uscire   da questa  prigione   che mi crea   solo dipendenza  o petegoezzi femminili specialmente  .
E poi minsembra  opportuno lasciarmi alle  spalle una cosa  che  di trasgressivo  (  rispetto  al clima  culturale  in cui  in Italia   si  è  sviluppata  come  dimostrano  i  tre  dvd  di  focus     "    Storie proibite "    collana che racconta la rivoluzione dei costumi sessuali degli italiani dal dopo  guerra  ad  oggi  ,   sotto maggiori dettagli   dimostrano quei )  non ha più  niente   ed  è diventata solo conformismo  o moda   cioè  è ormai mercificazione  e sfrutttamento 


  approffondimenti 

  scritti femministi   e   altro
http://www.nelvento.net/archivio/68/femm/index.html
http://www.liberidalporno.org/
http://groups.yahoo.com/group/masturbazionedipendenza
http://groups.yahoo.com/group/noallapornodipendenza
http://groups.yahoo.com/group/PornodipendenzaeAmore


  film \  documentari
http://ilcorpodelledonne.blogspot.com 
http://www.ilcorpodelledonne.net/documentario/index.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Quando_l'amore_brucia_l'anima )
http://focus.bow.it/Focus/94618/Storie_proibite_Vol._1.html
http://focus.bow.it/Focus/94618/Storie_proibite_Vol._2.html


  libri 


In sintesiI consumatori vivono oggi in un mondo virtuale idilliaco costruito dai media. Intrappolati in una fitta ragnatela di chimere economiche e politiche, i cittadini ne sono spesso (e inconsapevolmente) parte integrante. Ma la realtà economica globale è un pianeta che muta con sconcertante intensità e rapidità. A gestirlo è l'economia canaglia, una forza indomabile in mano a nuove generazioni di spregiudicati uomini d'affari, imprenditori e finanzieri. I cittadini alimentano un subdolo meccanismo che li danneggia. Ma tutto ciò è già successo. Attraverso esempi concreti, Loretta Napoleoni descrive l'avvento e la diffusione dell'economia canaglia, invitandoci ad aprire gli occhi e a conoscere veramente il mondo in cui viviamo: dalla caduta del Muro di Berlino, attraverso gli anni novanta, la rivoluzione cibernetica, il diffondersi della pirateria fino alla tragedia delle Torri Gemelle e alla costruzione dell'impero economico cinese e di quello finanziario islamico. per ulteriori    recensioni   ecco il sito  da  cui  ho tratto la  foto  e  le news 

www.ibs.it/code/9788842814863/napoleoni-loretta/economia-canaglia-lato



Descrizione: A causa del peccato, la sessualità umana è spesso contaminata da impurità ed immoralità, che ne cambiano l'uso legittimo in un uso depravato. L'amore fisico viene a volte barattato con la ricerca di un piacere egoistico, a scapito del partner, che viene usato come "strumento" della propria libidine. La pornografia è uno strumento pericoloso per l'equilibrio non solo morale, ma anche psichico di un individuo. Essa può facilmente generare un asservimento a stimoli di eccitazione visiva che, col tempo, possono diventare indispensabili per innescare il desiderio. Troppe persone, soprattutto maschi, arrivano al punto di non poter più fare a meno di certe immagini per eccitarsi. Dove porta tutto questo? Sembra un paradosso, ma porta all'insoddisfazione sessuale e alla creazione di modelli di comportamento fasulli, che procurano solo dolore e schiavitù. La pornografia è un problema che genera altri problemi. Si può definire il punto di partenza, ma difficilmente ci si rende conto di dove essa può portare nella corruzione interiore. Questo libretto si propone di illustrare i pericoli della pornografia sia ai giovani che alle persone sposate, e di fornire alcune indicazioni per guarire dalle forme di dipendenza che essa crea.


