Visualizzazione post con etichetta 2 agosto 1980. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 2 agosto 1980. Mostra tutti i post

03/08/16

tour suoi luoghi dell'altra storia della repubblica italiana IV puntata strategia della tensione , le stragi di stato - bologna 2 agosto 1980

 in sottofondo
  Agosto  -claudio lolli
Khorakhanè - Non ho scordato

riprendiamo con le stragi più precisamentre sul periodo della strategia della tensione strategia della tensione . Per essa  s'intende  una Strategia eversiva basata principalmente su una serie preordinata e ben congegnata di atti terroristici, volti a creare in Italia uno stato di tensione e una paura diffusa nella popolazione, tali da far giustificare o addirittura auspicare svolte di tipo autoritario [...] ( da http://www.treccani.it/enciclopedia/strategia-della-tensione_(Dizionario-di-Storia)/ ) ma che potrebbe continuare ( e seconda me continua tutt'oggi in maniera più subdola ) con << La crisi economica dietro le ragioni della Strategia della tensione, che potrebbe quindi tornare d'attualità seppur con modalità differenti >> come dice quesrto interessante articolo "Strategia della tensione, una tecnica di governo per i momenti di crisi " di Fabio Damen da (Paginauno n. 17, aprile - maggio 2010) L'arco temporale si concentrerebbe in un periodo storico che andrebbe dalla strage di piazza Fontana (12 dicembre 1969) alla strage di Bologna (2 agosto 1980), sebbene alcuni studiosi retrodatino l'inizio di tale strategia alla strage di Portella della Ginestra (1º maggio 1947) e fatta finire 1984 con la strage del rapido 904 e comprendente .  Secondo  altri   ( e  secondo il parere  da profano   del  sottoscritto  )   continuata  oltre  alle stragi e altri fatti  certe  e   ipoteticamente  attribuiterle

da  https://it.wikipedia.org/wiki/Strategia_della_tensione_in_Italia
Talvolta sono stati considerati parte di una strategia della tensione o affini ad essa, anche la strage di Alcamo Marina e l'omicidio di Giorgiana Masi.

 con le stragi di  :  Capaci \ via d'amelio e le bombe del 1993 ( Fallito attentato di via Fauro Roma Nessuna vittima a Maurizio Costanzo , Strage di via dei Georgofili firenze , Strage di via Palestro \ Padiglione d'arte contemporanea di Milano ,Autobomba a San Giovanni in Laterano Roma , Autobomba a San Giorgio in Velabro Roma 31 ottobre 1993 Fallito attentato allo Stadio Olimpico 
Roma )

Sulle stragi     di stato   \  strategia   della tensione    non ho  testimonianze   dirette    o non ero nato  ( piazza  fontana  , italicus ) o    era  troppo  piccolo  ( bologna  e rapido 904  ) ed   ricordi  sono labili    come  quello    ,  quando passai   sui luoghi delle  stragi   .  I miei  ricordi     si basano  su  racconti dei genitori  , libri  ,  polemiche   con  quelli  vissuti  in quel periodo   ed  hanno vissuto in pieno   quel  periodo   vedi il gruppo fb    strage  di stato  (   ne  trovate   cenni   nel mio post   , cercatelo  dell'archivio ,   in cui intervisto Paolo Cucchiarelli  autore  de Il segreto di piazza Fontana  da  cui   tratta  la scenoigrafia del film . di Marco Tullio Giordana, Romanzo di una strage )
Ora Avendo per  motivi di salute  e  di lavoro  poco tempo    ecco un  docunmentario  (   se  non lovedete  lo trovate   qui  vero concntrato su blogna  (    il  2  agosto  si  sono  celebrati i  36  anni  )  ma  che  contestualizza  bensissimo  la  strategia della  tensione 
.. video
  non so   che  altro  dire  .Se  non  che  questo specie  le ultime  due  righe 
PER NON DIMENTICARE MAI
2 AGOSTO 1980 STRAGE DI BOLOGNA
Chi sia stato, se la P2, i fascisti, gli anarchici, Mambro e Fioravanti, sicuramennte lo stato lo sa. O forse no.
Sicuramente non lo sanno le famiglie degli 85 morti, i 200 feriti, non lo sa chi prestò soccorso ne chi scappò via. Non lo sanno gli autisti dei taxi, delle ambulanze, degli autobus.
Non lo sappiamo noi, non lo so io.
L’unica cosa che dobbiamo sapere è che noi passiamo ancora per la stazione di Bologna, e che quella targa con 85 nomi, non va scansata dallo sguardo ne dalla memoria.
A distanza di ben 36 anni quasi nulla e’ stato chiarito e questa strage rimane senza spiegazione e colpevoli e le famiglie rimangono senza risarcimento morale e materiale.
Una storia che dopo il boato ha lasciato un gran silenzio.





+3


Archivio blog

Si è verificato un errore nel gadget