Indice: Introduzione; Dove nasce il desiderio sessuale? La tentazione elettronica; Storie di schiavitù; Gli effetti della pornografia; Il valore terapeutico del senso di colpa; Motivi che possono spingere verso la pornografia; Una terapia spirituale per guarire dalla pornografia; Conclusione.
news  tratte da http://www.clcitaly.com/live/articolo/index.php?query=002340

 porno romantica  (  una  mia  recensione intervista  )
Provate a pensare a un corso di sesso per corrispondenza che migliori l'informazione e liberi da tutta quella serie di pregiudizi che imbrigliano l'istinto e congelano le emozioni. Immaginate che dietro l'iniziativa ci siano ben più alti ideali ("la necessità di gettare il cuore oltre l'ostacolo e corrergli incontro") e che l'ideatrice del progetto - tale Caterina Cicutto, anni trenta, laureata in Sociologia - voglia avviare un movimento di emancipazione per affrancare una volta per tutte la sessualità dalla nicchia dell'inconfessabile e dello scabroso. Fatto? Aggiungete adesso il brivido per le avventure e quel retrogusto romantico che soltanto l'amore sa dare - non quello eterno, sia chiaro, ma quel sentimento travolgente che finché dura non c'è niente di meglio - e poi mescolate. Sugli effetti dell'esperimento c'è già chi è pronto a darsi per vinto: "Dopo la prima dispensa io, cara Caterina, mi dichiaro pornoilluso". Perché questo libro, un bel miscuglio di situazioni piccanti, ricette amatorie che hanno la genuinità dei rimedi della nonna, confessioni scandalose e parabole languide, diverte e appassiona per la contagiosa ironia e sincerità che trasudano da ogni pagina. Con uno stile diretto, leggero e scanzonato, Carolina Cutolo fonda una vera e propria corrente di pensiero che combina l'integralismo romantico con il sesso sublime: il Pornoromanticismo.


















con questo  è tutto   , vi terrò informati  sulle mie eventuali   sucessi  e ricatute  .  A  voi  , se  vi  va  e  se  volete  ,  parlare    \  condividere  esperienze  simili


04/03/09

I magnifici due






 







 




 




 




 



 


 

Se vi garba credere che non esistano alternative alle ronde, ai tagli allo Stato sociale (e di diritto), al nucleare, alla fame e ai genocidi, alle violenze pubbliche e private; se ritenete inimmaginabile un'opposizione al di fuori di quanto resta di piddì e simili, non leggete questo post.



Però attenzione: vi perdete, anche, un mucchio di divertimento. I mass-media lo sanno benissimo, vi vogliono incazzosi e mugugnoni, e per questo continuano, ostinati, a occultare le notizie importanti. Così "la ggente" finisce davvero per pensarlo, che il mondo si fermi dopo le colonne d'Arcore.



Poi i gusti son gusti ma se preferite S. ai due signori qui sopra, consiglierei di riesaminare il vostro senso estetico.



E mica sono gli unici, sapete. Sono solo gli ultimi fra gli sterminati nomi illustri, non di rado illustrissimi, che hanno aderito alla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza (cfr. l'elenco completo): da Desmond Tutu al Dalai Lama, da don Luigi Ciotti a padre Zanotelli, da Michelle Bachelet ad Anna Morgantini, da Daniel Barenboim a Zubin Mehta, da Leoluca Orlando a Fausto Bertinotti, e poi Pina Grassi, Moni Ovadia, Mariangela Melato, Manuela Dviri, Amur Gandhi, José Saramago, Adolfo Perez Esquivel, Susanna Tamaro, Philip Glass, Yuri Chechi, Igor Cassina, Serena Dandini, Piero Pelù, Carmen Consoli, Ottavia Piccolo, Corrado Guzzanti, i Comboniani di Palermo, Emergency, Greenpeace, Anfaa, l'Ufficio Scolastico Provinciale di Milano, il sindaco di Bresso Fortunato Zinni e... non voglio far torto a nessuno né smorzare la sorpresa, per questo ho indicato un link...





E aspettiamo altre adesioni; altri artisti italiani, anche. E' appena giunta la notizia che la marcia si estenderà anche in Israele, in parte del Medio Oriente e dell'Africa nera: proprio nei punti più caldi e disperati, dove la speranza è ormai vocabolo privo di cittadinanza, cembalo che tintinna.



Non sono un'esterofila ma formidabile quella coppia, formidabile e controversa l'enigmatica Yoko, protagonista d'un mondo in fuga verso una primavera incalzante ed esplosiva. Formidabile il percorrente Lou, sperimentatore di sé stesso e del suo corpo d'autostrada, di pirotecniche acrobazie musicali. Ha punteggiato la mia fantasia, torna ora a proclamarmi fiera d'averlo vissuto e amato. Calmo e "antico" guerriero. Sì, oggi è proprio un "perfect day": un giorno perfetto.






Daniela Tuscano








Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget